Cerca

Bossi: ma quale voto, pensiamo al federalismo

Il leader della Lega: "l'Italia rischia di fare la fine della Grecia. Le riforme? Sotto sotto le vuole anche Fini"

Bossi: ma quale voto, pensiamo al federalismo
Nemmeno la Lega vuole la scocciatura del voto anticipato. La lega vuole solo il federalismo. Lo ha ribadito ancora una volta Umberto Bossi, a Radio Radicale. E secondo il leader del Carroccio pure Fini, sotto sotto, è d'accordo. Quella di questi giorni dunque sarebbe tutta una manfrina, beghe interne da ballatoio. Niente di più. Quel che si deve fare ora, dice Bossi, è riformare. Altrimenti l'Italia rischierà di fare la fine della Grecia.  “Serve il federalismo fiscale  altrimenti l’Italia fa la fine della Grecia, è assolutamente  necessario”, ha detto.
Che l'’ipotesi di andare a elezioni anticipate non piacesse alla Lega lo si era capito anche ieri dalle parole di Calderoli: "C'è il grande capitolo delle riforme e un momento unico per poterle realizzare, sarebbe un delitto non farle. Mi auguro che siamo in condizione di poterle realizzare: adesso si va in Parlamento e il Parlamento deve fare la sua parte".

Quanto alla sorte dell’alleanza fra Umberto Bossi e Silvio Berlusconi, Calderoli non ha dubbi: "E' un legame molto forte, non solo politico ma anche di filosofia". E a chi gli chiede cosa potrebbe succedere se ci fosse un rallentamento delle riforme, replica secco: "Se adesso ci cade un coppo in testa potremmo morire, mi auguro che non rallentino le riforme e che non cada il coppo...". Un premier leghista? "Non escludo nulla".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    30 Aprile 2010 - 11:11

    Secondo lei che si sente già un esperto di federalismo fiscale e qui mi ricorda quando gioca la nazionale di calcio e tutti si improvvisano allenatori, dando consigli e suggerimenti cervellotici e non richiesti al c.t. di turno, è cosa buona e giusta andare avanti così, cioè con le spese pazze fatte da certe amministrazioni alle quali non importa un fico secco della quadratura del bilancio ma guardano solo agli affaracci propri ed al clientelismo più spinto per avere consensi e regalìe, tanto i buchi miliardari poi li risana il governo con elargizioni ad hoc; lei la sa la storia di Napoli? lo sa che per due o tre volte era in bancarotta e sempre è stato salvato con i denari di tutti, anche dei suoi suppongo? E vuole che quelli amministratori (SIC!!) non ci riprovino ancora sapendo che arriverà mammasantissima (lo stato) a ripianare, altrimenti vengono minacciate insurrezioni popolari e la messa a ferro e fuoco della città? Così è stato per Palermo, così è stato per Roma, per catania e via sperperando. Ecco, il federalismo fiscale vuole dire a questi signori dalla spesa facile (con il portafoglio degli altri) che non c'è trippa per gatti, le furbate sono finite, che chi non rispetta il bilancio deve dimettersi e rendere conto di ciò che ha fatto, lei immagini una famiglia che vive con lo stipendio del capofamiglia, se i soldi sono pochi cosa si fa, si deve rinunciare alle spese superflue e spendere quello che entra in modo oculato come facevano i nostri nonni del resto,quando le vacche erano magre, non si può indebitarsi aspettando sempre che venga il parente parsimonioso a darci i soldi.Ecco cos'è il federalismo, lo so che non lo ho convinto ma se lei è contento di dover sempre pagare tasse per mantenere questo stato di cose, beh allora non so più cosa dirle. Mi stia bene.

    Report

    Rispondi

  • delneo

    30 Aprile 2010 - 11:11

    sicuramente l'italia fara' la fine della grecia se le banche del nord,dovessero malauguratamente finire nelle grinfie leghiste!!!

    Report

    Rispondi

  • marcello.favale

    30 Aprile 2010 - 09:09

    Bossi, pur con la sua modesta intelligenza, deve CAPIRE che non è pensabile dar vita la federalismo fiscale in un momento di vacche magre. Lui e tutto il suo entourage non è stato capace di dire quanto ci costerà questa capriccio bossiano. Così come accadde quando i socialisti si incaponirono a creare le regioni: ma, almeno, allora presentarono delle preisioni di spesa (poi clamorosamente smentite dall'enorme esborso che ci è voluto per dare attuazione pratica a quella follia). Ora vogliamo commettere lo stesso errore: andiamo a votare altre dieci volte, se necessario! Il federasmo fiscale si risolverà in un fiume di denaro di cui si perderà cognizione. Questa è il mio pensiero fondato su quella tristissima esperienza, di cui sono stato spettatore . Lui è dorte del circostanza che B. è padano come lu e non gli dirà di no. Io dico che l'elettorao italiano li punirà entrambi.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    29 Aprile 2010 - 17:05

    Mi associo al commento di emilioq. Fatele 'ste benedette riforme. Fatele subito. Fini scalcia e si è messo di traverso perché non avvengano e rimanga tutto com'è. NOI che votiamo invece le esigiamo queste riforme e le esigiamo immediatamente!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog