Cerca

Lega contro Fini: "Dibattito in Aula sul presidente"

Il Carroccio sfida il leader Fli: "Suo ruolo alla Camera lede dignità istituzioni". Richiesta all'esame dei capigruppo

Lega contro Fini: "Dibattito in Aula sul presidente"
La Lega sfida Gianfranco Fini: non una richiesta di dimissioni ufficiale, ma un "dibattito in aula sul comportamento del presidente della Camera, che ha tenuto nelle ultime settimane atteggiamenti discutibili che ledono la dignità del parlamento". Lo ha chiesto formalmente il Carroccio, secondo cui il ruolo del leader di Fli sarebbe "incompatibile con un ordinato svolgimento dell’attività parlamentare". La richiesta di confronto è stata inviata all’ufficio di presidenza e ai capigruppo di Montecitorio.

"Le dimissioni stanno nella coscienza di ognuno - spiega
il capogruppo del Carroccio, Marco Reguzzoni - ma è necessario che almeno il parlamento possa esprimersi.  "A nostro avviso - continua il deputato - andando avanti così si lede la dignità delle istituzioni e si crea un precedente pericoloso". La Lega ha chiesto che la questione venga valutata dai capigruppo il prossimo 11 gennaio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 01012010

    27 Dicembre 2010 - 15:03

    Chi è causa del proprio male non deve prendersela con nessuno se non con se stesso. Ha preso in giro una grossa fetta del suo elettorato storico e cerca di riconquistarlo con panegirici sensa construtto politico pensando che la bevano. Adesso deve, e non può aspettare ancora, fare un analisi del suo operato e dimettersi. Solo così facendo potrà riprendersi un pò di quella caratura politica di cui si è sempre, vanitosamente, vantato. Da un ex deluso.

    Report

    Rispondi

  • faustino.guaraldi

    27 Dicembre 2010 - 12:12

    Possibile non si capisca una cosa , costui ha dalla sua parte una parte dei Magistrati suoi amici , la stampa di SX quelli dei salotti sic ,con un accordo ben preciso sarebbe stato salvato se solo avesse buttato a mare Berlusconi . Vi immaginate voi se quello che a fatto Fini l'avesse fatto Berluconi ? credete davvero se la casa di Montecarlo un bene del Partito fosse stata svenduta e comperata dal Cognato ,la Magistratura , la stampa di sx si sarebbe comportata come con Fini ? Siamo seri lui occupa la Presidenza della Camera che non gli spetta e se avesse un poco di dignità la lascierebbe . Non e che sia super partes essendo Segretario di un partito che questo Partito a cercato di far cadere il Governo ,se poi il Governo non è caduto e perchè è un incapace con Berluconi le a sempre prese . Ecco perchè dovrebbe andarsene è andato all'opposizione la dignità vorrebbe che dasse le dimissioni ***

    Report

    Rispondi

  • IlGrilloParlante9

    23 Dicembre 2010 - 20:08

    La Costituzione non prevede la rimozione del presidente della Camera che si comporti come fini perché è talmente grave quello che sta facendo che i costituenti non l'hanno preso neanche in considerazione. Non si può essere segretari di un partito, fare politica ed essere seduti su quella poltrona. Che non sia super partes lo ha dimostrato anche quando il contadino di bisaccia, ha offeso Berlusconi e alle rimostranze del presidente del consiglio lui ha fatto spallucce, quando invece avrebbe dovuto espellere il trattorista!!! Capito come funziona la Democrazia?

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    23 Dicembre 2010 - 20:08

    Cavallo di Troia o più facilmente a cavallo di .....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog