Cerca

"La sovranità in Italia appartiene ai giudici"

Il premier in Piemonte per sostenere Roberto Cota. "Faremo il presidenzialismo anche senza il concorso dell'opposizione"

 "La sovranità in Italia appartiene ai giudici"
Una campagna elettorale manovrata dalle procure di sinistra. Silvio Berlusconi, a Torino per sostenere il candidato Lega in quota Pdl Roberto Cota, mette nuovamente i puntini sulle i di questa campagna elettorale per le Regionali a suo dire viziata dai comunisti e dai pm di sinistra. "I  giornali sono pieni solo di scandali inventati dalle Procure della sinistra - ha attaccato il premier dal palco del Lingotto - ma Cota toglierà il Piemonte dall'isolamento in cui la Bresso e il centrosinistra lo hanno  precipitato".  Per Berlusconi, "Cota è un carissimo amico che conosce i problemi del Piemonte perchè per quattro anni è stato presidente del consiglio regionale. E’ un validissimo avvocato, una persona moderata, aperta agli altri, riflessiva ma capace di decisioni  rapide e concrete".

Sovranità appartiene ai giudici - Il presidente del Consiglio ha approfittato dell'occasione per tornare sui cavalli di battaglia della sua campagna elettorale. Sul caos liste, per esempio, si è espresso così: "Pensate al sovvertimento di quello che è la sovranità popolare. Appartiene al popolo, che va alle elezioni con cui si trasferisce la loro sovranità. Poi i parlamentari votano le leggi - ha proseguito il premier - che ricevono anche la firma del Capo dello stato. Quindi dovrebbero essere valide. Nemmeno per sogno. Se a questa sinistra dei giudici le leggi non vanno bene, mandano la legge alla Corte costituzionale, che ha 11 giudici di sinistra e 4 di centrodestra, e ottengono che la Corte abroghi la legge fatta dal Parlamento". "Di conseguenza - ha concluso Berlusconi - la sovranità nei fatti appartiene ai giudici di sinistra e non al Parlamento e questo è grave

Le radici cristiane - Dopo l'appello della Cei a votare in base a chi rispetta la vita (ed è contro l'aborto), Berlusconi non manca di parlare anche di cristianità.  "Credo sia lontano da ciò che c'è nel cuore e nella mente della nostra gente allontanarci dalle radici che la tradizione cristiana ci ha dato e fanno parte della nostra vita di sempre", ha detto il premier 

Presidenzialismo - 
E' uno dei punti del nuovo contratto con gli italiani che il leader del Pdl, assieme a tutti i partecipanti alla manifestazione di domenica scorsa a Roma, ha promesso di realizzare nei prossimi tre anni di legislatura. Una riforma su cui Gianfranco Fini, però, ha tirato il freno a mano, dichiarando che non è ancora matura. Ma Berlusconi va avanti deciso, "dobbiamo aggredire le grandi riforme e portare lo Stato e le sue istituzioni al servizio dei cittadini. Per fare questo dobbiamo cambiare la Costituzione e far eleggere dai cittadini il presidente della Repubblica o il premier. Questa è la grande democrazia", ha ribadito il premier durante il comizio elettorale per Cota a Torino. " E' una grande riforma e potremmo fare anche senza il concorso dell’opposizione", ha poi sottolineato Berlusconi, in riferimento alla polemica di Fini, che invece ieri ha escluso la possibiltà che si riesca a trovare un accordo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Liberovero

    24 Marzo 2010 - 14:02

    Magistratura eversiva, toghe politicizzate, persecuzioni giudiziarie ecc. ecc. ecc. sono 16 anni che sentiamo questa canzone e, fin'ora, mai un nome, mai un fatto, mai una denuncia. A tutti coloro che ripetono come l'eco il ritornello di Berlusconi mi permeto di chiedere: è mai possibile che un personaggio del genere che dispone di ingenti somme di denaro, dei migliori avvocati, delle TV di tanti giornali e che ha a libro paga tanti giornalisti, in 16 anni di persecuzione non ha mai denunciato nessuno, nè ha mai fatto il nome di un persecutore nè, tantomeno ha mai pubblicato o fatto pubblicare un atto o un documento dal quale si evince la persecuzione? La persecuzione giudiziaria presuppone la commissione da parte dei persecutori di diversi reati tra cui, l'abuso d'ufficio, la calunnia, il falso ecc. Vi siete mai chiesti perchè Silvio non ha mai denunciato nessuno?

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    24 Marzo 2010 - 11:11

    " voianti " Che DIO ci aiuti , è quello che la famiglia Tortora e altri innocenti dissero , quando i loro cari vennero arrestati.Mentre lui moriva di cancro , i magistrati al telefono intrattenevano conversazioni del tipo " non si arresta uno famoso tutti i giorni , chissà che carriera ci porta questo qui e che soldi in più avremo nella busta paga "( come poi è avvenuto ) Lo dico prima , non era Piscitelli che parlava del terremoto.

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    24 Marzo 2010 - 10:10

    Possibile che Padellaro e Concita con L’Unità di Fatto spiegano agli elettori sempre una versione aromatizzata che non vogliono accettare che, Berlusconi è sotto attacco d’alcuni Magistrati e che le assoluzioni e prescrizioni non sono così evidenti da sconsigliare che, è finito il giuoco che un uomo debba sopportare per altri? Basta ad accusare, invece di unirsi all’unisono per sconfiggere la crisi mondiale e non scuotere la vecchia campana Catto-Comunista, senza battaglio creando e intonando una sorta di musica metallara da funerale a Berlino, che somiglia tanto ad una sorta di colpo di Stato e di sentirci sotto dittatura Giudiziale? Ma non gli mai stato chiaro che dal ‘94 le società del Cavaliere, sono state rivoltate almeno 500 volte, come un calzino e non hanno trovato niente? Ma nelle altre società della confindustria che da 60 ricevano sussidi Cig, ingrassandosi a dismisura, no? Coinvolgere il premiere in tutte le salse sudamericane e fare la figura dei pifferai o di gridare sempre “ Al lupo! Al lupo!” e, perdere tempo per le riforme necessarie al Paese? Mi chiede come si può ancora, accettare e considerare che la Giustizia che ha scelto come simbolo la bilancia e dicitura, “ La Legge è uguale per tutti ”, mentre, in realtà pende a Sinistra, dal Csm, Corte Costituzionale, Tar, e Consulta e, al posto del crocefisso questi hanno l’effige del terrorista pazzo di Che Guevara? Ultimo, questi poteri perchè debbono avere una maggioranza a sfavore dell’Esecutivo, visto che è l’unico ad essere liberamente votato dai cittadini? Evidente, che v’è disparità, visto che, è da 1 a 4, e per quale ragione? Inoltre, non appare evidente che siamo di fronte ad una realtà catastrofica nell’amministrare la Giustizia e che Magistrati continuano a scarcerare per scadenza dei termini? Per un Direttore di giornali per mancanze di notizie lascia la prima pagina in bianco o pone rimedi o nel caso Giudiziario, come esempio del mio professore di Diritto, dottor Giudo Bandirali Procuratore F.F.Presidente del Tribunale Minorile di Milano che sosteneva che, prima si potevano processarli per direttissima per un una qualsiasi reato e superare i termini? Negligenza o che i criminali siano diventati tutti all’improvviso immacolati? http://vincenzoaliasilcontadino.splinder.com/ http://vincenzoaliasilcontadino.ilcannocchiale.it/

    Report

    Rispondi

  • stufo

    24 Marzo 2010 - 09:09

    Lo abbiamo capito che non ti sono simpatici i giudici (a quale malvivente stanno simpatici?) però basta, non se ne può più... e per favore lascia perdere le offese personali perchè, ammesso che la Bresso si rovini la giornata guardandosi allo specchio, tu nemmeno ci arrivi allo specchio senza tacco 15...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog