Cerca

Caso Ruby, Maroni alla Camera: "Affidamento regolare"

Il Ministro in Parlamento: "La ragazza fu segnalata a Berlusconi come parente di Mubarak. Lei aveva il numero della Minetti"

Caso Ruby, Maroni alla Camera: "Affidamento regolare"
Il ministro dell'Interno Roberto Maroni ha riferito - ieri al Senato e in mattinata alla Camera - riguardo la vicenda di Ruby, la neo 18enne marocchina che, secondo una prima ricostruzione dei fatti, era stata liberata dalla Questura (dove era stata portata per un furto da oltre 3mila euro) grazie ad una telefonata del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Secondo Maroni, la procedura di affidamento, come già riferito dal procuratore capo di Milano Edmondo Liberati, è stata eseguita rispettando "il regolamento e la regolare prassi". Il Ministro ha aperto il suo intervento affermando: "Nella circostanza che mi accingo a illustrare la polizia di Stato ha ancora una volta confermato doti di professionalità ed equilibrio ed applicato con assoluta correttezza tutte le procedure previste".

Il Ministro ha quindi proseguito l'informativa: "Il Presidente chiedeva informazioni al capo di gabinetto della Questura di Milano in merito all’accompagnamento presso la questura di una minore di origine nordafricana che gli sarebbe stata segnalata come parente del presidente egiziano Mubarak".
In seguito "giunse in Questura la consigliera regionale lombarda Nicole Minetti che informava di conoscere la giovane". Ruby acconsentì ad uscire con la Minetti in quanto "affermava di conoscerla e di avere il suo numero di telefono". Ruby e la Minetti lasciarono la Questura di Milano alle ore 2 della notte tra il 27 e il 28 maggio. Nella procedura, ha proseguito Maroni, "non ci fu alcuna frettolosità o superficialità".

"Il 30 ottobre - ha insistito Maroni - ho ascoltato il capo di gabinetto e il funzionario di turno in quella notte come persone informate sui fatti". In seguito è stata raccolta anche la testimonianza di Vincenzo Indolfi, questore di Milano in quei giorni. Maroni ha concluso il suo intervento affermando che l'autorità giudiziaria conferma questa ricostruzione. Pertanto, ha assicurato, su questa vicenda "non ci saranno altre indagini".

Dopo l'intervento di Roberto Maroni a Palazzo Madama, hanno preso la parola, tra gli altri, i capigruppo Maurizio Gasparri, del Popolo della Libertà; Anna Finocchiaro, del Partito democratico; e Federico Bricolo, della Lega Nord.
La presidente dei senatori del Partito democratico Anna Finocchiaro ha acccusato il Premier dicendo: "Berlusconi si conferma inadeguato a essere il presidente del Consiglio di un grande Paese democratico e molti di voi sono consapevoli di questo", come ad esempio "quel pezzo di maggioranza che si raccoglie intorno al presidente Fini". Rivolgendosi a Maroni, inoltre, la Finocchiaro ha affermato: "Lei ha precisato che funzionari e agenti quella famosa notte si sono comportati in modo rigoroso. Noi ne siamo convinti e il gruppo del Pd manifesta rispetto e solidarietà al personale della Questura di Milano. Ma quello che non torna non è questo. Quella sera non fu rispettato il lavoro degli agenti, che invece - ha attaccato - fu condito di menzogne da parte del presidente del Consiglio e di un soggetto delegato che non poteva essere delegato perchè era il suo capo scorta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Liberovero

    19 Novembre 2010 - 17:05

    quando parlo di classe politica mi riferisco a tutti i politici sia di dx che di sin e di centro. Io mi definisco un liberaldemocratico, non ho mai votato a sinistra. Nel 1994 votai per l'alleanza di centro, nel 1996 e nel 2001 per Berlusconi, poi non ho più votato, perchè profondamente deluso dal cavaliere che mi aveva truffato con il famoso contratto con gli italiani. Sono stufo del Berlusconismo e dell'antiberlusconismo che ritengo essere due jatture che si legittimano a vicenda ed hanno il solo scopo di consentire ad una classe politica di inetti di mantenere posizioni di potere e privilegi, mentre l'Italia cade a pezzi. Sono anche stufo dei tifosi delle due fazioni perchè considerano ciò che bene o ciò che male sulla base della simpatia politica senza entrare nel merito delle questioni o delle azioni. Ho già scritto da qualche altra parte che auspico una rivoluzione culturale necessaria per uscire da questa condizione di sudditanza perenne a prescindere da chi andrà al governo.

    Report

    Rispondi

  • migrante

    18 Novembre 2010 - 13:01

    caro Liberovero, "sono preoccupato !", infatti sottoscrivo il suo desiderio di una classe politica "all'altezza", voglio comunque prendere l'aspetto positivo della questione e vedere in cio` una sana distribuzione bipartisan di ottusita` e onesta` intelletuale. ps...la ringazio del riferimento alla normativa e non dubitando della sua onesta` lo prendo per buono dicendo " touche!", mi rimane comunque il dubbio sulla possibilita` del "collaboratore" , ribadisco pero`che il punto centrale sta` nelle due coincencao de oliveira, "una" e` nota alla giustizia come prostituta e l'altra no !

    Report

    Rispondi

  • Liberovero

    18 Novembre 2010 - 12:12

    credo che entrambi concordamo sul fatto che noi Italiani, anche se non lo meritiamo, avremmo bisogno di una classe politica più seria e credibile. P.S. La legge n. 39 del 1989 subordina l'esercizio dell'attività di mediatore all'iscrizione al Ruolo degli Agenti di Affari in Mediazione tenuto presso ciascuna camera di commercio. Per farvi parte è necessario dare un esame presso la propria Camera di Commercio esibendo copia del diploma di scuola media superiore e l'attestato di frequenza al corso obbligatorio per agente immobiliare.

    Report

    Rispondi

  • migrante

    16 Novembre 2010 - 22:10

    bhe, noto con piacere noto che abbiamo un punto su cui concordare, infatti neanche io credo alla storiella del benefattore per quanto riguarda quella sera di maggio, ma sono altresi`sicuro che a giungere a questa conclusione non siamo statispinti dallo stesso ragionamento !...p.s....non e` che sia necessario essere iscritti ad un albo per "avere" una agenzia immobiliare ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog