Cerca

Lodo, Napolitano: "Direzione giusta"

Di ritorno dal viaggio in Cina, il capo dello Stato sembra fiducioso ma comunque cauto: "Leggerò tutto a Roma"

Lodo, Napolitano: "Direzione giusta"
Il presidente Giorgio Napolitano sembra soddisfatto delle modifiche fatte sul Lodo Alfano. Lo dice ai giornalisti poco prima del rientro in Italia dopo la settimana passata in Cina. "Dal momento che si parla di eliminare quella fattispecie dell'autorizzazione e di tornare alla sospensione automatica prevista dalla legge Alfano, è evidente che si va nella direzione (che io promulgai, nrd)''.

Nessuno commento sulla discussa questione della reiterabilità, ovvero la possibilità che lo scudo sia ripetibile dopo il termine del mandato. Quanto all'immunità per il capo dello Stato, li è limitato a dire: "Non mi imbarco in una discussione su ciò che trovo a Roma, perchè ho l'abitudine di leggere le carte. So che si parla di un emendamento che sarà presentato solo mercoledì". Sull'argomento, Napolitano ha ricordato la lettera già inviata a Carlo Vizzini, presidente della commissione Affari costituzionali del Senato, sul problema della diminuzione del ruolo del Presidente della Repubblica.

Il capo dello Stato ha concluso con una battuta la breve intervista sul Lodo: " È giusto che i giornalisti corrano avanti e i politici non devono essere troppo in ritardo. Ma voi siete troppo in anticipo. Non e' necessario che corrano anche i politici e tanto meno quando si trovano all'estero''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • futuro libero

    03 Novembre 2010 - 12:12

    come mai riane zitto quando parlano fini e bersani mentre deve sempre fare qualche critica su Berlusconi e governo? Ma non fu proprio Lei a giurare al popolo italiano che sarebbe stato il presidente di tutti? Allora presidente perchè ascolta solo una parte e non l'altra? Una parte chiede che il presidente della camera non è più superpartes, ha fondato un suo partito. La carica era stata data ad un appartenente del PDL, futuro e libertà non esisteva proprio. Perciò oggi abbiamo un presidente della camera che abusa della sua carica, ma quello che è peggio è che ha il suo inondizionato benestare. Mi auguro che almeno non si faccia incantare dai suoi amici ad un governo tecnico. Ci sarebbe una rivoluzione e lei ne sarebbe la causa.

    Report

    Rispondi

  • spadaccino100

    03 Novembre 2010 - 10:10

    BERSANI LA TUA VALVOLA SI È BRUCIATA E INCOMINCI A PERDERE I COLPI ! TU SEI ANDATO FUORI DEL SEMINATO ! TU PARLI DI COLPO DI STATO? TU DICI MORIRÁ BERLUSCONI CON TUTTI I FILISTEI ? MA SAI TU CHE QUESTI FILISTEI SIAMO TRE QUARTI DELL´ITALIA INTERA : TU SEI IMPAZZITO ! POLIZIA ARRESTATE IMMEDIATAMENTE QUESTO È UN UOMO; DA LEGARE

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    01 Novembre 2010 - 13:01

    .... anche quando i russi entrarono in Ungheria! E Cossutta, ancor più comunista di lui, giustificò l'invasione.

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    31 Ottobre 2010 - 11:11

    ad avere in un presidente super partes solo quando manderà a casa fini perchè è di parte e non farà un governo tecnico ma deciderà per le elezioni. Solo così potremo dire di avere un grande e vero Presidente della Repubblica. Che dite posso sperare?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog