Cerca

Fini lancia il "modello italiano"

Per il presidente della Camera è opportuno ma non indispensabile che la riforma sia condivisa dalle forze politiche

Fini lancia il "modello italiano"
«Non so se il modello francese sia il migliore per il nostro Paese. Potremo anche dare vita ad un sistema tutto italiano». Gianfranco Fini torna sul tema riforme e sul semipresidenzialismo durante un incontro a porte chiuse con gli studenti di un liceo romano.

Riforma condivisa
- Il presidente della Camera spiega poi che «è opportuno ma non indispensabile che una riforma così importante come quella del sistema italiano sia condivisa da un numero il più ampio possibile delle forze politiche». La Costituzione inoltre prevede lo scattare del referendum ove le modifiche della Carta non vengano fatte con una maggioranza frutto di una grande condivisione: «Sulla base dell'esperienza passata - dice Fini ricordando la riforma varata nella XIV/a legislatura - c'è il rischio che il referendum imponga "un prendere o lasciare", visto che questo strumento non prevede soluzioni parziali. Ove ciò accada si rischia di buttare all'aria tutto il buon lavoro fatto. Per questo bisogna cercare fino all'ultimo di coinvolgere il più possibile una maggioranza quanto più vasta».

Tornando a un possibile modello italiano, Fini precisa che «al di là delle scelte, dobbiamo stare attenti al principio che bisogna garantire e cioè che una democrazia risponde a due fattori: quello rappresentativo e quello governante».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • powerinvest

    18 Aprile 2010 - 14:02

    E' incredibile con quale faccia di bronzo, il ns. passa dal saluto romano, a baciare il muro del pianto, dallo statista del secolo al male in assoluto. Ma fino quì si può anche sottoscrivere, solo i stolti non cambiano comunque e mai. Ma dopo questa serie incredibile di giravolte ora vorrebbe sorpassare tutto e tutti senza avere un traguardo, senza dirci il suo programma (perchè non ne ha), ora anche minaccia e ricatta. Consiglieri: la compagna, il Dr. Mieli, Il Dr. Ferrara. Fini è un furbo e notoriamente la furbizia è il sottoprodotto dell'intelligenza.

    Report

    Rispondi

  • moicano

    14 Aprile 2010 - 16:04

    ...dal quinto piano :-)

    Report

    Rispondi

  • marmolada

    14 Aprile 2010 - 10:10

    e parla, parla, parla, parla del nulla e dell'inutile, bottiglia piena di vino insapore che ha perso ogni tradizione ed ogni certificazione DOC

    Report

    Rispondi

  • giuliab09

    13 Aprile 2010 - 14:02

    perchè Fini, quando ci sono appuntamenti fondamentali per il centro destra, si defila adducendo come scusa la carica politica che ricopre...poi spara sentenze a non finire, in continuazione, sembra veramente il Pierino della situazione o come giustamente gli ha detto Fiorello, sembra il capo dell'opposizione!!!!Si chiarisca un'attimo le idee e innanzitutto le chiarisca a noi che lo stiamo sopportando con irritazione crescente !!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog