Cerca

Il Cavaliere è prudente ma il sorpasso è vicino

Catone, Calearo, Scilipoti e Cesario voteranno sì. E con le assenze per gravidanza di Cosenza e Buongiorno la conta è fatta: 313 a 312

Il Cavaliere è prudente ma il sorpasso è vicino
Silvio Berlusconi professa calma e prudenza, ma l'ennesima giornata di trattative in vista del voto di fiducia alla Camera del 14 ndicembre porta buone notizie al suo governo. Secondo fonti interne al Pdl, la "conta" a Montecitorio avrebbe registrato ufficialmente il sorpasso su Pd e terzopolisti: 313 voti a favore contro i 312 contro, grazie ai sì del finiano Giampiero Catone e di Domenico Scilipoti, Massimo Calearo e Bruno Cesario (confluiti nel Movimento di Responsabilità Nazionale). In più, bisogna considerare l'astensione dei due deputati di Svp, Brugger e Zeller e l'assenza di Giulia Buongiorno e Giulia Cosenza per gravidanza.

Il premier però vuole una maggioranza meno risicata e per questo ha confidato di sperare "in un ravvedimento di chi ha lasciato il Pdl". Alla delegazione italiana del Ppe ricevuta a Palazzo Chigi avrebbe confidato: "Non mi dimetto, perché fare una crisi al buio è da irresponsabili". Il premier avrebbe messo in guardia anche dall'ipotesi di un esecutivo tecnico: "Non farebbe meglio del mio governo, perché dovrebbe iniziare tutto da capo". Men che mai, poi, affidare la guida dell'Italia "a chi ha perso le elezioni invece di chi le ha vinte".

In serata Berlusconi, intervenendo telefonicamente a Bolzano nel corso di un evento organizzato dalla deputata Micaela Biancofiore, ha detto che "chi di Futuro e libertà voterà la sfiducia al governo non entrerà mai più nel centrodestra: se votano contro saranno alleati della sinistra". Il Cav si è poi detto certo che "dai finiani il 14 dicembre ci sarà un soprassalto di ragionevolezza. Sono sicuro che si asterranno piuttosto che consegnarsi ad un limbo politico". Secondo il Presidente, infatti, si asterranno perché "mesi fa sono saliti su un convoglio guidato da Fini che pensavano essere la terza gamba pronta a sostenere il governo e si sono ritrovati su un convoglio guidato da Bocchino e che ha come unica destinazione la sinistra". Infine Berlusconi ha confermato che la riforma della Giustizia sarà all'ordine del giorno nel primo Consiglio dei Ministri dopo la fiducia.

LA RISPOSTA DI BOCCHINO - Pochi minuti dopo la telefonata di Berlusconi a Bolzano giunge la risposta di Italo Bocchino al Premier. I membri di Fli che votano "no" alla fiducia vanno fuori dal centrodestra? "E chi lo decide, lui? E che Berlusconi ha per caso il brevetto del centrodestra?
- si chiede Bocchino - Il centrodestra non è un marchio Mediaset, ma un’area politica e culturale a cui si appartiene per storia, cultura e valori. Berlusconi ostenta la stessa sicurezza che gli costò cara quando affermò, dopo l’espulsione di Fini, che con il presidente della Camera ci sarebbero stati 'quattro gatti'. Non vorrei che anche questa volta il suo ottimismo gli giochi brutti scherzi", conclude l'esponente di Futuro e libertà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tigrin della sassetta

    11 Dicembre 2010 - 17:05

    È (prudentemente) iniziata la grande operazione “nondum matura est” da parte del Finto; si illude di evitare le figure di pupù mollemolle, ma io ho conservato in freezer (apposito file nella cartella dedicata) un florilegio delle sue trombonate. Se non sarà più che prudente gli somministrerò tanti di quei cucchiaioni di gialappa da fargli defecar la dentiera. Non proferirà replica? Ecchissenefrega, tanto l’effetto è tale e quale! Anima cattiva

    Report

    Rispondi

  • PJ72HY

    11 Dicembre 2010 - 17:05

    caro presidente gli sfascisti da fini in poi bisogna lasciarli perdere.Silvietto Berlusconi non deve affiancarsi a traditori,perchè sarebbe continuamente ricattato e decelerato nel suo lavoro.Il 14 secondo me si avrà la fiducia perchè parte di quelli,riflettendo bene si accorgeranno che senza silvieto sono nessuno.Ilpaese può andare avanti solo con SIVIO BERLUSCONI non ci sono uomini che possano sostituirlo.La mia grande soddisfazione è quella di vedere finito il loro capo di cui non voglio ripetere il nome.

    Report

    Rispondi

  • ruggiero5

    11 Dicembre 2010 - 15:03

    scacco matto ai traditori e ai gufi dell'opposizione che deicono che tutto va male,l'itaqlia è al disastro e loro quaquaraqua' la salverebbero dalla catastrofe,d'alema,bersani,bindi,franceschini,di pietro,vendola,ecc.......questa combriccola di nullafacenti da una vita vorrebbero ribaltare il risultato elettorale spodestando silvio con l'aiuto inconscio di quei quattro pasradan alla fini,bocchino,briguglio ....

    Report

    Rispondi

  • frescariello

    11 Dicembre 2010 - 15:03

    Vai Silvio . Così mi piaci . Manda un Vaffa...a Fini e ai suoi . Il 14 vinceremo tanti sono gli amici che desiderano darti una mano a dispetto dei traditori . Non cedere , non farti convincere da Letta e Bondi a dare le dimissioni. Sii forte

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog