Cerca

Liberò Agorà: vi fidate di Casini come alleato?

Berlusconi e il leader Udc sempre più vicini. Dite la vostra su un eventuale ingresso di Pieferdi nel governo

Liberò Agorà: vi fidate di Casini come alleato?
Per un Fini che va, un Casini che arriva. Le posizioni tra il premier Silvio Berlusconi ed il leader dell'Udc sono sempre più vicine Pierferdinando sta lavorando al terzo polo con i finiani e Rutelli, ma sotto sotto ha già assicurato al governo una "opposizione responsabile". Il ministro Prestigiacomo ha annunciato di voler lasciare il Pdl dopo aver votato contro la propria maggioranza una mozione sostenuta dal Pd. Insieme ai deputati del Pdl, c'erano quelli dell'Udc, che per Italia dei Valori sta cercando di porsi come alleato di Berlusconi.

Voi cosa ne pensate? Un ingresso di Casini e Udc nel governo potrebbe dare impulso positivo alla legislatura e alle riforme in cantiere oppure credete, per usare le parole di Bossi e Maroni, "meglio andare al voto che imbarcare Casini"? Fateci sapere la vostra idea. Le opinioni verranno pubblicate su questa pagina.

L'Italia ha gia patito il doroteismo di Casini, adesso che Berlusconi governi con la propria forza o vada ad elezioni. Fidarsi di Casini sarebbe un errore ripetuto e perciò diabolico.
Dino Monciatti

on. Casini e' una persona per bene! spero che torni in se' appoggiando berlusconi, anche se  quest'ultimo non mi piace tanto! ma almeno e' di destra!
Paola Cobelli

C'è poco da fidarsi!
Anonimo

Normalmente sono portato a non fidarmi delle persone che nella loro vita non hanno intrapreso alcuna attività lavorativa.
Anonimo

Non sono un acuto analista politico e vado spesso a sensazione. Casini mi sembra il bigotto maestro cattolico per il quale qualsiasi cosa buona può andare sebbene...  "ci vorrebbe ben altro"! Uno così difficilmente fa gruppo e altrettanto trova un gruppo. L'Italia però ha urgente bisogno di trovare una forza politica stabile di induzione cristiana e Casini è uno scapestrato che vale la pena di recuperare.
Ulisse Di Bartolomei

Casini, Casini, piantala di fare il finto prezioso.
Gabriella

Nessun perdono a Fini e ai suoi accoliti. Accoglienza limitata a Casini e, soprattutto, a condizione che non attui, come ha fatto in passato, comportamenti ostruzionistici o dilatori sulla via delle riforme.
Antonio Fortunato

Casini, un nome, una garanzia. Vorrei se possibile far presente all'Onorevole Berlusconi che questa scelta potrebbe anche farlo arrivare alla fine naturale della legislatura; stia tuttavia attento all'ipertensione arteriosa.
Follini e un passato non troppo lontano insegnano.
In ogni modo ...auguri.
Vittorio Perrini

Personalmente, non mi fiderei.  Come disse un illustre antenato: chi ha tradito, tradirà e Casini ha tradito! D'altro canto, sempre meglio lui che Fini che é un serpentello succube di una moglie disonesta. Per Casini, direi che bisognerebbe lasciarlo in secondo piano.  Mai dargli la sensazione che lo si stimi, é una di quelle persone che anelitano la riconoscenza altrui, senza provarne riconoscenza. Bisogna fargli annusare la carota senza mai lasciargliela gustare. Sarà allora ai vostri piedi per tutta la vita. A partire dal momento in cui avrà azzannato la carota, si convincerà che é più furbo di voi e farà di tutto per prendere il vostro posto.
Vittorio Mangiarotti

Il nome la dice lunga ,  è mellifluo  e viscido come un biacco che stia pure nel terzo POLLAIO .
Gabriella Bassoli

Più o meno come crederei a mia moglie... se mi dicesse che quello con cui stava a letto era un amico che non aveva trovato posto in albergo. Comunque ciascuno di noi è libero di credere a quello che vuole e poi, come ha detto argutamente un lettore, di passare il tempo a lucidarsi le corna.
Anonimo

Casini va lasciato dov' è. In tutta la sua carriera politica postdemocristiana ha vagato ora qua ora là cercando sempre di fare l' ago della bilancia.
Del resto uno che si professa difensore dei valori cattolici  ma che per la morale cattolica sarebbe un pubblico concubino quale credibilità può avere?
Credo che imbarcarlo sarebbe un pessimo affare e servirebbe solo a rimandare di qualche mese le elezioni.
Alla larga!
Olia Lorenzo Erberto

Casini è l'erede della DC e quindi, secondo la tradizione, mi tappo il naso e dico SI'.
Anonimo

Se Berlusconi si è fidato di Fini, qualsiasi altra scelta sarà certamente migliore!
Casini, se non altro, non cambia idea ogni cinque minuti.
Carlo Cocconcelli

Casini rappresenta un area politica in questo Paese. Allargare la maggioranza con sconosciuti  peones che magari pretenderanno chi sa che cosa oltre l'immeritato stipendio non mi sembra una buona idea. Lasciamoli dove sono.
Il Centro Destra ha bisogno di alleanze strutturate perchè la Lega non basta più con le menate sul federalismo e su Roma ladrona. In caso di elezioni abbiamo bisogno di un programma credibile e sopratutto sostenuto da vaste aree politiche rappresentate nel Paese. Gli indecisi, che sono parecchi , non andranno a votare per paura dell'immigrato o per il sogno federalista.
Anonimo

Casini, e un Burattino della chiesa cattolica,si vede che vi sono state pressioni dall alto
Emanuele Cristo

Io credo che la collaborazione con l'Udc potrebbe essere una cosa positiva sia per il governo che per l'Italia..d'altra parte peggio del Fl non potrebbe essere.
Anonimo

E' un democristiano. Ci ha già fregati una volta. Non so se dubitare più di lui che di quelli gli stanno intorno. Cesa, Follini (che adesso mi sembra stia col PD) e quell'altro pelato che non mi ricordo come si chiama...
Mauro Frassinetti

Come fidarsi di politichini di bassa visione e funzionali tutt'al piu' ai costruttori edilizi?
Anonimo

Io non mi fido, però possiamo farne a meno in questo momento socio-economico? Buona giornata a tutti i lettori
Enio Rossi

Casini è rinasto al suo posto quando si formò il P.D.L. per  come sono andate le cose ha fatto bene ha rimanere sulle sue posizioni oggi, si comporta come un vero moderato .I saltibanchi dell'ideologia non meritano l'attenzione dei cittadini alle prossime elezioni scompariranno.
Cataldo Critelli

Ho votato 30 anni dc per mettermi al riparo da comunismo,me li ritrovo a sinistra?mai piu
non ci si puo fidare
Pierangelo Ghirardini

E' un democristiano al 100% e se ne volete una prova ripensate alla "Politica dei due forni"!
Inizierà subita a far casini contro la Lega.
Qualche patto scellerato con Badoglio/Fini e VuotoaPerdere/Rutelli deve averlo fatto.
Tenuto conto di ciò, potrebbe servire a recuperare moltissimi voti al centro, ben più di quelli che si portrà via il signor Tulliani.
Roberto Mirandola

No - non mi fido.
Pietro Fiorani

Accordo notarile pena l'uscita dalla politica per 40 anni. Forse.
Di voltafaccia ne son passati troppi. Sono Schipper nati e da qualsiasi parte tira il vento loro strambano, oppure escono come le lumache , in particolare quando è umido, cioè quando attorno a loro potrebbe esserci oltre al clima anche delle buone e tenere foglioline verdi da mangiare. Se sitratta di preparare il campo e di lavorare per eventuali raccolti, quello lo lasciano fare agli altri. Fini è un esempio, da non ripetere che Dio abbia pietà per l'anima sua.
Alberto Prandi

Il suo partito si spartiva le tangenti col PCI e hanno creato l'enorme debito pubblico, non ha mai rinnegato questo, è stato alleato di Berlusconi come Fini e come Fini si è comportato, ogni giorno fa un' alleanza e il giorno dopo la scioglie.....sopratutto si chiama come le famose case chiuse......meglio lasciar perdere.
Giuseppe Persia

No, semplicemente, convintamente, definitivamente, consapevolmente NOOOOOO
Antonio Iacona

non mi fido ne' di casini ne' di fini .........
Anonimo

Certo che se Casini dovesse fare un patto di legislatura od entrare addirittura, per assurdo, nel Governo Berlusconi, a costui gli si dovrebbe conferire l'OSCAR della PARACULAGGINE. Prima ha attirato come una Sirena procace,  quel "vuoto a perdere" di Fini che ha abboccato con tutte le scarpe, per poi ammollarlo fuori la porta.... da solo, con quell'altro bamboccione di Rutelli... che prima o poi si allinerà anche lui al Centro. Fini in compenso con quel famoso cerino bruciato in mano che non sa dove metterselo, nonostante qualcuno glielo abbia suggerito, si può consolare  con l'intelligente  ed acuta compagnia di Bocchino! (con i venti mila euro al mese -speriamo per poco- e con Montecarlo) Roba da scompisciarsi dal ridere,... e dalla rabbia: Quasi la totalità degli italiani non hanno capito ancora il motivo POLITICO di quella rivolta di palazzo, se non interpretarla come un tentativo di pierinata-furbata personale del Fini-Giuda.
Roberto Pepe

Ma per carita....meglio le elezioni.
A proposito, messaggio per Silvio: mai dare perle ai porci, diceva mia nonna ( vedi Prestigiacomo, Carfagna e compani )
Vincenzo Consolo

..lo dice il cognome stesso...mettersi di nuovo la serpe in seno dopo averne estirpata già una...mah...non sono molto convinto...personaggio troppo ondivago... bisognerebbe andare a elezioni anticipate, questa è l'unica via.
Fabio Di Consalvo

Se Berlusconi apre a casini allora è masochista  se cè un ritardo nelle riforme la colpa è solo di Casini Follini Buttiglione e tutto l'UDC perchè hanno sete di potere  fregandosene del cittadino fregandosene del fatto che cè una rivoluzione industriale in atto e che tra dieci anni finirà la crisi e per affrontare il nuovo millennio bisogna eliminare vecchi concetti politici per il bene dell' Italia Con Casini non si governa  si fa solo caos  mentre il mondo andrà avanti l'Italian sarà sempre più arretrata per colpa diCasini. Ne vale veramente la pena  allearsi con dei sogettti del Genere? Che pensano solo agli appalti pubblici per gli amici degli amici? Con questa gente le tassxe non si abbasseranno mai e poi mai  anzi aumenteranno sempre di più.Il PDL ha la maggioranza se vuole può governare facendo squadra  senza l'Aiuto di nessuno ma finchè ci saranno i bambini dell'asilo   siamo destinati a soccombere come naziione nonostante la riforma Gelmini che tra dieci anni darà i suoi frutti
Fiore Fabiani

Come si fa a dire? Dal curriculum non è che brilli per fedeltà. Ma poi, Bottiglione, Cesa, se li porta con lui? E' il cocomero napoletano: può uscire bianco e può uscire rosso: 'abbona 'e dio. Il fatto è che quando si sta per affogare ogni appiglio è una salvezza.
Celestino Ferraro

Scettico su Casini,ma in questo momento utile al governo Berlusconi.
Francesco Veccia

Casini con il suo partito ha agito molto meglio e credo che fini si sia veramente mangiata una fetta consistente di credibilita. sdoganato da Berlusconi, dall angolo al centro del potere, presidente della camera con benefit annessi e connessi si e dimostrato effettivamente politico di poca cosa e sopratutto egoista : per essere berlusconi bisogna essere berlusconi, lavorare 18 ore al giorno e mettere sempre la faccia. fini hai fatto la cazzata piu grande della tua vita politica. e adesso ? dovresti tornare da dove sei venuto li nell angolo e sentirti chiamare fascista ogni due per tre. uno come te che si attornia dei bocchino e dei granata.... ma li hai visti ... mah . tanti auguri e felice anno nuovo
Alessandro Peroni

ASSOLUTAMENTE NO,caro Presidente Berlusconi lasci perdere questo commerciante della politica alla vecchia maniera della più becera politica della prima repubblica
Gennaro Catone

In linea di massima non mi fido di chi tradisce anche una sola volta. La storia di Casini  però è stata , a ben riflettere, ben diversa da quella di Fini. Ne ha dette di cotte  e di crude anche >Casini, ma non si è spinto oltre un certo limite nè ha fatto inorridire come l'altro. Si può fare un tentativo, ma senza troppe illusioni.  Se non fosse per la partita Italia e le necessarie riforme da realizzare preferirei non osare. Occorrendo ,però, una maggioranza più decisa e decisiva proprio per realizzare le riforme, allora corriamo il rischio.
Al Direttore Feltri: bentornato. Leggerò ancora più volentieri anche Libero.
Buone Feste a Lei e Belpietro
Franco Guidi

Credo ci siano due scuole di pensiero : fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio ; la seconda dice che fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio . Mi viene da ridere
Renzo Manassero

I PRETI STANNO SEMPRE CON CHI VINCE
Roberto Fiori

DA parecchio tempo scrivo che se Casini vuole entrare nel Governo dovrebbe firmare, come ha fatto Berlusconi, un patto con gli italiani di fedelta' a Berlusconi.
altrimenti se ne vada all'inferno.
Casini è lingua biforcuta!
Gianfranco Peri

L'apertura a Casini da parte di Berlusconi per allargare la maggioranza mi sembra a rischio. Con tutti i se e i ma che sta anteponendo alla sua eventuale adesione ho paura che non si vada tanto avanti nella legislatura.  Certo avere l'UDC nel governo lascerebbe alla deriva Fini e i suoi e sarebbe un buon argomento per convincere i delusi del FLI a tornare sui loro passi. Ma a che prezzo? Trasformare il Parlamento in un Suck , in un mercato continuo con Casini che diverrebbe l'arbitro assoluto? Non sono un leghista ma, a questo punto essa ha ragione, le elezioni anticipate farebbero chiarezza.
Giovanni Gennaro

Casini! devi tornare! tu  non puoi andare   con la sinistra.
Tu sei  un DC , DOC!!!
Anonimo

I tempi sono cambiati, se ognuno che viene meno a un impegno,dovesse andare a impiccarsi come fece Giuda Iscariota, gli impiccati non si conterebbero  più. Oggi,la politica, non è più  quella che si faceva ai miei  tempi; intere giornate perse nelle sedi elettorali,dove i compagni ti portavano il panino e quando  ti arrivava l'assegno per il lavoro svolto, lo passavi  alla  Sezione che lo inascava per far fronte alle molteplici spese sostenute. Molt'acqua è passata sotto i ponti; dal 1947 a oggi, oltre a essere cambiati i tempi, sono cambiate anche le persone. Molti imperi si sono dissolti nel  nulla; molte ideologie,nate come l'attesa di un messia salvatore,si sono dimostrate negative e maligne proprio verso quegli uomini che vi credettero. Oggi,un attivista che entra a far politica vuol sapere quanto guadagnerà. Per cui la politica è diventata un bisnes e chi la esercità un  affarista ideologico, pertanto, come tutti i contratti si possono sciogliere  se non rispettati-
Nicola Guastamacchia

Bisognerebbe essere degli smemorati per avere fiducia di Pierfrego!Egli ha già dato prova di contrastare il prec.te gov.Berlusconi,avversando l'allora An di Fini,che ora assieme vorrebbe allearsi.Il cav,si trovi invece dei parlamentari che sostengano il governo sino a fine corsa,altrimenti meglio le elezioni.Tanto con Pierfrego,che vuole tutto il contrario del programma di governo,il cav.verrebbe cucinato a dovere,perdendo tutto il restante tempo stando a cincischiare,accontentandolo in tutto e per tutto.Egli è un camaleonte nato,ama la politica di più forni;si allea con chiunque purchè gli dia spazio di ritornare alle ammucchiate della prima repubblica.Chi ci rimetterebbe con una combutta del genere,saremmo soltanto noi.
Giuliano Parrini

Sì, di Casini ci si può fidare, ha sempre rispettato gli accordi con la destra. Attualmente non lo si può accusare di nulla. Non si è presentato alle elezioni con il PDL, lui è una prima donna, non aspira di essere il primo a Roma, ma non accetta di essere il secondo di nessuno: lasciamoli il suo piccolo regno è sarà alleato serio e fedele ai propri impegni ed elettori.
Tarcisio Peloso

Sì, Casini mi starebbe bene perchè a mio avviso non ha tradito come Fini. Pierferdi disse subito che voleva conservare la sua identità ed alle condizioni di abbandonare il suo simbolo non ci starebbe stato. E' stato onesto.
Flavio Smaniotto

LASCIATELO RIBOLLIRE NEL SUO BRODO.
Roberto Panati

Mmmmmm per una poltrona.............si fanno tante cose.
Annamaria Fantoni

E' difficile definire chi è e chi non è affidabile in politica,oggi più che mai.Berlusconi tempo fa disse una semplice cosa,era prima di questa ultima indefinibile vicenda:se la sinistra mi vuole buttar giù,si organizzi per le  prossime elezioni.non ricordo alla lettera,ma questo era il concetto.cosa c' distrano?che è di una logica accecante,di una semplicità disarmante.Quindi,visto che la politica e la logica sono oramai avurse può andar bene tutto...noi popolo però, vorremmo una predominanza di contenuti idee iniziative nelle contrapposizioni politiche ,vorremmo dopo aver seguito una qualsiasi trasmissione politica (ammesso di  riconoscerla...) avere almeno capito e imparato qualcosa,poco magari e non semplicemente dover dopo un tempo più o meno lungo cambiare canale o meglio spengere la t.v.per il mal di testa. noi vorremmo sentirci importanti per la semplice arma unica che abbiamo:il voto da esrcitare  a fine legislatura per premiare o punire....è tanta roba?
Anonimo

NO!!! Nel modo più assoluto. Sarà sempre, come lo è sempre stato, una spina nel fianco.
Franco Barbini

Se Casini serve per riunire i cattolici, turiamoci il naso,  prendiamolo. Ma alle prossime elezioni pensiamoci bene.
Gianni

Purtroppo per governare ci vogliono i numeri e quindi dovremo ingoiare  questo rospo ben noto anche a Berlusconi che , obtorto collo , dovrà contare anche  sui voti di questo signore. Almeno come Presidente della Camera è  stato coerente  e credo che la Chiesa, nei giorni passati, l'abbia un pò ricatechizzato. A Milano dicono : sperem in ben!
Silvano

Casini è un alleato molto più pericoloso di Fini, perchè è politicamente più intelligente e lo ha dimostrato non sbagliando nulla sino ad ora, conservandosi un seguito elettorale tutto suo, non alienandosi i favori dei cattolici, mantenendo rapporti privilegiati con il Vaticano , pur essendo secondo la chiesa un adultero in peccato mortale, e con i giornali schierati pur essendo imparentato con un  palazzinaro più volte indagato dalla magistratura. Ha avuto come mentore una vecchia volpe come Andreotti che gli ha insegnato tutti i trucchi per mantenersi a galla e conservare la poltrona. E' un abilissimo doppiogiochista e lo ha dimostrato quando, pur restando apparentemente vicino a Berlusconi ha usato Follini per scardinare il governo. Infine ha ben chiaro lo scopo di divenire il successore del  Berlusca.Era piu' affidabile l'aspide che morse il seno di Cleopatra.
Anonimo

Il rientro di Casini mi sa di minestra riscaldata è già stato dimostrato nel passato che sono diversi e che pur appartendendo alla stessa area, hanno visione diverse dalla politica Casini da vecchio democristiano e della scuola di forlani parla sempre di responsabilità pur di stare a galla ha portato l'esempio di Hobama dimendicando che lui chiedeva le dimissioni di berlusconi mentre i repubblicani d'america non chiedeavano le dimissioni di Obama oggi si parla di terzo polo formato da tre pertdenti pensando che di tre perdenti si possa fare un vincitore ma questo terzo polo con chi si allerebbe in caso di elezioni?
Antonino Lombardo

Se il Premier accoglie...credo che anche noi possiamo seguirli in questa fiducia che eviterebbe le elezioni, tragedia per un paese in crisi come sta. Abbiamo bisogno di riprenderci e queste due anni, se sfruttati a dovere, possono essere preziosi per tutti.
Maria Rita Bianco

Casini è stato sperimentato già, non è affidabile, peggio di fini.  berlusconi a costo di perdere deve fare a meno di questi opportunisti e traditori, se lo farà credo che gli elettori lo seguiranno se no?
Gaetano Russo

Pochissimo......
Anonimo

Dopo il flop di Fini per la mozione di sfiducia al Pres. Berlusconi, io credo che Fini tenti di avvicinarsi di nuovo al Pdl giusto per rimanere comodamente seduto nella poltrona ben renumerata  di Pres. della Camera tramite Casini.
Non può farlo di persona  (troppo pieno di se)  e  poi cadrebbe nel più completo ridicolo e manda avanti il mancato prete Casini, persona  probabilmente non cattiva ma senza arte nè parte.
Presidente Berlusconi stia attento chieda aiuto e consiglio  anche ai giovani leoni della Lega Nord che sono molto attenti, perspicaci e affidabili.
Maria Rita

Come ci si puo' fidare  di chi vuole stare con un piede in molte paia di scarpe .Casini e' un marpione democristiano che vuole essere l'ago della bilancia ,una volta a destra l'altra a sinistra ,vuole dettare la sua agenda con tutti i suoi tornaconti , una prova sono state le ultime elezioni amministrative regionali in Puglia ,in Piemonte ,ecc...ecc...E' nemico del federalismo e della Lega Nord ,LO FA CAPIRE OGNI VOLTA CHE PARLA IN TV   O SULLA STAMPA NAZIONALE, pertnto a mio parere meglio lasciarlo cuocere nel suo brodo.Infine da rilivare che sia lui che il TRADITORE hanno una fifa tremenda delle elezioni anticipate .
Valerio Ercolini

Casini (come del resto Fini) sono come l'AIDS. Se lo conosci lo eviti
Pier Giovanni Binotti

Meglio pochi ma fidati.Di predicatori pseudo-cattolici che ripetono alla nausea ricette ritrite ed inattuabili causa recessione abbiamo già le tasche piene.Se non è possibile proseguire la legislatura andiamo ad elezioni anticipate
Anonimo

Sono favorevole all'ingresso di Casini.
Il PDL ha bisogno di una forza moderata capace di mediare, senza sterili e pleonastiche contrapposizioni, che sono il patrimonio della vecchia democrazia cristiana. Però bisogna chiarire che non saranno ammessi trabocchetti specie sul federalismo indespensabile per responsabilizzare i pubblici amministratori.
Piuttosto sarebbe anche necessario che la Lega - che chiede, giustamente, il rispetto del programma - rispetti anche la parte di quel programma riguardante l'abolizione delle inutili privincie sottoscritto in campagna elettorale. Facciamola finita con i carrozzoni e gli sprechi. Non era lo slogan della Lega quello di tagliare i rami secchi? Allora coraggio senza penzare ai tornaconti di bottega. Si faccia l'interesse del Paese!!!
Anonimo

Caro Presidente Berlusconi,
Lei si fida di uno che è "cattolico" con più mogli (e forse altro) e - soprattutto - che non ha un mestiere definito?
Al voto!!!!
Anonimo

fidarsi di casini sarebbe il più grande errore che potrebbe fare Berlusconi a limite potrebbe essere un buon appoggio esterno al governo ma solo per votare quando potrebbe mancare il numero per la maggioranza, ma non più di tanto, oggi Berlusconi deve trovare una sua maggioranza autosufficiente altrimenti sarà sempre sotto ricatto e non credo che si possa andare avanti cosi tanto andare votare a marzo cosi finirà questo stillicidio, anche per noi elettori che questo lo viviamo con ansia.P.S che non si accordi con Fini perche saremo in tanti a non votare più
Alessio Luise

No non deve entrare nel governo, Casini non è affidabile. Meglio puntare sul'eventuale passaggio di onorevoli al PDL, oppure dare da parte dell'UDC l'appoggio esterno!! Casini è stato meno duro di Fini, ma a volte più cattivo e malizioso!! PERSONAGGIO INAFFIDABILE!!
Giorgio Bussacchetti

Come cattolico (che non vota UDC da quando è passato all'opposizione) di Casini vorrei fidarmi ma molto dipende dai rapporti politici che vorrà avere con Fini. Già il fatto di aver formato con lui il cosiddetto "terzo polo" mi ha fatto imbestialire. Comunque spero che Berlusconi lo convinca ad entrare in maggioranza e sfrutti questi tre anni di convivenza politica per "educarlo" sulla politica del fare togliendogli il vizio democristiano di inciuciarsi con tutti pur di restare al potere. Se ci riuscirà potrebbe essere lui il nuovo leader del centro destra del dopo-Berlusconi. Certo che la vedo dura anche per uno tosto come il Silvio.......
Alessandro Sasso

SEGUO LA POLITICA  DA  30 ANNI E  SU CASINI SI POSSONO DIRE TANTE COSE.
DEMOCRISTIANO , FALSO , IPOCRITA   , BANDERUOLA  ECT .MA IN MANCANZA DI MEGLIO  E SENZA ALTERNATIVE PER AGGRANDIRE LA MAGGIORANZA DI GOVERNO  SE  ACCETTATE I PRINCIPI DI BASE DI CASINI CIOE'  ( LA FAMIGLIA,I FIGLI  IL RISPETTO DEI PRICIPI UMANI  LE NOSTRE RADICI GIUDAICO CRISTIANE , L'ITALIA UNICA E INDIVISIBILE DIMENTICANDO IL SECCEZIONISMO CARO ALLA LEGA  E L' ESTREMISMO ( IL FEDERALISMO CREDO CHE POTREBBERO ACCETTARLO ) ALLORA FORSE CI SI POTREBBE ANCHE FIDARE DI CASINI E POTREBBE ESSERE ANCHE UN ALLEATO  FEDELE .DIPENDE SE IL PDL E LA LEGA ACCETTANO TUTTO QUESTO.
ATTENZIONE : QUESTO E' SOLO  ED ESCLUSIVAMENTE UN MIO GIUDIZIO PERSONALE
Enrico Petretti

Si, ci risiamo con questo Casini,il suo cognome dice tutto sul suo modo di agire
"casinista" dico solo casinista per non essere offensivo. Se proprio si vuol farlo entrare nella maggioranza, bisogna fargli mettere nero su bianco,. che non intralcerà il cammino del governo fino alla fine della legislatura.
Spero che questo mio commento venga pubblicato, altrimenti non vedo il perchè debba perdere del tempo inutilmente.Grazie
Franco Boscaro

Casini e' come il finito, un traditore millepiedi gli piace stare dove si vince, xcio' ha ragione bossi mai con l'UDC, sono dei falliti, andiamo a votare, forza lega
Alonso Garcia

Un pò Pannella, un pò Fini, un pò democristiano o soltanto cristiano dell'avemaria o crumiro.  Quelli che prima del rosario invitavano a votarlo e anche mia madre(90annhi in olio d'oliva)ne aveva preso atto. Il fatto è che questo learc della politica che suona stonato il clavicembalo della misericordia, ha fatto più danni al Paese che 7o di scudocrociato. Coi dollari "azzurra" vuol diventare ciò che non sarà mai. Per me,personalmente,che di preti e di sacristi ne ho conosciuti tanti,è un elemento pessimo e guai ad agguantarlo per le sorti di un governo che dovrebbe dirigere verso l'anno 3000. Vade retro il Satanasso.
Topo Gigio

Non c'è dubbio che Casini nel governo Berlusconi 2001/2006 qualche "casino" l'ha combinato. Però c'è da dire che il suo comportamento da Presidente della Camera non è mai stato così "quasi delinguenziale" come quello di fini! Credo che una sua partecipazione al governo con un programma ben definito e con dei paletti ben stretti, sia possibile. In ogni caso meglio un Casini sotto controllo che un fini fuori da ogni controllo visto che ormai neanche riesce a tenere in riga i suoi giannizzeri,granata,briguglio e bocchino.
Agostino Vaccara

NO ASSOLUTAMENTE NO
Anonimo

Commento sintetico: no, grazie.
Paolo Miglioranzi

Sinceramente non ho tanta fiducia di Casini come aleato, essendo un voltagabbana sotto l'influenza della sinistra da un lato e dall'altro il vaticano che lo tiene in pugno perche' ex DC, mi auguro sia serio e do il voto 5.
Giampietro Sinigaglia

Come ci si puo' fidare  di chi vuole stare con un piede in molte paia di scarpe .Casini e' un marpione democristiano che vuole essere l'ago della bilancia ,una volta a destra l'altra a sinistra ,vuole dettare la sua agenda con tutti i suoi tornaconti , una prova sono state le ultime elezioni amministrative regionali in Puglia ,in Piemonte ,ecc...ecc...E' nemico del federalismo e della Lega Nord ,LO FA CAPIRE OGNI VOLTA CHE PARLA IN TV   O SULLA STAMPA NAZIONALE, pertnto a mio parere meglio lasciarlo cuocere nel suo brodo.Infine da rilivare che sia lui che il TRADITORE hanno una fifa tremenda delle elezioni anticipate .
Valerio Ercolini

Ma per carita'  risparmiateci st'agonia. Casini e' piu' bugiardo di fini. meglio il voto
Romeo di Pietropaolo

Più che accettare un Casini al Governo, io giocherei la carta dell'aggregazione di singoli parlamentari insofferenti del loro partito e disposti a confluire in un nuovo gruppo, che, collaborando fedelmente e senza le ambizioni di queste mezze cartucce, sostituisca Fini e i suoi bocchini nelle varie Commissioni. La venuta di Casini in ambito PdL aumenterebbe la conflittualità anche in seno al PdL.
Antonio Longo

Casini lei e' una brava persona scaltro furbo e inteligente ma caro Casini stai tu tirando toppo la corda sai che il federalismo e' l'unica strada percoribbile per il paese quindi visto che lei e' una persona ponderata e realistica entri nel governo e voti per il federalismo per' il bene del paese dara' segno univoco di essere un vero moderato anche in nome della sua tradizione politica distinti saluti.
Luca Lopez

Basta la Parola!! Prima Follini, poi Gianfranchino.... senza contare che lo abbiamo già avuto sulle gobbe una volta!! ASSOLUTAMENTE NO!! Meglio le urne e da SOLI!! Stare alle larghe dai democristiani per favore.
Fabrizio Marchesi

Cosa ci si può aspettare da uno come Casini; da uno che pur di assicurarsi un posto in Parlamento dopo la distruzione della DC si prostra ai piedi di Berlusconi, gli giurà fedeltà assoluta "Saremo sangue del tuo sangue e carne della tua carne" e si fa eleggere nelle liste di Forza Italia; da uno che non ha avuto neppure il coraggio di dire al suo leader benefattore che fondava un nuovo partito (quello della Vela) e glielo fa dire dalla Fumagalli Carulli. Col senno di poi devo dire peccato non averli conosciuti prima questi retroscena per cui faccio ammenda per averlo votato fino alle elezioni del 2001. Cosa possiamo aspettarci da uno che è diventato, come Fini, presidente della Camera grazie a Berlusconi e dietro quel paravento ha dettato la linea a Follini che ha preteso il cambiamento della legge elettorale maggioritaria e ora ci ritroviamo con questa; da uno che ha dichiarato che non sarebbe morto berlusconiano (liberissimo); da uno che invocava la "discontinuità" e che, dopo la sconfitta sul filo di lana nel 2006, uscito dalla Casa della Libertà, fu prontissimo a volervi rientrare alla caduta del governo Prodi nel 2008, ma protervamente teorizzava un leader acchiappavoti per vincere le elezioni e un leader diverso per governare dopo le elezioni (sic! Forse pensava a se stesso). Da uno così, che perfino recentemente ha preteso l’umiliazione del Premier chiedendone le dimissioni con il pretesto del reincarico e che ha votato la sfiducia cosa possiamo aspettarci? Cosa può aspettarsi Silvio Berlusconi? Io capisco che Berlusconi è persona generosa e non ha animo cattivo, ma credo che in politica, proprio perché lui non è un politico, un po’ di cattiveria all’occorrenza dovrebbe averla, visto che gli avversari, infischiandosene del pregresso rapporto umano e personale non si fanno scrupolo di nulla. In caso di maggioranza risicata il Premier tiri dritto per la via delle elezioni che è sempre la via maestra e la via della chiarezza e lasci perdere Casini.
Agostino Manca

è da molto tempo che asserisco che il dott.berlusconi oltre ad essere un genio è anche un masochista.tra serpenti e traditori vi è una sola strada che libererebbe in forma definitiva dalla scena politica fini il fli e farebbe scomparire il terzo polo :
l'elezioni anticipate.
Remo Francia

casini è assolutamente inaffidabile,un giorno dice rosso ed un altro giorno invece nero,personaggio ambiguo e dalla personalità contorta,per sua scelta non dà mai ad intendere ciò che pensa,un "sibillinismo" a dir poco offensivo..........
Giovanni Rossini

Lo giudico un politico  contorto , contraddittorio e delle volte anche banale, non è ilmassimo che ci si possa augurare come interlocutore, in mancanza d'altro turiamoci il naso ed andiamo avanti.
Tommaso Serafini

Non mi fido, non mi fido, non mi fido...
Rosario Gioffrè

Il suo partito ha principi democratici sicuramente quindi sarebbe naturale fare un governo insieme al PDL e Lega.  Casini però si è comportato in passato, e ancor più adesso, come alcuni vecchi democristiani; importanza alle convenienze personali, non al bene del paese.
Meglio non fidarsi più di Casini.
Claudio Amore

Non è bastato il bidone fatto una volta ? sveglia questo è abituato a stare da buon democristiano
dalla parte dove tira il vento, lo ha nel DNA.
Andrea Pieraccioli

Ha ragione Bossi, non c'è  da fidarsi! Casini rappresenta l'italiano colto laureato ruffiano portaborse leccac..  opportunista  che come i sinistri  hanno fatto della politica e dell cariche politiche la loro professione.  NON ESITANO UN MINUTO A GIRARSI DALL ALTRA PARTE  con il sorriso sulla bocca  ti INC....
Fabio Ferrari

Non mi fiderei di Casini. E' un politico di mestiere, tante parole vuote e nessun potere e seguito.
Casini non sa fare e cerca solo di apparire. Pronuncia sempre le stesse parole vuote.
A mio parere è vecchissimo. Se sapeesse  tacere e portasse il suo contributo come numero potrebbe servire. NO, NON MI FIDO DI CASINI.
Carlo Marchisio

Con Casini potrebbe essere fattibile ma mai c poi mai con Fini  e Rutelli
Umberto Scionico

Imbarcarlo una prima volta è stato un nerrore; imbarcarlo una seconda volta sarebbe diabolico!
Francesco Pricolo

Di Casini non mi fido, mi ricorda il "Divo" Andreotti. Fidiamoci invece della Chiesa che sembra consigli stabilità. La sua parola può ridimenzionare tutta la boria del Pier Ferdinando Casini ( anagramma: se andrai con Fini perdi).
Ha ragione Berlusconi: decida in un mese e facciamola finita.
Anonimo


Il voto degli elettori è stato stravolto appena si è creato il Fli e sono andati all'opposizione o comunque in aperto contrasto con la maggioranza. Dovremmo essere in regime bipolare quindi la regola sarebbe andare alle elezioni per non permettere di stravolgere o votare con gente non riconosciuta dall'elettorato. Il fatto che Berlusconi trovi altra parlamentari è esso stesso una violazione del bipolarismo, senza contare che, quando la maggioranza c'era, spesso mancavano alle votazioni numerosi parlamentari, perciò come possono sperare di reggere e attuare riforme vere che non siano compromessi di comodo con due gatti in più e per di più con nessun dovere verso gli elettori? E' meglio chiarire la situazione politica con le elezioni anche se dovesse costare qualche cosa. L'unico problema è l'incognita di Napolitano, se le vorrà indire o voglia favorire giochetti di palazzo non indicendole e approfittando che la nostra Costituzione ha alla base elettorale tuttora formalmente, dopo le modifiche intercorse sulla legge elettorale, un altro sistema elettorale.
Anonimo

Per fare le riforme occorre una maggioranza numericamente preponderante e soprattutto coesa: non c'è più. E non ci sarà certo per la bontà d'animo di qualche fuoruscito dai vari partiti di opposizione che vuole salvare la propria pensione arrivando a fine legislatura.  Le riforme vanno fatte a inizio legislatura, durante la "luna di miele", e non  dopo due anni e mezzo di continuo logoramento. Questo governo può sopravvivere (forse) fino al 2013, ma sopravvivere non significa governare ne' tantomeno fare le riforme, quelle vere, con la Giustizia in primo piano. In questa situazione, è molto meglio chiuderla lì e andare alle urne prima possibile: di tempo ne abbiamo perso già troppo.
Giovanni Acquaviva

Personalmente non mi fiderei  tanto di Casini,dal momento che, nella passata esperienza di governo con il cdx, non brillò molto per lealtà verso gli elettori e verso il Premier,pur non esponendosi direttamente con critiche e gravi  azioni politiche come ha fatto ora il traditore fini. Una smodata ambizione personale ed un irrefrenabile impulso al protagonismo accomunano Casini e fini,tanto da rientrare  a pieno titolo nella  classica categoria dei "giuda",da cui ben guardarsi! Ti prego,Silvio,non sei (non siamo!!)ancora usciti del tutto dall'incubo fini,non cadere (non  cadiamo)definitivamente  nella "brace" con Casini!
Anonimo

Uno ce lo siamo tolti dagli zebedei....L'altro ben conoscendolo se lo sta tirando in casa per farseli rompere ancora meglio.Quello prima o poi fa ancora piu' casino di Finavil.Staremo a vedere.ELEZIONI subito.Saluti.
Mauro Mariani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorisvioni

    01 Gennaio 2011 - 16:04

    Ni sentirei più tranquillo se Berlusconi imbarcasse nel Governo Chavez. O Lula, adesso é anche disoccupato.

    Report

    Rispondi

  • infisso

    01 Gennaio 2011 - 11:11

    Personalmente ho sempre considerato la DC il PC ed il MSI i principali artefici dei mali di cui è stata afflitta la democrazia in Italia soprattutto durante la "Prima Repubblica". Agli albori della "Seconda Repubblica",poichè ancora esistono al comando esponenti di spicco,poco è cambiato nelle scelte e nei comportamenti: la cultura è quella e non si può cambiare repentinamente. Mi è piacuito il titolo di ieri de "il Giornale": L'ITALIA SI E' LIBERATA DEL FATTORE AGNELLI. Di fatti simili l'Italia dovrebbe liberarsi più celermente possibile ed a questo auspico un rinnovo della classe politica.

    Report

    Rispondi

  • baddeoe

    31 Dicembre 2010 - 02:02

    Fidarsi è bene non fidarsi è meglio, tenerlo sempre ad un palmo di distanza per non essere inch......ti

    Report

    Rispondi

  • rudit

    30 Dicembre 2010 - 16:04

    ASSOLUTAMENTE NO! PERCHE' ONDIVAGO, CENSORE, MORALISTA, OPPORTUNISTA AMBIGUO, EQUIVOCO, AMBIZIOSO, E CHI PIU' NE HA PIU' NE METTA

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog