Cerca

Berlusconi: "Niente elezioni. Serve stabilità"

Nuovo vertice a Palazzo Grazioli. Frattini e Cicchitto rassicurano: "siamo tutti d'accordo, prevarrà la ragionevolezza e la saggezza anche dalla Lega". Ieri l'aut aut di Bossi "o il premier si dimette oppure sarà necessaria la sfiducia"

Berlusconi: "Niente elezioni. Serve stabilità"

Nuovo vertice a Palazzo Grazioli. Uomini di governo e dirigenti del Pdl si sono incontrati stamani, dopo l'ufficio di presidenza di ieri, per "strutturare il discorso che il presidente del Consiglio terrà alla Camera il 29-30 settembre", spiega il ministro degli Esteri Franco Frattini. "Siamo assolutamente tutti d’accordo a non andare al voto - aggiunge. Prevarrà la ragionevolezza e la saggezza anche dalla Lega. La Lega ha sempre dato il suo sostegno al governo. Bossi ha posto il problema di non galleggiare, ma questa non è la nostra intenzione". Stesso tenore per Fabrizio Cicchitto: "l'obiettivo della maggioranza di assicurare la governabilità, visti anche i problemi del Paese. E' evidente che serve un passaggio parlamentare dopo la crisi politica che c'è stata nel corso di questi due mesi". Quanto a Bossi e Berlusconi, "ci sono sfumature diverse- dice Cicchitto- ma secondo me la condivisione c'è nel senso che la Lega vuole capire se, dopo il travaglio che ha attraversato il Pdl, siamo in grado di assicurare in Parlamento la maggioranza. L'ora della verità verrà quando ci sarà il confronto in Parlamento". 

Al vertice a Palazzo Grazioli hanno partecipato anche i ministri Renato Brunetta, Maurizio Gasparri, Ignazio La Russa, Altero Matteoli, Gianfranco Rotondi, Stefania Prestigiacomo, Mara Carfagna, Michela Vittoria Brambilla, Mariastella Gelmini, Giancarlo Galan.

Assente Umberto Bossi. Il Senatur vuole chiarezza. Il che significa elezioni. Subito. Per non restare nel pantano. Per levarsi una volta per tutte dal campo il problema Fini, inoltre, la Lega è pronta persino a levare la fiducia al premier. La collaborazione con i finiani, infatti, non va giù al Carroccio. Non si può, non si fa. L'unica soluzione per uscire dalla melma, ribadisce il leader della Lega, sono le elezioni subito. Ma come andare al voto? Per Bossi  "sono possibili le dimissioni di Berlusconi, o un voto di sfiducia da parte della Lega. Ci sono anche queste due possibilità".

Ma Silvio Berlusconi non ci sta. Dall'ufficio di presidenza di mercoledì il messaggio che è trapelato è uno solo e chiaro: "Niente elezioni. Ora serve stabilità. Noi abbiamo il dovere di andare avanti e di governare. Se poi ci sarà qualcuno che si assumerà la responsabilità di far cadere il governo allora significa che ora sta bluffando...", avrebbe detto ai suoi il premier. 

Governo tecnico - A chi gli chiede come sia possibile giustificare con l'elettorato un voto di sfiducia del Carroccio, Bossi replica: "I nostri elettori, a differenza di quello che dice Fini, sono padani e vogliono la Padania libera. Del resto non si preoccupano". Dell'ipotesi alternativa, quella di un governo tecnico, invece non vuol sentire nemmeno parlare.  Il governo tecnico "non mi piace perché le elezioni le abbiamo vinte noi, ci sono in giro già tanti cornuti". Per andare al voto "dipende da Napolitano", però "ci sono 10 milioni di persone pronte ad andare a Roma", nel caso. Ma è impossibile un governo contro di lui e Silvio. Da parte sua il presidente della Repubblica non si pronuncia, preferendo non commentare le dichiarazioni di Bossi: "E' un problema puramente politico su cui non mi pronuncio. E’ un annuncio, una scelta, non so come definirlo, di cui posso solo prendere atto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jerico

    23 Dicembre 2010 - 11:11

    Comprendo benissimo la riluttanza del Premier , ed è giustificata dal fatto che nel lasso di tempo che intercorrerebbe tra l'indire le elezioni e le votazioni, i PM si scatenerebbero, anzi sono cisuro che è già pronto un avviso di garanzia...

    Report

    Rispondi

  • ugo66

    19 Dicembre 2010 - 09:09

    QUESTA VOLTA BERLUSCONI SBAGLIA. NON RIUSCIRA' A GOVERNARE. MEGLIO LE ELEZIONI SUBITO. SALUTI UGO66

    Report

    Rispondi

  • kartuno

    25 Novembre 2010 - 17:05

    Cari Silvio, perchè non abbassi con decreto i canoni di affitto? Non costa niente allo Stato, anzi incrementerebbe le disponibilità di tanti cittadini e, di conseguenza, la circolazione monetaria. Lo Stato guadagnerebbe con l'I.V.A.! Ma certamente a te non interessa davvero il sociale..... solo tenerti cari i voti dei ricchi. Poi, se sei un vero Statista, dimettiti..... così eviti il surriscaldarsi degli animi causato con la tua scesa in campo, evitando fenomeni come quelli successi a Capezzone e Fede. Fai la cosa giusta! Pensa all'Italia

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    25 Novembre 2010 - 10:10

    Farebbe bene ad andarsi a fare una passeggiata su per il colle e chiedere ELEZIONI.MANCA DI DECISIONISMO,e questo gli farà perdere un sacco di voti.Ma che c***zo di stabiltà pretende Berlusconi quandoFinavil contravvenendo alle sue buone intenzioni nel buttare giu' il governo,gli da fiducia e poi gli vota contro ad ogni decreto?Dateci ste ca****zo di elezioni che alla spazzatura gravitante nel governo&dintorni ci penseremo noi nel segreto dell'urna.Saluti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog