Cerca

Bossi, l'onda verde arriverà anche al Sud

Il federalismo, secondo il leader della Lega, occorre più nel Meridione che al Nord

Bossi, l'onda verde arriverà anche al Sud
Umberto Bossi lancia la Lega Nord anche al sud dopo il successo nelle ultime elezioni. "L'ondata verde si può spingere fino alle regioni del sud" ha detto il leader del Carroccio, intervistato da Luigi Paragone durante la trasmissione L'ultima parola su Rai Due. "A Roma qualche giorno fa passavo davanti all'Altare della patria e un tassista che mi ha visto, ha gridato: Bossi quando ti prendi Roma?", ha raccontato il ministro delle Riforme

Il federalismo occorre forse più al sud che al nord -  Per Bossi il federalismo fiscale è una priorità: "si devono dare i soldi a chi si comporta bene e non a chi spreca. Pensate che le garze negli ospedali al sud costano 10 volte di più rispetto a quanto costano in Lombardia. Ciò accade perchè rubano, bisogna impedirlo".

La vittoria di Roberto Cota -  "E' un successo contro un sistema forte. In Piemonte - ha spiegato Bossi - la sinistra era molto forte ma ha perso. Cota è un ragazzo che è riuscito a far fuori un sistema di potere enorme".
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aquila azzurra

    06 Aprile 2010 - 15:03

    La malapolitica ,il malaffare ,l'arroganza di stupidi autostimatosi potenti o salvatori hanno intuito la grande potenzialità della lega ed hanno cercato in ogni modo di tenere lontano il leghismo ricorrendo alle stucchevoli e ritrite cantilene circa il razzismo o l'odio del leghismo verso il sud, interpretando a proprio uso discorsi o provvedimenti di amministratori leghisti. Difficile scalzare dal concetto clientelare un popolo abituato a venire continuamente a patto con la propria morale per assicurarsi i mezzi di vita, un popolo suddito e mai cittadino piegatosi prima alla politica delle promesse e dello sfruttamento della dc e poi alla ideologia del paradiso futuro del comunismo; difficile ma non impossibile,visto che ormai una buona maggioranza non vede più asini alati e non crede più che la sistemazione dei figli possa avvenire per miracolo da parte del potente di turno. Mostri la lega comprensione e si faccia comprendere, il risultato verrà ampio ed utile per tutti.

    Report

    Rispondi

  • rnadaiu

    05 Aprile 2010 - 23:11

    certo che la lega puo dilagare anche nel resto d'italia pero' noi a venezia stiamo ancora piangendo il loro tradimento lasciando il comune ancora al centro sinistra senza contare l'appoggio datto lo scorso anno per la provincia e adesso anche per la regione. e' molto facile vincere quando gli alleati mantengono fede a gli accordi. un consiglio a tutti i leghisti:insieme si puo vincere da soli non si va da nessuna parte saluti Nadaiu Romolo

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    03 Aprile 2010 - 22:10

    Per memoria ai giovani: prima della nascita del Marxismo o del comunismo,nel notro Paese cerano le famose cooperative operaie chiamate "LEGA DELLE COOPERATIVE " che tutelavano gli operai e i contadini delle varie zone dove operavano le cooperative. Queste cooperative erano di educazione liberali e una volta,i liberali erano considerati dei rivoluzionari sociali;mettevano in discussione sia l'autorità dei padroni terrieri come quelli delle grandi officine e della stessa Chiesa Ecclesiale. Insomma, varrebbe la pena,per educazione culturale, andare a ritroso della storia d'Italia e così si capirebbe che il comunismo o Marxismo non furono portatori di libertà ma negazione delle libertà e oggi,si deve alla Lega di Bossi,se nel nostro Paese si possa riassaporare una ventata di vero socialismo libertario. Per cui, ergo, il prossimo avvenire,sempre che, chi dirige la Lega si comporti onestamente tra le genti, la Lega diverrà il primo partito nel nostro Paese in quanto ha un'anima popolare.

    Report

    Rispondi

  • delucafranco

    03 Aprile 2010 - 10:10

    bene se arriva al sud ma per fare in modo che il LAVORO si capisca come al nord e non si chimi FATICA'. Ma DIGNITA'. e che paghino le tasse e i mafiosi confinarli nelle isole che ne abbiamo tante CI VUOLE SOLO BUONA VOLONTA CHE GIU NON C'E CI SONO SOLO PAROLE AVETE SENTITO LA DEMAGOGIA DEL DE LUCA IERI SERA? NEL SENSO SIAMO TUTTI FRATELLI VOI LAVORATE E NOI CHIACCHERIAMO E SE POSSIAMO RUBIAMO.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog