Cerca

Silvio e Umberto: "Senza la fiducia si va a votare"

Nel vertice della notte ad Arcore, Lega e Pdl tracciano la strada: "Non mollare". Oggi Fini e Schifani convocati al Colle

Silvio e Umberto: "Senza la fiducia si va a votare"

L'asse Berlusconi-Bossi tiene duro, ed esce con la testa alta dall'incontro di lunedì sera ad Arcore. Il summit tra i vertici di Pdl (il premier, Alfano, La Russa, Bondi e Verdini) e della Lega (il Senatur, Calderoli, Maroni con cravatta rossonera, Cota, Reguzzoni e Giorgetti) ha stabilito le prossime mosse. Semplicemente andare avanti, fino in fondo, schivando e respingendo gli intrighi di palazzo. Niente crisi pilotata e niente "Berlusconi Bis", perché il presidente non ha nessuna intenzione di alzare bandiera bianca. Se qualcuno dovrà farlo, non sarà lui: l'impegno di Governo continua.

Insomma da una parte Silvio non ci pensa nemmeno a cadere sotto i colpi di Fini, e sottolinea: "Stanno cercando di delegittimarmi, mi accerchiano, ma provo a resistere". Dall'altra la Lega Nord conferma la fiducia al premier, in attesa di ottenere la fiducia al Senato, per poi andare alla Camera con il coltello dalla parte del manico: se l'esecutivo cadrà, la responsabilità sarà tutta di Gianfranco Fini. E Berlusconi ancora confida nel fatto che il presidente della Camera non voglia prendersi questa responsabilità. Quindi: fiducia oppure elezioni.

Oggi Fini e Schifani al Colle - Lunedì i finiani e il Movimento per l'Autonomia del governatore siciliano Raffaele Lombardo hanno formalmente abbandonato il Governo: il "via" definitivo alla manovra di accerchiamento contro Silvio Berlusconi. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha convocato Gianfranco Fini e il presidente del Senato, Renato Schifani. Durante l'incontro di oggi il Capo dello Stato chiederà chiarimenti sulla mossa che ha portato alla fuoriuscita di un ministro, un vice ministro e tre sottosegretario dal Governo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stagnino

    16 Novembre 2010 - 20:08

    AVETE VISTO COME IN ITALIA FUNZIONA A PERFEZIONE LA NOSTRA MAGISTRATURA? DOPO SOLAMENTE 37 ANNI DI INDAGINE! A NOSTRE SPESE! FINi ALMENTE HANNO ARCHIVIATO S ENZA NESSUN COLPEVOLE? BRAVISSIMI, E LA STRAGE DI BOLOGNA? E TANTE ALTRE STRAGE INDAGATE E TUTTE LE INDAGINI FATTE INUTILMENTE? E AVETE SOLAMENTE DANNEGGIATO LO STATO, E MAI NESSUNA CONDANNA?QUANDE TONNELLATE DI PROCESSI MAI FATTE? QUANDE TONNELLATE DI PROCESSI FATTE A SENSO UNICO? MA QUANDO LA VOLETE SMETTERE?

    Report

    Rispondi

  • vin43

    16 Novembre 2010 - 18:06

    Di balordaggini ne abbiamo lette molte e molte ancora, purtroppo, ne leggeremo. Rimaniamo sempre dell’idea che quanto più incivili sono, tanto più convinti siamo di essere nel giusto. Speriamo solo di non leggere commenti di siffatta indecenza. Ci crediamo poco. A proposito «.. ma l’interesse del paese.. », bene faremmo noi del PdL e della LN a dare la maggioranza assoluta al nostro capo.

    Report

    Rispondi

  • mark73

    16 Novembre 2010 - 17:05

    Io credo che per il rispetto dei risultati elettorali e quindi per democrazia questo governo vada avanti o si va' al voto ! e' diritto del popolo italiano decidere se ci sara' un altro governo quale sara' ! non certo di diritto di Fini o delle opposizioni decidere di fare una nuova maggioranza non votata addirittura cambiando la legge elettorale a loro piacere ! se siamo in una democrazia allora che sia il popolo a decidere tramite le elezioni se Berlusconi e Lega non dovranno governare e chi al loro posto .... o se altrimenti potranno tornare a governare (come io spero) . Perche' a mio parere queste escamotage delle opposizioni e del traditore sopratutto suonano di colpo di stato legale !!!

    Report

    Rispondi

  • micael44

    16 Novembre 2010 - 17:05

    Mi auguro che Berlusconi e Bossi ricordino che Napolitano è un comunista!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog