Cerca

Casini: "Chi governa dovrebbe essere attento a chi frequenta"

Il leader dell'Udc sull'inchiesta eolico: "Io ci penserei bene prima di andare a cena con Carboni"

Casini: "Chi governa dovrebbe essere attento a chi frequenta"
"I giudici devono fare il loro lavoro e saranno loro a spiegarci se la P3 è una cosa seria o una buffonata". Così Pier Ferdinando Casini commenta il caso eolico e la possibilità che si tratti di una montatura. Il leader dell'Udc non si sbilancia. Ma poi aggiunge: "Quando si è ai vertici dello Stato o di un partito bisognerebbe stare attenti a chi si frequenta. Insomma, io ci penserei bene prima di andare a cena con Carboni...".  Sul sottosegretario alla Giustizia, Giacomo Caliendo, sospende il giudizio e quanto a Verdini "non è uomo di governo - dice -  è un problema loro, del Pdl. Se pensano che Verdini sia la migliore espressione del loro partito, fanno bene a tenerlo al vertice".

Il nuovo predellino - Casini valuta poi l'ipotesi di un nuovo predellino. Il premier Berlusconi dice che ad agosto riorganizzerà il Pdl, ma sul tentativo del Cavaliere il  leader centrista nutre molti dubbi: "Sento parlare dell’ipotesi di un nuovo predellino. Ma, se come l’altra volta sarà solo una scorciatoia per non affrontare i problemi, allora sarà anche peggio del primo. Se invece Berlusconi prende atto della situazione e si rende conto che così non si può più andare avanti, allora è un altro discorso. Con gli spot non si governa, né si risolvono i problemi". Un dato è certo: parlare di un governo di larghe intese senza Berlusconi, come  fa il Partito democratico, è un’ipotesi "al di fuori della realtà. Un governo di larghe intese mette tutti in discussione e impegna tutti a cambiare, a fare un passo avanti". "Poco credibile" poi un governo di larghe intese con Giulio Tremonti premier. "C'è uno scontro molto forte nella maggioranza, ma credo che anche questa rischierebbe di essere una scorciatoia. Che ci piaccia o no, il Pdl è Berlusconi. Confidare in Bruto perché tolga di mezzo Cesare, perché consenta agli altri di raggiungere l’obiettivo senza sporcarsi le mani - conclude Casini -non è un percorso credibile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    22 Luglio 2010 - 08:08

    per un cattolico, divorziato e risposato con la figlia di Caltagirone, e che vive in politica da più di venti anni, questa illuminata considerazione sulle frequentazioni è il segno dello sfacelo mentale di chi ci governa! Se i signori politici avessero il minimo senso del pudore......farebbero altro, ma che si giunga a fare una questione morale su Berlusconi, e che la stessa provenga da "colleghi", è realmente ridicolo. La commedia all'italiana, fino a che avrà esponenti simili, avrà di che scegliere per le sceneggiature dei propri film.

    Report

    Rispondi

  • powerinvest

    20 Luglio 2010 - 22:10

    Fare queste affermazioni è facile ed ovvio! Grazie sig. Casini per questa illuminazione, ma nella vita non sempre si sceglie in malafede, si può sbagliare, questo però non vuol dire che si è un farabutto! Il Suo amico Totò vasa vasa, è sicuramente una persona per bene, come Lei ha sempre sostenuto (con tutti i voti che Totò garantiva!), però lo hanno condannato, Lei non solo lo frequentava, lo applaudiva. Ammettiamo un'attimo, che la magistratura ci abbia visto giusto, a questo punto Lei è un solidale e complice di Totò, oppure secondo il Suo ragionamento mi sbaglio? Sig. Casini, Lei è un furbo e notoriamente la furbizia è un sottoprodotto dell'intelligenza, ma aiuta a vivere bene!

    Report

    Rispondi

  • gratto

    20 Luglio 2010 - 11:11

    Troppi preti attorno a te!

    Report

    Rispondi

  • z.signorini

    19 Luglio 2010 - 14:02

    Ma perchè non fà silenzio invece di rompere le palle. CASINO' rappresenta quanto più di marcio e perverso della repubblica italiana possa esistere. Partito di bigotti, vigliacchi perversi moralisti che hanno portato alla rovina dell'Italia. Non faccia tanto il moralista che scheletri nell'armadio ne ha anche lui. BUFFONE

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog