Cerca

In Sardegna a vincere è l'astensionismo

Solo il 30,39% alle urne per i ballottaggi di tre province, conquistate dal centrosinistra

In Sardegna a vincere è l'astensionismo
Sarà Roberto Deriu il presidente della Provincia di Nuoro. Con il 51,29% e 29.323 preferenze, il candidato del centrosinistra ha superato quello del centrodestra, Luigi Crisponi, che si è fermato al 48,70% (27.840 voti). Affermazione importante per il centrosinistra, capace di conquistare le tre Province in cui tra ieri e oggi si sono svolti i ballottaggi: Cagliari, Ogliastra e, appunto, Nuoro.
Nel primo turno, invece, il centrodestra aveva conservato la provincia di Oristano, con la vittoria di Massimiliano De Seneen (Pdl), e strappato al centrosinistra quella di Olbia-Tempio, con il senatore Felice Sanciu (Pdl).

Tuttavia a vincere sono stati gli astensionisti, i quali hanno toccato con queste elezioni un nuovo record nazionale.
A chiusura dei seggi, infatti, l'affluenza nelle tre province è stata di appena il 30,39%, contro il 56,75% del primo turno. A Cagliari ha votato appena il 25,58% degli aventi diritto rispetto al 52,45%. Poco di più a Nuoro, dove il 40,95 % degli elettori si è recato alle urne contro il 65,10% di due settimane fa. Solo in Ogliastra, invece, l’affluenza è riuscita a superare il 50% degli aventi diritto: 51,62%, a fronte del 65%,2% del primo turno.
Cinque anni fa, quando per la prima volta si era votato anche per le quattro province di nuova istituzione, l'affluenza fu del 68,26%. Insomma, chiunque abbia vinto, appare ormai certo che a perdere ogni qualvolta che si vota è la politica italiana nel suo insieme.

Crollo dell’affluenza anche in Sicilia - Cambia l'isola ma non cambiano i risultati. Anche in Sicilia, chiamata
al voto per il ballotaggio amministrativo per il rinnovo dei Sindaci e dei Consigli comunali nei cinque comuni di Enna, Gela, Carini, Milazzo e Misilmeri, alla chiusura dei seggi ha votato il 50,76%  degli 88.074 elettori aventi diritto, con il 71,52% di affluenza al primo turno. Un calo, quindi, del 20,76%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • leonhardo

    16 Giugno 2010 - 11:11

    La Legge elettorale sul doppio turno è sempre stato un mezzo fallimento ... Ora la Sardegna e la Sicilia ci dicono che è un fallimento totale e un governo serio e responsabile deve porvi rimedio ... Non è possibile infatti che esca vincitore da una tornata elettorale un Presidente o un Sindaco che al primo turno con il doppio degli elettori aveva abbondantemente perso ... Una vittoria così, è una sconfitta per la democrazia ...

    Report

    Rispondi

  • Aries

    15 Giugno 2010 - 08:08

    Inefficienze, super stipendi, bassa qualità dei servizi , annunci di aumento delle aliquote fiscali a livello comunale e regionale , qualche scandalo per appalti e cricchettaggio continuato. Con questi ingredienti credo che sia difficile spingere un elettore a votare . Ma quale centro sinistra , purtroppo per tutti ha vinto la sfiducia .

    Report

    Rispondi

  • vinpac

    15 Giugno 2010 - 08:08

    Chi sarà in grado di ascoltare il microscopico ma eloquente segnale proveniente dal turno elettorale sardo e siciliano? La sinistra riconoscente delle risse e delle polemiche interne al centro - destra ringrazia e per il proprio futuro spera continuino e si allarghino . Spera che Fini prosegua nella sua azione disgregatrice, ormai esplicita, e porti la maggioranza, pur tra alcune tesi condivisibili, al baratro. Spera che la Lega insista in una linea deleteria tanto quanto se non di più di quella di Fini. Spera che Berlusconi non smetta di guardare e di condizionare la propria condotta di leader al braccio di ferro con i magistrati e al tema importante ma non vitale delle intercettazioni.

    Report

    Rispondi

  • paolino46

    14 Giugno 2010 - 20:08

    CARO SILVIO: Vorrei sapere che fine ha fatto quel 62% di innamorati (politicamente parlando) che vai sventolando . Cos'è, li hai mandati a tue spese al mare, perchè non t'interessava quella parte di Sardegna ?? CARO EMILIO (Fede): Per onestà nei confronti di chi guarda ancora il TG4, avresti potuto sprecare alcuni minuti del tuo prezioso tempo per cercare almeno di spiegare con la tua solita fantasia, le possibili cause di questa Caporetto. Invece il tuo comportamento anche in questa occasione è stato pari a quello di un giornalaio da lecco CARO BELPIETRO : Di solito non sono molto d'accordo con il tuo modo di leggere la politica. Questa volta però non posso altro che sottolineare l'onestà di intenti nell'ambito del tuo lavoro. Non ho però la presunzione che il mio bravo possa darti soddisfazione morale .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog