Cerca

Liti nel Pdl sul dopo Silvio: la designata è Marina

Velina Rossa: "ll Cav ha scelto la figlia per la sua successione". I colonnelli ex An su tutte le furie

Liti nel Pdl sul dopo Silvio: la designata è Marina
L'ex alleato storico Gianfranco Fini, fino a qualche mese fa considerato il successore naturale di Silvio Berlusconi, se ne va sbattendo la porta; anche i ministri più vicini al Cav (la Prestigiacomo, la Brambilla e gli stessi ex "Generali" di An) negli ultimi tempi mugugnano e si lamentano, chiedendo un maggior confronto all'interno del partito.

Cosa sta accadendo all'interno del "Partito dell'amore"? Solo problemi politici o alla base di queste tensioni c'è qualcosa di più?
Secondo Velina Rossa, foglio parlamentare vicino a Massimo D’Alema, il problema che sta squassando il principale partito italiano sarebbe legato all'eredità politica del Premier: lo scettro di Palazzo Chigi, infatti, non sarebbe destinato a Giulio Tremonti, bensì alla primogenita del Cavaliere, Marina Berlusconi, attuale presidente di Fininvest e del gruppo Arnoldo Mondadori Editore.

Una successione "monarchica" che, per quanto dovrebbe essere sicuramente posta a giudizio dell'elettorato (se non tramite voti, almeno monitorando i sondaggi), avrebbe fatto infuriare quei politici del Pdl che vedevano nel loro futuro una fulgida ascesa parlamentare.
"Abbiamo il sospetto- scrivono i referenti di Velina Rossa - che i malumori nati nel Pdl sono dovuti anche a questa scoperta, determinando frustrazione soprattutto tra i dirigenti della ex An". Se così fosse, l’unico contento sarà Gianfranco Fini: "Lui aveva visto chiaro per tempo", chiude Velina Rossa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Moma

    23 Ottobre 2010 - 21:09

    Ok. Perfetto. Chi meglio di lei puo' veramente rappresentarci. Evviva. Sei Grande Papi. Bello schiaffo a sti buzzurri che speravano in una loro canditatura. Ma lo sanno che per dirigere un azienda ci vogliono le pal.... e Marina, anche se è una gran bella donna, ce le ha....

    Report

    Rispondi

  • nastydusty

    22 Ottobre 2010 - 22:10

    per me può candidare chi vuole,anche apicella.però il popolo deve avere la possibilità di scegliere,ecco perchè deve essere cambiata questa legge elettorale indegna.

    Report

    Rispondi

  • stagnino

    22 Ottobre 2010 - 08:08

    Come, santeilbandito, ubik,valeria78, biri,paulinu,toscanorosso, ecc.ecc.ecc. X Postato da bruno osti | 21/10/2010 alle 16.12 ((Marcoenrico | 20/10/2010 alle 17.23 - "...In quei casi schede bianche diventano votate per le sinstre e schede ))Bruno osti ho fatto per alcuni anni lo scrutatore, ed ho visto il presidente di seggio come manipolava le schede tu hai perfettamente, ragione, ed è proprio così. Ma tu non sai che quasi tutti i presidenti di seggio in tutta l´Italia , sono sempre i soliti raccomandati, in Italia e all´estero, PC. e DC.adesso questi partiti col nuovo nome; ma sempre gli stessi PD. e UDC. Come noi sappiamo i ladri , si sentono sempre rubati.E perciò hanno governato per tanti anni in più, sempre con le prepotenze ed imbrogli))E una minima parte dei Presidenti di seggio sono neutrali! Spero che il Ministro Maroni, e il ministro Alfano, ne prendano atto.

    Report

    Rispondi

  • annapri

    21 Ottobre 2010 - 12:12

    ... no comment... per esempio perchè non mettere come successore roberto saviano?! una svolta vera per il paese!!! e come ministri altre personalità con un c.v. che descrive personalità dotte e saggie?! scrittori, scienziati, studiosi e gente di buon senso e buon gusto, con una preparazione storica (ci vorrebbe un corso di storia o una laurea in storia obbligatoria per fare il politico) soddisfacente ed una condotta perlomeno decente?! il problema è che gli uomini di spessore non si sporcano con l'indecenza e e non banchettano con gli stolti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog