Cerca

Cosentino si difende: "Dossier su Caldoro pura fantasia"

L'ex sottosegretario all'Economia rigetta le accuse davanti ai pm. Nell'udienza non si sono utilizzate intercettazioni

48
Cosentino si difende: "Dossier su Caldoro pura fantasia"
Nessun dossier contro Caldoro, nessun tentativo di screditamento, nessuna faida interna al partito in Campania. Questa la linea difensiva adottata da Nicola Cosentino, l’ormai ex sottosegretario all’Economia nonché coordinatore del Pdl all’ombra del Vesuvio, ascoltato questa mattina dal pm Rodolfo Sabelli e dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo.
"Non ho in alcun modo tentato di screditare Stefano Caldoro", ha riferito frettolosamente Nicola Cosentino lasciando gli uffici di piazzale Clodio, dopo essere stato interrogato per quattro ore dagli inquirenti della Procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta sulla cosiddetta P3.
"Quando io ho preso la Pdl in mano in Campania eravamo opposizione in tutte le reltà locali, con me siamo ora al governo nelle principali realtà. Pensate che uno con questo ruolo e con questa forza si metta ad operare dei dossieraggi per fare cosa? Per screditare un candidato che io ho voluto insieme a tutto il partito e a tutti gli eletti? Mi pare pura fantasia".
L'ex sottosegretario all'Economia si è anche detto convinto di aver "chiarito tutto quello che c'era da chiarire. Penso di aver dato risposte a tutte le domande".

Nessuna indiscrezione, invece, è trapelata invece dalle aule giudiziarie: il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo si è solo limitato a dire che non sono state fatte ascoltare intercettazioni perché "queste non sono utilizzabili quando coinvolgono parlamentari".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • delusodasilvio41

    19 Luglio 2010 - 20:08

    Rispondo a lei che considero persona ragionevole e con la quale è possibile dialogare. Me la sono presa perchè Pasquino si è riferito ai PD e, quindi, indirettamente,anche al sottoscritto, se fossi stato leghista avrei fatto lo stesso discorso a Toscanorosso, ma non lo sono e non sta sicuramente a me dare a tutti lezione di morale! La mia distanza da certi post di tanti che hanno le mie stesse idee politiche credevo fosse chiara là dove affermo che il suddetto non dovrebbe fare di tutta l'erba un fascio. Resta il fatto che molti, di destra e di sinistra, considerano l'insulto ed il vituperio l'unico modo per polemizzare con coloro che non hanno la medesima loro opinione.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    19 Luglio 2010 - 19:07

    Mi permetta di interloquire. Lei mi sembra una persona ragionevole e con cui si può anche dialogare senza insultarsi, anche se di sinistra. Qui però devo dare ragione a pasquino quando lamenta che lei lo riprenda sul "PD fatto di ladri e farabutti" e non si scomponga minimamente quando un suo compagno di fede sinistra, il "toscanorosso" continua da molto tempo a definire "Lega ladrona" a corollario di tutti suoi post, tanto che anch'io mi sono sentito in dovere di dedicargli un post ad hoc che può leggere più sotto, non tanto per pormi come difensore di un partito e suoi componenti, quanto per riportare il dialogo ormai diventato estremista e condito di un certo infantilismo politico sterile e becero, su un piano di civiltà, ricordandogli anche che semmai la Lega è la meno implicata negli scandali e scandaletti politici, il che non è invece vero per la sua di parte. Al di là del gioco delle parti, io auspicherei che ci fosse più onestà intellettuale e meno livore politico. La saluto.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    19 Luglio 2010 - 19:07

    "delusodasilvio41" Certamente lei non sarà un ladro e farabutto , ma Pasquino69 ha ragione.Da quando l'infame feltroni ha iniziato, non si riesce più a discutere in modo pacato.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media