Cerca

Fini: "Cittadinanza a breve per i figli degli immigrati"

Il Presidente della Camera rilancia il problema dell'immigrazione

Fini: "Cittadinanza a breve per i figli degli immigrati"
Si deve arrivare presto a concedere la cittadinanza ai figli degli immigrati. E' questo l'auspicio del presidente della Camera, Gianfranco Fini. "E' una questione di civiltà capire l’importanza della questione della cittadinanza per i bambini" figli di immigrati - spiega il Presidente della Camera-. Come si fa a non capire che aspettare il 18esimo anno d’età per riconoscere la cittadinanza a bambini nati qui o arrivati piccolissimi, significa esporre loro e noi al rischio che si sentano dire: 'Tu sei altro'", ha affermato Fini intervenendo alla presentazione dell’11esimo rapporto sulla famiglia del Cisf, nella sede dell’Edizione Sanpaolo a Milano.

L'appello di Fini- Il rischio, per questi minori, ha avvertito Fini, è quello di essere esposti presto "alla predicazione di qualche cattivo maestro", perché la "scarsa consapevolezza della propria identità" può portare "attrazione verso identità opposte a quella occidentale". "Vogliamo negare loro il diritto di sentirsi orgogliosamente italiani, soltanto perché, nel secolo scorso, vigeva la 'legge del sangue e suolo?'", ha chiesto la terza carica dello Stato con riferimento alla normativa in vigore nel periodo fascista. Per Fini, il riconoscimento della cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia, o arrivati piccolissimi nel nostro Paese, è particolarmente importante, perché, ha osservato, quelle "creature sono nei nostri asili con i nostri figli, parlano il dialetto, tengono la stessa squadra dei nostri figli".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    24 Novembre 2011 - 21:09

    Se non prende piu' il voto dagli italiani lo prenderà dalle faccette nere che sporcano l'Italia.Questo era ed è il suo programma per il futuro.Speriamo che il governo della Bocconi cada "con gran fragor di tuono" e che si torni alle urne che poi con Giuda facciamo due conti.Se faccetta nera si crede di stare a scaldare la poltrona come la Nilde ha fatto per 40 anni ha da fare i conti con noi.Se invece Monti campa fino al 2013 sono tutti izzac nostri.E amari.Si arriverà alla cittadinanza ed al diritto di voto.I figli della spazzatura sono tra noi a milioni. Auguri.

    Report

    Rispondi

  • nlevis

    30 Marzo 2011 - 10:10

    due piccoli dittatori che di democratico hanno ben poco, però in comune hanno due first lady....

    Report

    Rispondi

  • Incubo

    30 Marzo 2011 - 09:09

    Altro che rappresentante della destra! Fini, ormai smascherato dalle sue turpi trame ai danni di Berlusconi, ha perso il residuo ritegno che ipocritamente manifestava. Il suo palese disfattismo anti italiano anima il suo becero impegno a favore dei figli dei barbari che calpestano impunemente il suolo patrio. E’da sottolineare il suo allineamento alla politica del presidente della CEI, favorevole all’invasione dei beduini che rimarrebbero a totale carico di noi Italiani senza offrire la doverosa “cristiana” ospitalità in Vaticano. Ergo: il pericolo numero uno ovvero il male assoluto da neutralizzare è faccia-di-bronzo (altro che fascismo, che non è nemmeno degno di citare!). Se oggi si governasse con quei metodi, nessun beduino clandestino circolerebbe indisturbato per l’Italia e nessuno di questi barbari nordafricani sognerebbe di sbarcare sulle nostre coste. Si stava meglio quando si stava peggio! Il tempo è galantuomo.

    Report

    Rispondi

  • lallo1045

    30 Marzo 2011 - 08:08

    Cittadinanza a te immediata, ma del Bourkina Faso. Alle prossime elezioni i cittadini italiani ti manderanno a raccoglier banana. ESILIO IMMEDIATO PER GLI ANTI ITALIANI.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog