Cerca

L'ultima di Grillo: Angela Merkel presidente

Per il leader del MoVimento 5 Stelle l'unica soluzione alla crisi economica è la vendita dell'Italia alla Germania

L'ultima di Grillo: Angela Merkel presidente
Angela Merkel for president. La provocatoria proposta arriva dall'animatore del MoVimento 5 Stelle, Beppe Grillo, che, ancora una volta, sale sul pulpito, puntando il dito contro la maggioranza - "una dittatura" - e l'opposizione, che "gode nel cedere", perché "opporsi è contro la sua natura". L'ultima parola è per il "popolo senza diritti, neppure di veder discussa in Parlamento una legge popolare come Parlamento Pulito" o di "poter votare un referendum come quello sull'informazione libera".

Parlamento Pulito - Di qui la decisione di Grillo di riprendersi "le 350.000 firme negli scantinati del Senato. Quelle firme non meritano di essere abbandonate ai capricci di uno Schifani qualunque. Quelle firme di persone per bene non possono essere lasciate marcire nei sotterranei di Palazzo Madama - tuona il comico genovese dalle pagine del suo blog - gli scatoloni sono lì, fermi dal dicembre del 2007, giorno in cui li consegnai a Marini. Quasi trenta mesi", per richieste quali "la votazione diretta" dei candidati, "massimo di due mandati, nessun condannato in via definitiva in Parlamento. Sono passati due anni e mezzo ed è sempre uno di quei giorni che i politici se ne sbattono dei cittadini".

Merkel presidente
- Tornando alla proposta di una nuova premier, Grillo spiega che, per affrontare la crisi economica, la "Germania dovrebbe ripianare, per tenere in vita l’euro, i debiti di Stati come l’Italia, comprare il debito da "Tremorti". Perché dovrebbe farlo? In Germania i cittadini pagano le tasse mentre in Italia l’evasione è stimata in 130 miliardi di euro all’anno. In Germania le truffe ai danni della Ue per centinaia di milioni di euro sono inesistenti, le mafie non fatturano tra i 100 e i 150 miliardi ogni anno, la corruzione non drena 50 miliardi come da noi. Perché i tedeschi dovrebbero aiutarci? "Tremorti" ha minacciato le dimissioni se non ci saranno i tagli di 24 miliardi. Nessuno meglio di lui sa che ne occorrono almeno 100 di miliardi e che nessun governo politico è in grado di imporre una manovra del genere ai cittadini, anche se diluita nel tempo. L’opzione migliore rimane la vendita dell’Italia alla Germania, in cambio dell’annullamento del debito. Un’Italia protettorato meridionale tedesco, un balcone sul Mediterraneo. Merkel for president. Now".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pincruise

    31 Maggio 2010 - 18:06

    ... ce l'ho con la redazione di Libero che si ostina a pubblicare le foto e i commenti di questo grillo del ......

    Report

    Rispondi

  • sheridan

    27 Maggio 2010 - 16:04

    Se, ciò fosse possibile,avremmo risolto i problemi dell'Italia,e saremmo la Nazione più forte economicamente del Mondo,e con tante regole di cui il ns.Paese ha bisogno.

    Report

    Rispondi

  • claudioF

    26 Maggio 2010 - 12:12

    .. E tutto lo ascoltano. Beppe ha fatto una provocazione che ha raggiunto lo scopo desiderato. Ha ottenuto visibilità mediatica. Il caro Grillo dovrebbe capire che i poteri forti italiani si sono gia venduti alla Cina quindi la proposta è arrivata un tantino in ritardo!

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    26 Maggio 2010 - 12:12

    E dire che c'è ancora qualcuno che lo segue! Come comico, fa veramente pena. Come politico, fa veramente ridere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog