Cerca

Bondi: "Piano straordinario per Pompei"

Incontro tra Ministro, presidenti Provincia e Regione: per il sito sopraintendenza autonoma

Bondi: "Piano straordinario per Pompei"
Poteri più incisivi per la tutela del sito di Pompei: con questo ruolo dovrebbe tornare la soprintendenza autonoma nel luogo artistico campano. E' questo il punto principale del provvedimento d'urgenza che il ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi ha intenzione di presentare in uno dei prossimi Consigli dei Ministri.

Nel piano, inoltre, dovrebbe trovare posto anche una serie di misure straordinarie di manutenzione con un aumento di personale tecnico e l'invio immediato di una task force di archeologi, architetti e operatori specializzati per realizzare tutti gli interventi necessari. Si tratta di "misure urgenti per il recupero del patrimonio archeologico" di Pompei che affrontano "immediatamente le criticità connesse".

La notizia giunge al termine di un incontro al Collegio Romano tra lo stesso ministro Bondi, il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro e il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nilo01

    05 Dicembre 2010 - 10:10

    per pompei, per il cinema, per il teatro, per l'arte, per la cultura del paese, sarebbe liberarsi di bondi, che come ministro vale come le sue poesie, cioè zero

    Report

    Rispondi

  • michele.antonelli

    04 Dicembre 2010 - 11:11

    Incommentabile

    Report

    Rispondi

  • giuseppe57

    03 Dicembre 2010 - 10:10

    bluessssssssssssss... che ti dicevo ?? Lo sai cosa significa questo, vero ?? Altri soldi, al tuo odiatissimo Sud, da parte del tuo governo del Nord. E tu che stai ancora lì a credere a questa gente. Gonzo. :-)

    Report

    Rispondi

  • LiberaleDeluso

    03 Dicembre 2010 - 09:09

    L'unico che funzionerebbe è quello che prevede le dimissioni di Bondi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog