Cerca

Aut aut da Silvio. Fli: "Parole deboli"

Ultimatum dal Premier: "Se vogliono andarsene lo dicano chiaramente". I finiani attendono il Congresso di Perugia

Aut aut da Silvio. Fli: "Parole deboli"
Hanno seguito il discorso di Silvio Berlusconi in tv gli uomini di Futuro e libertà. E dalla tv hanno saputo che sta a loro decidere la sorte della coalizione: Berlusconi, infatti, ha detto chiaramente che devono valutare, considerare, ma inevitabilmente prendere una decisione. Le alternative sono dare ancora un senso alla coalizione oppure dirsi addio e tornare alle urne. Subito dopo le dure parole del Premier a conclusione della Direzione del Pdl ("Se Fli ritiene esaurita l'esperienza di questo governo lo deve dire con chiarezza e lo deve dire subito, noi siamo pronti a raccogliere la sfida"), ha parlato Italo Bocchino, braccio destro di Gianfranco Fini. "Tardivo, deludente e senza prospettiva", avrebbe detto Bocchino, ma il portavoce Fabrizio Alfano ha smentito. Sta di fatto che, a questo punto, il centrodestra italiano attende domenica, quando ci sarà il discorso di Fini a Perugia per il Congresso di Fli. Bocchino ha promesso "novità" dall'Umbria, e secondo qualcuno avrebbe anche detto che dopo domenica nulla sarà come prima.
Nel day after, Fini sceglie di riunire i propri "fedelissimi" nella sede romana di FareFuturo. Il Presidente della Camera, in vista dell'importante appuntamento del fine settimana, avrebbe chiesto "un colpo d'ala" nell'attuale situazione. I suoi immancabili alleati Adolfo Urso e Benedetto Della Vedova appaiono d'accordo.

In poche parole Silvio Berlusconi ha spiazzato tutti. Col suo "aut-aut" ha cancellato ogni ipotesi di (difficile) riappacificazione, nata dopo il rapidissimo incontro all'Altare della Patria. Il cerimoniale dell'omaggio al milite ignoto per il 4 novembre li ha riuniti a pochi centimetri l'uno dall'altro, e Gianfranco e Silvio "hanno dovuto" parlarsi e stringersi la mano (GUARDA LA GALLERY).
Se la formalità ha dato credito all'ipotesi di una nuova alleanza, le parole del Premier hanno proposto un vero ultimatum. Fini, a questo punto, deve decidere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biemme

    10 Dicembre 2010 - 21:09

    qualsiasi cosa succeda il 14 non ci saranno vincitori. L'Italia ha già perso grazie ad uno sparuto numero di irresponsabili nullafacenti ingrassati ed arricchiti alle nostre spalle. Non rimane che andare alle urne, ammesso che Napolitano sia in buona fede e le conceda. Recuperare i traditori e proseguire con Fini disgusterebbe molti elettori di centro destra. La Lega rimarrebbe l'ultima spiaggia.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    07 Novembre 2010 - 17:05

    Non sto a discutere sulla linea da tenere con Fini, rispetto tutte le opinioni, ma lo considero un politicante come tanti... Un "leader" dovrebbe comportarsi in tale senso e, seppure il centrodestra non brilli di politici e statisti, é evidente che Fini é certo una notevole folaga capostormo... ma non sarà mai un'aquila!!! Quanto al persistere della sua presenza, difficile fare pronostici, in fondo chi tende ad essere sleale in pubblico ed in privato viene schedato ipotecandone il futuro, ed alla sinistra fanno sempre comodo i guastatori... Quello che temo, purtroppo, e lo dico con rammarico, é che il panorama politico continui a fornirci faine, zecche, camaleonti e stercorarie che mi pare già sovrabbondino in tutto il Parlamento.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    06 Novembre 2010 - 19:07

    Egr. robe, mi sembra che lei, pur essendo presente su ogni articolo del blog non abbia capito un tubo di quello che succede. Il vero motivo per cui Berlusca aspetta il momento giusto per far cadere il governo non è quello che con grande supponenza pensa lei, ma piuttosto sta aspettando la mossa del fini che però vigliaccamente tarda ad arrivare, in modo da addebitare a costui tutto quello che ne può derivare; caos amministrativo, incertezza del futuro dell'Italia e le elezioni che come sappiamo hanno un costo non indifferente. E stia sicuro che la gente al momento del voto si ricorderà di chi predilige gli interessi personali e di bottega ad una legislatura normale e ne trarrà le conseguenze. Chiamalo se vuoi..il gioco del cerino e ci sarà qualcuno che si scotterà le dita.

    Report

    Rispondi

  • gianni1950

    gianni1950

    06 Novembre 2010 - 10:10

    La smetta di comportarsi da traditore. Gli italiani hanno cpmpreso che è incoerente , falso e bugiardo. La storia dal 1995 ad ora lo dimostra ampiamente, cambiamento di valori, cambiamento di ideali ecc. ecc, Ora anche cambiamento di casacca. Ci dica se vuole andare a fare il servetto di D'alema e delle sinistre, altro che partito nuovo, con quattro gatti tipo il boccuccia di rosa e altri invalidi accattoni traditori. Si vergogni e tenga stretto il tesoretto da lui amministrato di 400 milioni di A.N. Abbiamo visto come sa amministrare bene i soldi altrui; vedere casa a montecarlo e bella elisabetta, compagna e conduttrice dei nuovi ideali finiani. Siamo alla svolta o alla frutta!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog