Cerca

Attacco hacker al quotidiano del Pdl

Il Predellino denuncia: qualcuno "da alcuni giorni altera con espressioni volgari i nostri testi"

Attacco hacker al quotidiano del Pdl
"Il Predellino dà fastidio. Siamo sotto attacco hacker ma torneremo presto". Sono queste le parole che appaiono ai visitatori de ilpredellino.it, il quotidiano on line del Pdl diventato bersaglio di alcuni esperti della rete. "A seguito di un violento attacco hacker che da alcuni giorni altera con espressioni volgari i nostri testi il Predellino, quotidiano online del Pdl, ha temporaneamente sospeso le pubblicazioni", scrive lo stesso giornale in una nota.

I gestori del sito denunceranno gli hacker: "L'attacco subito è grave e lede il diritto alla libera espressione. Si tratta dunque di un reato che intendiamo non lasciare impunito, anzitutto per rispetto nei confronti dei nostri lettori ed elettori. Nella giornata odierna ci rivolgeremo alla polizia postale affinché indaghi sulla vicenda e sia possibile determinare chi sia colpevole di detta situazione."

La nota si conclude con un avvertimento per i malfattori e una rassicurazione per i lettori: "Chi pensasse di mettere i bastoni tra le ruote ad una testata, il Predellino, che sin dal sua fondazione ha fatto del rispetto dell’avversario e delle proprie idee, della coerenza e del coraggio i pilastri fondamentali del lavoro giornalistico - conclude la nota - commette un imperdonabile errore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • babylon 5

    16 Settembre 2010 - 14:02

    dont... ma non fai nulla nella vita!!!! Il sapiente del blog, il toscanorosso n°2 ,il correttore di bozze, il komunista di fuffa. Dimenticavo, il terrone mangia a sbaffo e a ufo. Vai a lavorare meschinello, vai a produrre che hai rubato gia' molto nella tua vita. Ora che diverrai o che sei seguace del ventola ti metterai in lista e continuarai, se eletto a rubare, cosa che hai fatto per la vita. Pensare quanta gente per bene c'e' in Puglia, proprio te e quello str@@@@ di feltroni dovevate arrivare su questo meraviglioso sito. Vai all'unita' cercano leccacu@@ tu sei il piu' adatto.

    Report

    Rispondi

  • biri

    16 Settembre 2010 - 12:12

    Se uno non è capace di "scriversi i programmi da solo" certamente non è un hacker. Se il sito del predellino può essere attaccato da incompetenti, significa che è gestito da incompetenti (non ci dovrebbe volere molto a capirlo). Se, come ha scritto qualcuno prima, per salvare il ridicolo predellino bisogna impedire la libera circolazione del software in rete, vuol dire che la mania di fare leggi ad personam dilaga: così come per proteggere un sito web basta affidarsi a persone competenti, per evitare di avere guai con la giustizia basta essere onesti. Ma le cose semplici e serie non trovano ascolto in chi ormai si è abituato all'idea che l'ombelico del mondo sia il Caro Leader.

    Report

    Rispondi

  • dontfeedtheboss

    16 Settembre 2010 - 12:12

    non mi stupisce, sei di "destra" e quindi non hai molto sviluppato nè l'intelligenza, nè la cultura. Nessun sistema informatico è invulnerabile, dipende da chi cerca di bucarlo. Più sei bravo a curare la sicurezza dei tuoi dati,server, siti web, meno gente sarà in grado di bucarla. Se sei un incompetente ci riesce anche un ragazzino con qualche softwarino beccato su qualche rivista informatica da 4 soldi, se sei un professionista, per fregarti ci vorrà un professionista + in gamba di te. Ora dicci, poveraccio, secondo te chi ha defacciato il predellino, un supergenio o un ragazzetto?

    Report

    Rispondi

  • woody54

    16 Settembre 2010 - 11:11

    con i software free che scarichi dalla rete puoi penetrare una rete domestica o almassimo una piccola azienda sprovvista di adeguati firewallm, non minimizzi il mestiere dell'hacker saluti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog