Cerca

Il Cav contro Fini: "Vuole solo la sua aziendina"

Così Berlusconi ha spiegato agli amici russi la situazione politica in Italia. E assicura, "il governo andrà avanti"

Il Cav contro Fini: "Vuole solo la sua aziendina"
Anche dalla Russia non si arrestano le polemiche tra Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini. Nel corso del suo intervento al Forum sulla democrazia in Russia, il Cavaliere liquida sprezzantemente lo scontro interno alla maggioranza e il caso Fini. Il presidente del Consiglio spiega di aver ricevuto a Yaroslav domande su cosa stia succedendo in Italia. "Li ho rassicurati - ha detto dal palco - sono piccole questioni di professionisti della politica che vogliono avere la loro aziendina politica. Ma sono cose che non toccano la governabilità". "Il mio governo - ha poi sottolineato - andrà avanti per i tre anni di legislatura" che ancora mancano.

Sulla magistratura - Non è mancato nel discorso del premier un "classico" della sua retorica: l'attacco alle toghe. "Nel mio Paese la magistratura ha raggiunto un potere che non ha limiti. La magistratura deve essere potere dello Stato e non ordine dello Stato".  Molte «accuse» della magistratura, ha anche aggiunto il premier, sono «assolutamente inventate» e mettono «a rischio la governabilità del Paese».
 

Fisco salato - Il premier ha dedicato un passo del suo discorso anche all
''oppressione fiscale, "che deriva da troppe cose che lo stato fa e da come le fa". Berlusconi, ha spiegato, che "lo stato ti può chiedere fino a un terzo di quello che guadagni" ma se accade, come in alcuni Stati, che si richiede fino al 50 %, allora viene percepito come un "furto o una rapina".

Vivere 120 anni -
Alla platea di uditori del Forum sulla democrazia in Russia, Berlusconi ha raccontato anche che in Italia è impegnato nel finanziamento "di una istituzione italiana che parte dall'iniziativa di un sacerdote magico di 90 anni ed è la più grande organizzazione di sanità italiana che ha l'obiettivo di aumentare la vita media a 120 annì"  Per noi che lo conosciamo, sappiamo che il premier si riferiva  Don Verzé, il fondatore e presidente dell'ospedale San Raffaeli.  "'Per arrivare a questa ulteriore permanenza di ognuno di noi su questa terra lo sforzo che dobbiamo fare è che ci sia su questa terra democrazia", ha concluso Silvio Berlusconi.

Relazioni italo-russe - Nel lungo discorso del Cavaliere non poteva mancare un riferimento alle tematiche economiche. Ed è venuta fuori parlando delle relazioni  italo russe. "Due Paesi uniti da "stima e amicizia. Ma anche gli scambi economici ci uniscono". Berlusconi, rivolgendosi al premier Medvedev, ha detto "siete il primo fornitore di gas, importanti anche per il petrolio. Sono rapporti che ci hanno consentito di essere vicini in molte situazioni internazionali, come quando venne offerto a Ucraina e Georgia di entrare nella Nato e voi vi siete opposti, comprensibilmente. Viaggiamo bene insieme, siamo due paesi che ragionano nella stessa prospettiva".

La replica di Bocchino alla polemica su Fini- Per Italo Bocchino, interpellato, dall’Agi, le affermazioni di Berlusconi su Fini "Non meritano una risposta", e ha ricordato che "è buona abitudine non parlare di questioni interne nel momento in cui il Paese è impegnato in vertici internazionali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • AG1970

    06 Agosto 2011 - 10:10

    grande silvio. Lascia perdere tutti questi sceneggianti da circo che purtroppo zavorrano ancora il paese e vai per la strada che hai in mente. Testa a triangolo, casini, d'alema, rutello, bersani, vendola, bocchino, l'analfabeta (di pietro ndr) e tanti altri purtroppo, sono tutti dei professionisti del nulla che non hanno mai fatto niente nella vita se non prendersi il loro lauto stipendio da politico. Mi rendo conto che è molto dura la faccenda soprattutto perchè de benedetti con i suoi compari di magistratura democratica fanno di tutto per tirarti giù, ma devi teneri botta perchè se non lo fai tu qui torneremo alle tarantelle napoletane che ci hanno rovinato la vita.

    Report

    Rispondi

  • paolino46

    14 Settembre 2010 - 00:12

    avrei voglia di lasciarmi andare e rispondere allo stesso modo a chi con tanta arroganza e maleducazione insulta gratuitamente tutti coloro che osano non pensare politicamente come loro. però non ne sono capace, non rientra nelle mie abitudini,

    Report

    Rispondi

  • paolino46

    13 Settembre 2010 - 17:05

    Quel signore ha voluto solo ironizzare, sugli arbitri di sinistra. Però la sua ironia vuol sempre rimarcare qualcosa in senso rodicolo e non è mai fine a se stessa. Se poi chi la ascolta è portatore di un'ideologia di quel tipo, non puoi certo criticarlo del tutto se non l'accetta come tale. Se poi posso anche azzardare un parere, secondo me l'ironia o ancora meglio l'autoironia, deve essere OBBLIGATORIANENTE espressa con fine intelligenza. E qui, il latore di qella battuta non ce la puo fare. Trattasi di materia che non si compra.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    13 Settembre 2010 - 16:04

    e aggiungo: Pressione Fiscale. Berlusconi 2005 al 40,6 - al 2006 42,3. Prodi 2007 e 2008 42,8. Berlusconi 2009 e 2010 43,7. Debito pubblico governo Prodi 2008 a 1.663.000 Governo Berlusconi 05/2010 1.827.000. I genitori delle elementari devono, ora, portarsi a scuola la carta igienica, risme per i compiti e quant'altro materiale didattico. Ma non hanno messo le mani nelle tasche degli Italiani. E non è finita! nei mesi a venire ne vedremo delle belle.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog