Cerca

Nessun interrogatorio per Tulliani

Montecarlo gate: la priorità dei Pm è di accertare il prezzo di vendita dell'appartamento

Nessun interrogatorio per Tulliani
Accertare il prezzo di vendita. Resta ancora questa la priorità degli inquirenti della procura di Roma che stanno indagando sulla vendita dell'appartamento di Montecarlo appartenuto ad Alleanza Nazionale lasciata in eredità dalla contessa Colleoni.

Insomma per i pubblici ministeri capitolini “nulla è cambiato”, neanche dopo le rivelazioni del ministro della giustizia di Santa Lucia e il video del presidente della Camera, Gianfranco Fini. Ma c’è di più sembra, che non ci sia nemmeno  l’intenzione di convocare Giancarlo Tulliani.

I magistrati, da una parte, ribadiscono che allo stato "non si ha intenzione" di convocare Giancarlo Tulliani e dall’altra parte si sottolinea come le verifiche andranno avanti sino a quando non sarà definito il valore immobiliare dato all’appartamento di Boulevard Princesse Charlotte.

Intanto, a oggi, l'autorità giudiziaria del Principato di Monaco non hanno ancora trasmesso il supplemento di rogatoria richiesta nelle scorse settimane. I documenti oggetto dell’istanza potrebbero essere comprovanti il prezzo di vendita da parte del partito e quello di acquisto della società off-shore Printemps Ltd. Nonostante tutto gli inquirenti sottolineano come le verifiche andranno avanti sino a quando non sarà definito il valore immobiliare dell'appartamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giuliab09

    28 Settembre 2010 - 17:05

    IL FIGLIO I BERLUSCONI, LA PROCURA AVREBBE PERQUISITO ANCHE IL DI LUI FIGLIO, NATO DA POCHI MESI...VIVA LA GIUSTIZIA, NOI VOGLIAMO LA VERA GIUSTIZIA!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    28 Settembre 2010 - 13:01

    Mi sembra giusto e doveroso. Ma come si stanno impegnando i pm incaricati delle indagini? In maniera stupida ed inconcludente! Forse non essendo in presenza di varie intercettazioni le loro capacità, dubbie, investigative se ne vanno a farsi benedire! Santo cielo, siamo nell'era internet!! Basterebbe collegarsi e chiedere alle maggiori agenzie immobiliarie monegasche qual'è il reale valore di un immobile di questo tipo a Montecarlo! E loro che fanno? Rogatorie inconcludenti che a niente portano. Volete sapere qual'è la vera realtà dei fatti? La magistratura inquirente incaricata di queste indagini ha il terrore che, a conti fatti, il valore reale di questo immobile possa , come tutti ormai sanno, essere di 1 , anche 2 milioni di euro, perchè in questo caso dovrebbero per forza mettere sotto inchiesta fini. Ma come si fa ad inquisire uno che, per proprio tornaconto, ha sempre detto di avere fiducia nella magistratura? Uno che va contro il loro nemico Berlusconi?

    Report

    Rispondi

  • marcello marilli

    28 Settembre 2010 - 12:12

    Nulla di nuovo sotto il sole : come aveva previsto caro direttore siamo al tentativo osceno ,schifoso , ributtante , di far cadere tutta la faccenda nel dimenticatoio . Come se nulla fosse accaduto , la solita magistratura si prepara a dare man forte ai badogliani per far cadere questo governo dilatando i tempi per gli accertamenti ed inoltre non ritiene ( spero per ora ) giunto il momento di sentire il tulliano ,unico generatore di questa situazione al limite del ridicolo . Ma fini cosa aspetta a mandare a casa quei descamisados peronisti che gli stanno vicino ? il bocchino infatti da alcuni giorni appare in tv in maniche di camicia : forse soffre di caldane da andropausa ?

    Report

    Rispondi

  • tenente drogo

    28 Settembre 2010 - 11:11

    Che sensibilità e prudenza, che grande discrezione ! sono ammirevoli questi magistrati ! bravi e ciscienziosi stanno ora affrontando un difficilissimo problema : quello della valutazione dell'appartamento di 70 metri quadri nel centro di Montecarlo. Certo è complicato, molto complicato...........che gli venga in mente di domandare a qualche autorevole agenzia del luogo, come farebbe uno qualsiasi di noi in 3 minuti ? Ma noi non siamo magistrati.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog