Cerca

Campania, complotto a luci rosse contro Caldoro, si dimette assessore

Sica, uomo di Cosentino, presentò il candidato governatore come frequentatore di trans

Campania, complotto a luci rosse contro Caldoro, si dimette assessore
L’assessore all’Avvocatura della Regione Campania, Ernesto Sica, aveva preparato un dossier falso contro il governatore Caldoro durante la campagna elettorale. Scopo: distruggere la reputazione del candidato PdL – per motivi ancora imprecisati ma probabilmente legati alla lotta per la poltrona della presidenza della Regione – presentandolo come un habitué dei transessuali. Il complotto è venuto alla luce con l’iscrizione di Sica fra gli indagati nell’inchiesta sulla P3. Ieri l’incontro risolutore fra Sica e Caldoro con le dimissioni del primo. L’ascesa di Sica a ruoli politici regionali non era completamente trasparente perché l’assessore non aveva mai conosciuto il governatore prima delle elezioni campane. Era entrato nella giunta grazie ai suoi rapporti di forza all’interno della direzione regionale del partito e grazie al suo padrino politico, il sottosegretario Cosentino, coordinatore del PdL Campania, candidato designato alla guida della Regione fino alle accuse di legami con il clan dei Casalesi. In una nota della Regione si sottolinea che "le motivazioni delle dimissioni nascono dal pieno rispetto dei ruoli istituzionali, dalle condizioni oggettive della vicenda giudiziaria e per evitare ogni strumentalizzazione che possa indebolire l’azione della giunta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TAPIRO

    16 Agosto 2010 - 20:08

    Il governo del fare mostra subito i primi risultati. Dopo il blocco delgi abbattimenti delle case abusive arriva oggi la seconda stilettata, ad opera del neo assessore alle Politiche Sociali Ermanno Russo, che dichiara candidamente:” “Il reddito di cittadinanza è una misura inefficace e va ripensata. La drammaticità dei conti regionali, compromessi dallo sforamento del Patto di stabilità della precedente amministrazione e gravati dai vincoli nazionali della manovra correttiva, non consente il protrarsi di un sussidio fine a se stesso“. In un batterd’occhio quindi si cancella l’unico precedente in italia di sostegno diretto al reddito, misura questa assolutamente normale nel resto dell’Europa. Solo a Napoli città oltre 3500 nuclei familiari trovavano sostegno al reddito da questa misura, accompagnata da una serie di azioni Ermanno Russo di accompgnamaneto e tutoraggio che in molti casi hanno visto diversi nuclei uscire dalla condizione di disagio. Indubbiamente quella del reddito di cittadinanza non è certo la panacea di tutti i mali, ma con questa esperienza si era creato un precedente importante che andava nella direzione di un sostegno diretto e generalizato al reddito. Solo il comune di napoli aveva inoltre rivisto diversi nuclei che non avevano diritto alla msura , mettendo a punto un meccanismo di controllo che , finalmente, cominciava a vedere i sui frutti riuscendo ad assistere il disagio vero. E’ evidente che il dott. Russo , finalmente assessore, ha pensato bene di inaugurare la sua esperienza a Santa Lucia nel segno del rigore e dell’austerità dei conti, lasciando intatti i propri e tagliando quelli dei più deboli. Il goeverno del fare, apputo.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    14 Luglio 2010 - 13:01

    "therock" Prendere atto che ci sono delle ingiustize e dire , ma tanto ci sono sempre state , e come permettere la corruzione perchè tanto esiste da secoli.E' una ca***ta la seconda come la prima.L'opportunità politica la lasci decidere ai politici a me interessano i risultati.Riguardo a cosa sia migliorato in 16 anni di governo Berlusconi , le faccio solo notare i mitragliamenti quotidiani e giudiziari fino ad oggi.E' già un miracolo che non si sia suicidato.Nel frattempo mezza Europa è in bancarotta , non mi pare che stiamo meglio di noi.Quindi non chieda l'impossibile ma il meglio che si può ottenere.

    Report

    Rispondi

  • therock

    13 Luglio 2010 - 15:03

    parli di tutto meno che di cosentino eppure la domanda è semplice; il tuo "garantismo" ti porta a tenertelo coordinatore del partito in campania e sottosegretario all'economia fino a condanna giudiziaria definitiva? non ti sfiora nemmeno il problema dell'opportunità politica? e non mi tirare in ballo la gente qualunque come me e te che soffre per le "ingiustizie giudiziarie" perchè di inigutizie in questo paese ce ne sono tante, dall'evasione fiscale al lavoro precario, dai soprusi che subiamo come clienti di oligopoli e monopoli ai disservizi pubblici e in tutto ciò che ha fatto il tuo governo per rendere questo paese migliore? io mi guardo indietro a sedici anni fa quando è arrivato berlusca o più a breve al 2001 anno dal quale governa con ampie maggioranze con solo una breve interruzione prodiana...mi dici in cosa è migliorato questo paese? e non mi rispondere che il centrosinistra ha fatto schifo, lo so da solo...

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    13 Luglio 2010 - 12:12

    " robe " Non scenderò sul suo livello di storpiare un nick come fa lei , a corto di argomenti.Mi dica un elenco a sua scelta di politici che a suo parere possa ricoprire oggi una carica politica.Se esistono faccia i nomi , altrimenti continui a bere , sembra che le piaccia tanto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog