Cerca

Di Pietro torchiato dai pm

Il leader dell'Idv, interrogato dai magistrati perugini nell'ambito dell'inchiesta sui Grandi eventi, collabora e fornisce novità su Balducci

Di Pietro torchiato dai pm
Dopo l'incontro negli uffici giudiziari di Firenze lo scorso 17 maggio, Antonio Di Pietro torna a parlare con i magistrati nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti per i grandi eventi e a chiarire i suoi rapporti con l'ex presidente del Consiglio dei lavori pubblici, Angelo Balducci. Secondo l'architetto Zampolini, il dirigente arrestato a febbraio avrebbe fatto avere al leader dell'Idv due appartamenti dell'ente Propaganda Fide, uno per la figlia e l’altro come sede del partito.

Tre ore di faccia a faccia a Roma tra l'ex magistrato di Mani pulite e i pm perugini Alessia Tavaresi e Sergio Sottani. Tre ore per dimostrare "documentalmente" di non aver mai preso in affitto case della congregazione e smentire quanto dichiarato dall’architetto di Diego Anemone.

Durante l’incontro nella caserma M. Talamo, Di Pietro ha toccato tutti gli aspetti utili a chiarire la sua posizione, ma sarebbe stato chiamato anche a fornire chiarimenti in merito ai suoi rapporti con Balducci e Claudio Rinaldi, l'ex commissario per i mondiali di nuoto. Nel precedente incontro con i pm, l’ex magistrato parlò dei loro avvicendamenti quando era alla guida del ministero delle Infrastrutture. Zampolini aveva successivamente detto che Balducci lasciò l’incarico per le pressioni ricevute da Di Pietro per avere entrature in Vaticano. Circostanza negata da Di Pietro.

Nuovi chiarimenti, infine, anche sui rapporti con l’ex procuratore di Roma, Achille Toro, in particolare nel periodo in cui quest’ultimo (ora accusato di concorso in corruzione) era capo di gabinetto del ministero dei Trasporti, guidato da Alessandro Bianchi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • powerinvest

    13 Giugno 2010 - 23:11

    La furbizia è un sottoprodotto dell'intelligenza, ed è terra terra. Questo cosa vuol dire: Di Pietro è un furbo e si occupa di cose pratiche, se la cava sempre, anche con l'aiuto dei magistrati ma fondamentalmente lui si prepara sempre, perchè da vecchio PM sa come lavora la magistratura e di come deve agire per rubare senza essere preso con le mani nella marmellata. Avendo fatto il poliziotto e il PM, conosce tutti i trucchi dei criminali e li usa pro domo sua. Una persona intelligente, che si eleva in alto, casca più facilmente, perchè si occupa di cose meno terra terra.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    12 Giugno 2010 - 17:05

    Il Masaniello (molisano),a forza di romp...i santissimi al Presidente,ha dovuto incassare la brutta stoccata di.... Parlare a vanvera.Dalla cera,un travaso ulteriore di ittero gli è pervaso financo lungo i capillari.Mai fare la pipì fuori del vasino!

    Report

    Rispondi

  • gicchio38

    10 Giugno 2010 - 10:10

    Che bella figura. Diceva che era stato lui ha precipitarsi dal magistrato a denunciare. B...............................................................................................

    Report

    Rispondi

  • uffa

    10 Giugno 2010 - 09:09

    Sig. pasquino69, per quanto riguarda Ballarò e Annozero, invece di provare odio per persone che fanno il loro lavoro di giornalisti (per alcuni bene, per altri malissimo), provi ad usare il telecomando ed invitare Berlusconi a realizzare valide trasmissioni alternative.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog