Cerca

La Moroni passa con Fini. Salgono a 34 i membri di Fli

La figlia del deputato socialista, che si suicidò per il coinvolgimento in Mani Pulite, lascerà il Pdl

La Moroni passa con Fini. Salgono a 34 i membri di Fli
Sale a 34 il numero dei profughi del Pdl, alias i finiani. Anche Chiara Moroni, figlia del parlamentare socialista Sergio Moroni che si suicidò in seguito al coinvolgimento in Mani Pulite, è pronta a saltare il fossato ed entrare nell'Fli.
La Moroni, dopo aver annunciato in aula la sua astensione sulla mozione contro il sottosegretario alla Giustizia Giacomo Caliendo, è salita nello studio del presidente della Camera Gianfranco Fini. Durante i lavori d'Aula è stata seduta, per tutto il tempo, accanto al nuovo capogruppo di 'Futuro e libertà Italo Bocchino.

L'organigramma dell'Fli -
Intanto il partito Futuro e Libertà si struttura. Ieri sera, nel corso della cena alla Fondazione Farefuturo con Gianfranco Fini, si è studiato l'organigramma del partito. Organigramma che sarà votato oggi in una riunione convocata alla Sala Tatarella della Camera.

Per quanto riguarda i capigruppo, saranno Italo Bocchino alla Camera
e Pasquale Viespoli al Senato. L'elezione di Bocchino è prevista per oggi a Montecitorio, mentre i senatori eleggeranno Viespoli a settembre, quando si dimetterà da sottosegretario al Lavoro. Silvano Moffa sarà il coordinatore dei gruppi di Camera e Senato e portavoce unico,  mentre Roberto Menia coordinerà tutte le iniziative che fanno capo al presidente della Camera. «È finita l’epoca dell’arcipelago, da oggi - spiega Moffa - Fli parlerà con una voce sola».

Oggi in aula ci sarà anche la dichiarazione di voto del gruppo sulla mozione Caliendo sciogliendo così l’ultimo dubbio rimasto: «Viespoli sarà il capogruppo al Senato, però non subito. A settembre lascerà l'incarico di sottosegretario» annuncia il presidente della commissione Lavoro della Camera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • letteriosiclari

    10 Agosto 2010 - 22:10

    nessun pericolo. quando si tratta di votare le leggi si allineeranno tutti, o quasi, con il cav. i parlamentari freschi non vogliono elezioni anticipate poichè rischierebbero onori, prebente e benefit vari. se poi si tratta di andare ad elezioni anticipate, vinceremo lo stesso ed alla grande. liberandoci, nel contempo, delle scorie inquinanti.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    09 Agosto 2010 - 22:10

    ....Al buon senso e all'onestà di un parlamentare,quando le regole costituzionali garantiscono agli...onorevoli libertà di mandato,lasciando loro la facoltà del salto della quaglia,quando e quanto vogliono,alla faccia di chi li ha eletti. Mi risulta che a nessun politico è mai venuto in mente di rivedere detto malcostume,sfrontato,truffaldino,tipico di un paese incivile,dove l'elettore non viene considerato cittadino,ma suddito. Ma,neppure sui giornali ha mai letto lo sconcio nel mantenere regole così troglodite,da garantire i voltagabbana di turno.Nessuno raccoglierà mai una firma per rimediare allo sconcio,assai conveniente,sin dall'inizio di codesta Repubblica.

    Report

    Rispondi

  • mi3148

    09 Agosto 2010 - 07:07

    Essere serva di Fini non fa onore a nessuno. In Parlamento chi cambia bandiera si dimetta, non tradisca gli elettori presentandosi con chi ha vinto per poi passare con dei "voltagabbana". Un minimo di etica è quanto si deve agli elettori. Così ci si comporta da "buffoni".

    Report

    Rispondi

  • LuigiFassone

    07 Agosto 2010 - 22:10

    Che pena dev'essere,in Italia,per un "eletto dal popolo" di sani principi,che ,sfruttando la sua competenza,la sua buona volontà e un briciolo di estro,ha tutte le buone intenzioni di migliorare il suo Paese,combattere l'evasione e la corruzione,eliminare gli sprechi e contribuire ad incrementare in qualche modo l'economia,che pena dicevo,...dover mettere il dito bagnato di saliva per aria,per vedere prima di schierarsi ove spira il vento,se dalle parti della attuale Libertà del popolo oppure da quelle della virtuale Libertà del...futuro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog