Cerca

Finanziaria, Tremonti: "Misure per 7 miliardi, ne mancano 2"

Incontro di maggioranza a Montecitorio. Napolitano: "Approvazione inderogabile". Bossi: "Se non passa, salta il governo"

Finanziaria, Tremonti: "Misure per 7 miliardi, ne mancano 2"
Incontro a Montecitorio tra il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, e i capigruppo della Camera e in commissione Bilancio dei partiti di maggioranza (Pdl, finiani, Lega e Mpa) sul ddl Stabilità. "E’ andata bene", a detta dei partecipanti, ma restano da trovare 2 miliardi di euro: sono emerse "esigenze per 7 miliardi e allo stato ci sono 5 miliardi di copertura", spiega Fabrizio Cicchitto.

Nel maxiemendamento che il governo presenterà domani entreranno i fondi per università (1 miliardo), ammortizzatori sociali (1,5 miliardi) e missioni all’estero (800 milioni per sei mesi). Sono previste anche riduzioni dei tagli ai Comuni e alle Regioni. Circa 2,5 miliardi arriverebbero dalle aste per le frequenze digitali; un miliardo verrebbe reperito grazie ai giochi; 1,75 miliardi erano previsti nel decreto di luglio in vista di misure per il 2011; il resto potrebbe arrivare da rimodulazione di spesa.

Veneto - Nella Finanziaria dovrebbero essere inserite anche le misure per l'emergenza maltempo in Veneto. Ma il ministro per la  Semplificazione, Roberto Calderoli, non si sbilancia:  "Se ne è parlato si sta facendo una stima". Non è escluso che le misure per fronteggiare le difficoltà di imprese e cittadini veneti possano entrare in un altro provvedimento.

Il messaggio di Napolitano - Dal Quirinale il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, "pur non entrando nel merito di alcuno degli scenari politici evocati in varie sedi nella giornata di oggi, presta soprattutto attenzione alle scadenze di impegni inderogabili per il Paese". In particolare, si apprende, il Capo dello Stato "ha verificato le previsioni relative alla approvazione in Parlamento della legge di stabilità e della legge di bilancio". Per il Colle la legge finanziaria rappresenta una delle scadenze inderogabili per la politica italiana.

"Futuro e Libertà onorerà l'impegno richiesto da parte del Capo dello stato affinché la crisi politica della maggioranza non intralci una rapida approvazione della legge di stabilità e di bilancio", assicura Benedetto Della Vedova. Anche dall'opposizione, il leader dell'Idv Antonio Di Pietro ai impegna per il "sì": "Approviamo anche la finanziaria, ma poi si deve presentare una bella mozione di sfiducia per mandare a casa questo governo che non è più in grado di governare", aggiunge l'ex magistrato che già ieri aveva manifestato l'intenzione di stanare Fini. Da parte sua il leader della Lega e ministro delle Riforme Umberto Bossi ha avvertito oggi dal Veneto:  "Se non passa la finanziaria, salta il Paese".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • skyroll

    12 Novembre 2010 - 15:03

    Se la sua mano sinistra alla fronte indica il tormentato dubbio che l'assale sul dove reperire quei due miliardi,non si faccia assalire da qualche intensa emicrania che la debba indurre nell'errore:pensi ai ''rimborsi elettorali'' ai partiti,ad affittopoli,..lei conosce in modo piu' approfondito di me,il lunghissimo elenco delle i voci riguardanti tanti capitoli di spese della casta a cui lei appartiene ,per sua fortuna e per nostra disgrazia,e mi permetta di consigliarla a rivedere le sue interviste e le sue dichiarazioni passate,nel caso avesse qualche piccolo problema di memoria.

    Report

    Rispondi

  • FERRPAO3054

    12 Novembre 2010 - 11:11

    COMPLIMENTI PER LA TUA ANALISI E CIFRE ESPOSTE SULLA EVASIONE CONCORDO PIENAMENTE - ESEMPIO BASTI GUARDARE L'ALLUVIONE DEL VENETO E QUELLA SUCCESSA IN MERIDIONE A DISTANZA DI POCO LA GENTE DEL VENETO VISTA CON PALE E CARIOLE E SPIRITO DI SOLIDARIETA' MENTRE AL SUD COME SEMPRE PERSONE AFFACCIATE AL BALCONE O CON NIENTE IN MANO A FARE POLEMICA SUL GOVERNO E VARI - IL SUD E' UN BACINO IMPORTANTE PER QUEI POLITICANTI CHE VOGLIONO MANTENERE INVARIATO LO STATO ATTUALE DELLE COSE FINI DI OGGI VUOLE SFASCIARE TUTTO PERCHE SE PASSA IL FEDERALISMO HA FINITO DI PRENDERE VOTI AL SUD IL FRATELLO FINI DI IERI PARLAVA DI ALTRE COSE OGGI E' PRONTO A TRADIRE IL PATTO CON I SUOI ALLEATI ED I SUOI ELETTORI -

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    11 Novembre 2010 - 17:05

    E te credo che al Sud la finanza non becca mai nessun evasore, le verifiche non ci sono e se ci fossero poveri quei finanzieri, sarebbero dei veri eroi con le quattro mafie che imperano e dettano la loro legge, non quella dello stato. Comunque, la CGIA di Mestre, quella di quel Bortolussi ora eletto nelle file del PD (non della Lega) , nota per la serietà ed imparzialità delle sue indagini, ha stabilito che il 84% dell'evasione in Italia proviene dal sud ed è dovuta principalmente al lavoro nero, quindi nel resto dell'Italia è del 16%, se la matematica non è opinione. E poi, voglio dire che sarà la decima volta che scrivo di queste statistiche, ormai sono stufo, mi sembra di dialogare con dei muri . Se prima di postare le vostre false cacchiate vi documentaste un pochino, si eviterebbero tutte queste diatribe ed a me sarebbe risparmiato il compito di confutarvi.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    11 Novembre 2010 - 12:12

    A proposito di ignoranza (la solita tiritera usata anche a sproposito) a me pare che lei ne abbia una bella dose. Quindi non l'addebiti ad altri. Detto senza astio, s'intende

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog