Cerca

Di Pietro a Bersani: "Mettiamo alla prova Fini"

Il leader Idv esorta il Pd a presentare una mozione di sfiducia contro il premier: "Così vedremo se Gianfranco è disposto a votare o se vuole solo fare il furbo"

Di Pietro a Bersani: "Mettiamo alla prova Fini"
Il fondatore di Futuro e libertà Gianfranco Fini ha chiesto ieri al premier di dimettersi, presentarsi al Colle e aprire la crisi. Berlusconi ha rispedito la richiesta al mittente: "Non ho nessuna intenzione di dimettermi". Piuttosto dovrebbe essere il presidente della Camera ad assumersi la responsabilità di una crisi di governo e votare la sfiducia in Parlamento. L'alternativa, per Fini, è stringere un nuovo patto di legislatura allargano all'Udc di Casini. Mentre la Lega prende tempo e attende "dietro un cespuglio", l'opposizione pensa a come inserirsi nello strappo della maggioranza. Secondo il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, "a furia di passarsi il cerino, il cerino si sta spegnendo. Cercare risposte nel perimetro del centrodestra, magari cercando un allargamento, è del tutto illusorio, bisogna aprire una fase nuova". L'idea per stanare Fini arriva dall'Italia dei Valori.

"Mettiamo alla prova fini" - L'Idv mostra un certo scetticismo nei confronti di Fini: Antonio Di Pietro, Massimo Donadi e Felice Belisario sottolineano che gli atti del governo, criticati ora dal leader Fli, siano stati in passato da lui appoggiati. L'ex magistrato esorta quindi Fini a essere coerente e promuovere una mozione di sfiducia. In alternativa chiede al Pd di presentarla. E sul suo blog scrive: "Caro Luigi hai sentito pure tu che ieri Fini ha detto che Berlusconi si deve dimettere? Ti rendi conto anche tu che forse è arrivato il momento di sfiduciarlo visto che lui non si dimetterà mai? Tu potresti replicare che non abbiamo i numeri per farlo. Ma è qui che casca l'asino. In questo momento, noi dobbiamo stanare Fini e non Berlusconi ma ci deve dimostrare se 'ci fa o ci è'. L'unico modo per smascherarlo è chiedere a te che hai i numeri sufficienti in Parlamento, di presentare una mozione di sfiducia nei confronti del premier, basata sulle stesse motivazioni che sono venute fuori dal discorso di Fini a Bastia Umbra. Così metteremo alla prova Fini e vedremo se è disposto a votare la mozione oppure no. Così capiremo se vuole soltanto fare il furbo o meno. Caro Luigi noi dell'Italia dei Valori non abbiamo i parlamentari sufficienti per far passare questa mozione di sfiducia, ma l'abbiamo già depositata perchè non vogliamo aspettare che il Paese muoia, mentre i politici se ne stanno chiusi nel bunker a rimpallarsi le responsabilità. Partiamo con un'iniziativa concreta, dimostrando di avere il coraggio di sfiduciare Berlusconi, di cambiare la legge elettorale e di andare alle urne". Sulla possibilità del governo tecnico poi aggiunge: "Noi dell'Italia dei Valori non accetteremo che al governo ci vada il solito Casini che, senza il consenso dell'elettorato, pretende di governare. È ora di passare dalle parole ai fatti: è ora di finirla con il gioco degli equivoci. Ieri, nel suo sermone domenicale, Fini ha detto quello che noi dell'Italia dei Valori diciamo da sempre: ovvero che Berlusconi non ha titoli, non ha capacità, non ha volontà per governare nell'interesse degli italiani. Per questo siamo stati tacciati di essere populisti, giustizialisti, massimalisti. Oggi, invece, nessuno ha il coraggio di dire che quei contadini dalle scarpe larghe e dal cervello fino dell'IdV avevano capito da tempo come stavano le cose. Allora andiamo alle elezioni, chiediamo agli elettori di scegliere chi mandare in Parlamento e chi a casa, ovviamente con una nuova legge elettorale. Prima, però, mettiamo Fini nelle condizioni di assumersi le sue responsabilità e di passare dalle parole ai fatti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    13 Novembre 2010 - 21:09

    Dalla vigliaccheria proverbiale che contraddistingue il Pitale,non credo che il Tabaccaio piacentino e l'orso Molisano ottengano una prova di fiducia.Pur di salvarsi le c**appe e non sparire dal panorama poitico voterà comunque la fiducia a qualsiasi cosa gli venga proposta.Il che a mio parere per i due compari equivarrebbe a mettere gli attributi nei carboni ardenti.Saluti.

    Report

    Rispondi

  • spadaccino100

    13 Novembre 2010 - 13:01

    QUANDO I FIGLISDEI ANNEGAVANO TU ANCORA UNA VOLTA; HAI COMANDATO I TUOI SCAGNOZZI, COME AVETE FATTO; A ROSARNO, A ROMA CAMPI ROM, IN CAMPANIA, A CAGLIARI, A BRESCIA, AMILANO,NE SALERNITANO; E ANCHE A PADOVA DOVE LA GENTE È DISPERATA; E VOI IMMEDIATAMENTE ALL`ASSALTO; SENZA NEMMENO UN SENSO DI UMANITÀ : DELLA CATASTROFE AVETE PENSATO SOLO AL POTERE ED APPROFITTANDOVI ! DELLA GRAVE SITUAZIONE VOI; AVARI PREPOTENTI MENEFREGHISTI EGOISTI VERGOGNA! FINI, BERSANI, DI PIETRO, CASINI, E TUTTO IL RESTO. PERCHÉ NON VI SIETE FATTI VIVI SUI LUOGHI DOVE ANCORA UNA VOLTA LA PIOGGIA ,HA MESSO IN GINOCCHIO MOLTE REGIONI D`ITALIA, SPECIALMENTE NEL VENETO:E CAMPANIA VI SIETE NASCOSTI; COME QUANDO IL VOSTRO CAPO BAFFETTO QUANDO LANCIAVA LE BOMBE MOLOTOV SI NASONDEVA; NEI CESSI E VOI VOLETE IMPOSSESSARVI; ANCHE ENTRANDO PER LA PORTA DI EMERGENZA: E I FRATELLI D`ITALIA CHE SI ARRANGINO? QUANDO I

    Report

    Rispondi

  • gicchio38

    13 Novembre 2010 - 12:12

    BRAVO DI PIETRO. SICURAMENTE E' LA PRIMA VOLTA CHE HAI AVUTA UNA BUONA IDEA. NOI PIDIELLINI TE LA APPOGGIAMO CON TUTTO IL CUORE E DOVE VUOI TU. ANCHE NOI SIAMO CURIOSI DI SAPERE FINALMENTE CHE CAZZO DI IDEE HA LO SPILUNGONE CHE RUMINA SEMPRE E CHE MANDA SEMPRE IN AVANSCOPERTA QUEI TRE BIRILLI (il piccolissimo bocchino (PER CARITA' NON PENSAVO PROPRIO A QUELLA PRATICA) MA OURTROPPO PER LUI QUELLO E' IL SUO COGNOME E BEN GLI STA. SUBITO DOPO SI ACCODA "IL BOMBOLONE" CHE PARTA COME SE STESSE RECITANDO UN ROSARIO. ED INFINE TESTA DI LEGNO CHE RIPETE ESATTAMENTE QUELLO CHE HANNO DETTO I DUE SUOI COMPARI ISTIGATI DALLO SPILUNGONE. QUESTO E' QUELLO CHE OFFRE fli. POVERACCI COME VI COMBINEREMO SE SOLO AVREMO IL PIACERE DI ANDARE A VOTARE.

    Report

    Rispondi

  • spadaccino100

    13 Novembre 2010 - 02:02

    7 | Postato da stagnino | 09/11/2010 alle 17.00 NON SO CHI SIETE, E NE CHI VI ABBIA SPINTO A FARE UNA DIMOSTRAZIONE IN UN MOMENTO COSÌ DRAMMATICO! A RIGUARDO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, SI È PRESENTATO PER DARE SOCCORSO, A CHI VERAMENTE NE HA DI BOSOGNO, È UNA EMERGENZA! VOI NON SIETE DEI STUDENTI VOI SIETE SOLAMENTE DEI RIVOLUZIONARI VE NE FREGATE ALTAMENTE DI CHI NE HA DI BISOGNO IN QUESTO MOMENTO TRAGICO, INVECE DI DARE UNA MANO A CHI NE HA DI BISOGNO ED AIUTARE I NOSTRI FRATELLI. E VOI STATE COME I CANI ARRABBIATI AD ASPETTARE ALLA DISTRUZIONE DEL NOSTRO PAESE! VI DICO CHE GLI EX GOVRNATORI NELL`IRPINIA TERREMOTO 1963/1980/ I COMP AGNI E I DEMOCRISTIANI NON SI SONO MAI FATTI VIVI, MENTRE ALL`AQUILA SONO STATI FATTI I MIRACOLI

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog