Cerca

Napolitano: "Speculazioni ingiustificabili sulla stampa"

Nota ufficiale del Colle, disappunto verso alcuni articoli apparsi sui quotidiani

Napolitano: "Speculazioni ingiustificabili sulla stampa"
Giorgio Napolitano non gradisce gli articoli apparsi sul suo ruolo istituzionale. Ultimo, in ordine di tempo, quello pubblicato su "Libero" e scritto da Franco Bechis. Nel pomeriggio giunge una nota del Quirinale in cui si legge: "Alcuni giornali quotidianamente attribuiscono al presidente della Repubblica affermazioni e intenti di carattere politico che non hanno alcun fondamento in posizioni da lui effettivamente assunte. In particolare - prosegue la nota - la lettura del testo pronunciato nella cerimonia di consegna dei premi De Sica svoltasi ieri al Quirinale è sufficiente per constatare che esso non conteneva alcun riferimento alla legge di stabilità in discussione in Parlamento, se non una valutazione positiva degli annunci del ministro dei Beni culturali 'in materia di ripristino di risorse Fus per il 2011 e di rinnovo delle misure di incentivazione fiscale al cinema'. Il discorso del Presidente si è chiaramente rivolto al futuro - si legge ancora nello scritto ufficiale del Colle - sollecitando una 'riflessione di fondo e di prospettivà che parta dalla sfida 'cui non possiamo sfuggirè della riduzione del nostro debito pubblico e di 'revisioni rigorose nella spesa pubblica'".

"E’ in questo quadro, italiano ed europeo - emerge dalla nota - che il Presidente ha invitato a una seria discussione sullo spazio da dare alla risorsa cultura, nella convinzione che non la si possa mortificare nella ricerca di 'nuove vie' per lo sviluppo del Paese. Tale discorso - conclude il Quirinale - non giustifica dunque alcuna speculazione relativa all’attualità politica e tanto meno all’esercizio dei poteri propri del capo dello Stato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Akille6

    27 Novembre 2010 - 17:05

    Akille6-Pensionato 68 anni-Veneto DOC, Caro , Caro Sig. Presidente.Ma ??? lei è capo di un gregge.Lei lo Deve sorvegliare,controllare,organizzarlo,sollecitarlo,fare in modo che la sera vada nel recinto, o no???? ma no !!! Caro Sig Presidente, Lei non deve sempre Dormi@@@re e non fare niente, e tacere xchè le garba, quando le garba.Non può aprir bocca solo quando le conviene.Lei deve sempre esser super Partes, sempre intervenire,quando alcune pecorelle non fan bene. MA !!! non deve sveglier###si solo quando le pecorelle che a lei non piacciono, si danno una smossa e fucilarle.deve sparare sui Lupi non sulle pecore che non le sono simpatiche,lei deve intervenire anche quando le pecorelle marchiate di Rosso fanno cazz@@@ate, le deve sgridare tutte INDIPENDENTEMENTE si PRESIDENTE. o è capo che vigila nel giusto o non dia multe GRATUITE quando la svegliano dal suo caro terpore.Dorma di notte non di giorno stop pusssssa viaaaaa,svegliaaaaaaaaaaaaaaaa (ho mancato di rispetto???)

    Report

    Rispondi

  • blues188

    27 Novembre 2010 - 16:04

    Uomo grigio dal grigio potere, grigio come i suoi vestiti firmati. Grigio come le sue visioni politiche e grigio-rosso come il suo passato mai rinnegato. Si sa infilare senza darlo a vedere in ogni aspetto che a lui non aggrada. Si fa credere al di sopra di tutti,mentre è personalmente invischiato nelle porcherie italiane: non perché ne sia attore (o almeno non lo sappiamo) ma in quanto tace quando gli occorre e bèla quando gli fa comodo. Uno dei tanti e troppi presidenti (indegni) che hanno tenuto per una parte sola d'Italia, quella che campa di rendita, di giochi sottobosco e di ribalderie. Quella onesta, che piega la testa e che mantiene il resto è bellamente ignorata, quando non sbeffeggiata. Grosso modo la storia di Caino e Abele in chiave moderna. Non basta Napoli per arrossire, abbiamo anche un Napolitano, uso ai segreti misfatti partenopei. Un dramma italiano che perpetua il Ciampi di malandrina memoria

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    26 Novembre 2010 - 08:08

    E' diventato un profluvio di esternazioni e di interventi a gamba tesa,....soprattutto contro il Governo, ben sapendo che è stato eletto solo dall'allora ristretta maggioranza di sinistra..In particolare, si diletta sui tagli,..da lui definiti...lineari (anzichè modulati?')..Il nostro caro Presidente, sa bene che il migliore incentivo psicologico (che in definitiva ..è il più importante) all'accettazione delle decurtazioni da parte dei cittadini, sta nell'esempio dall'alto..Più volte, è stato fatto rilevare che la nostra Presidenza della repubblica costa..esageratamente troppo..(paragoni stridenti ..a bizzeffe)..Allora, segua il nostro consiglio..Prenda a riferimento le Case regnanti di Svezia, Norvegia..la Casa Bianca ecc..E moduli i tagli del Quirinale (anzichè fuffescamente su basi modestamente lineari..), su tali parametri oggettivi..Vedrà che i cittadini contribuenti saranno più contenti e disponibili a fare la loro parte.. e lei....più credibile..ed efficace..

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    25 Novembre 2010 - 19:07

    La Sua è l'età della saggezza, e qualunque sia il suo ruolo istituzionale, faccia tesoro di questa massima, non si pentirà mai di ciò che non ha detto, le sarà molto utile viste le recenti esternazioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog