Cerca

Santoro Mr 17 milioni, gli altri hanno zero

Il giornalista prenderà una liquidazione di 3 milioni di euro e avrà un contratto di due anni in cui dovrà produrre 14 puntate di docu-fiction

Santoro Mr 17 milioni, gli altri hanno zero
Annozero cala il sipario - Dopo la puntata di questa sera dedicata al Vaticano, la trasmissione Annozero, il tanto contestato programma di Michele Santoro, va in pensione. È il risultato dell'accordo di divorzio, consensuale, tra il coduttore più odiato della destra e più amato dalla sinistra e da "mamma" Rai. Il conduttore lascia così l’azienda con sei anni di anticipo per lanciarsi nella libera professione.

Il futuro - E così Santoro inizierà ad occuparsi del suo futuro, certamente non nebuloso considerato che sono previsti 3milioni di euro per la sua liquidazione e 14milioni per una collaborazione lavorativa dei prossimi due anni. E con lui ci sarà a lavorare tutto il suo entourage. Il giornalista, con tutti quei soldini, dovrebbe realizzare almeno 14 puntate di docu-fiction, dal provvisiorio titolo "Signor M.", più altri programmi da piazzare nelle varie reti. Tra queste dovrebbero esserci anche delle prime serate. Emergono anche le prime indiscrezioni sul contenuto delle prime due puntate: una sulle opere e sulla vita di Gesù, l'altra sulla storia di Adolf Hitler.

RaiDue e gli altri canali - Ci sono poi altre questioni da non sottovalutare, ovvero gli aspetti tecnici. Pare che Santoro non voglia ricorrere al personale interno ma stia puntando a operatori e autori esterni: probabilmente il quasi ex conduttore di Annozero aprirà una sua casa di produzione. Ma veniamo alle reti delle trasmissioni. Forse non sarà RaiDue a ospitare ancora il giornalista. Del resto con la venuta del digitale terrestre, Viale Mazzini potrebbe decidere di dirottare l'uomo su altri canali. In questo modo RaiDue potrà pensare a rimpilzare il palinsesto con nuove proposte per il giovedì sera.

Le reazioni - Ma mentre Santoro parla di "scelte dell'azienda fatte per l'interesse del pubblico", il pubblico non ha per niente capito quale sia il suo interesse. Il direttore generale, dicono da Viale Mazzini, non ha fatto altro che dare seguito al cosiddetto "esodo incentivante". Un esodo davvero generoso visto che lo stipendio di Mister Santoro supera anche quello di Masi stesso. Il girnalista costa alla rai 998mila euro lordi (750mila netti). A Masi ne spettano solo 715mila. Intanto il mondo della politica continua a ragionare sull'operazione. Il presidente dell'associazione Lettera22, Paolo Corsini, parla di operazioni imbarazzanti. Il componente dell'esecutivo dell'Usigrai Stefano Campana e il consigliere dell'Fnsi Luigi Monfredi affermano: «Da Annozero a sei zeri. La soluzione del caso Santoro è quantomeno imbarazzante».

L'amico Travaglio lo giustifica - Marco Travaglio scende in campo per giustificare l'amico sottolineando che la Rai lo aveva portato in tribunale e che aveva la pistola puntata. Voleva liberarsi: «Che io sapessi che lui cercasse da tempo di andarsene, di liberarsi del giogo di un'azienda a cui porta pubblicità e ascolto prendensodi in cambio solo calci nei denti bé è un altro discorso. Era nell'aria». Per il futuro? «Non abbiamo parlato del futuro abbiamo già problemi col presente. C'è ancora Annozero. Michele l'altra sera ha passato il tempo a preparare la puntata di oggi sulla pedofilia e a rispondere agli amici. Io stesso ho fatto le 5 di mattina a scrivere il mio pezzo». E sulle docu-fiction? «Non me ne intendo. Ora non so cosa voglia fare Michele: se una cosa su Portella della Ginestra piuttosto che sullo scandalo della banca D'Italia. Non so neanche se potrei essere utile. Io per ora guardo e imparo...»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tonino46

    06 Giugno 2011 - 22:10

    quando sento di queste liquidazioni milionarie penso ...ma cos'avra fatto per maturare tutti questi danari...ma non si vergognano chi li prende e chi li da...sono sempre soldi degli abbonati o no?

    Report

    Rispondi

  • herbavoliox

    26 Maggio 2010 - 21:09

    Ecco la faccia di chi ci presenta gli operai disoccupati e lui bel bello si piglia tutti questi soldi sulle miserie degli altri. Semplicemente una vergogna, almeno avesse la dignità di dire che devolve a qualche disoccupato parte della sua fortuna ma ci pensa bene e se ne sta zitto a criticare criticare e guadagnare a sbafo... bell'esempio di ipocrisia! Vada a nascondersi!

    Report

    Rispondi

  • wolf

    26 Maggio 2010 - 10:10

    Sant ORO

    Report

    Rispondi

  • Armadillo

    25 Maggio 2010 - 09:09

    Al di là della disputa sui numeri, io osservo come il vittimismo antiberlusconiano abbia pagato e paghi molto bene. Una strategia che ha consentito al teleimbonitore di migliorare e consolidare la sua posizione professionale ed economica. Quindi fare la vittima paga e paga molto bene; certo che poi diventa un pò imbarazzante mettersi sul piedistallo e far la morale agli altri. Sant'oro è un uomo politico: lo era in gioventù quando giocava a fare il comunista e lo è in tempi recenti quando "finisce" in parlamento europeo sempre con la sinistra. E' l'ultima persona che può riempirsi la bocca con parole tipo: informazione libera, indipendenza, ecc.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog