Cerca

Calderoli: "Prima federalismo, poi legge elettorale"

Il ministro leghista a Fini e Pd: "Senza ostruzionismo, possibili accordi più ampi. Casini? Se dice no alla riforma, niente dialogo"

Calderoli: "Prima federalismo, poi legge elettorale"
"Prima il federalismo, poi la legge elettorale". La proposta è del ministro della Semplificazione, il leghista Roberto Calderoli, che in un'intervista a Repubblica chiede a Futuro e Libertà e Pd di non fare ostruzionismo sugli ultimi due decreti sul federalismo in cambio di un dibattito aperto sulla legge  elettorale.  Se l'opposizione accetterà, Calderoli ha promesso di farsi "portavoce con Berlusconi e Bossi".  Sul tavolo, infatti, non c'è solo la legge elettorale ma "affrontare insieme, maggioranza e opposizione, la madre di tutte le riforme, quella costituzionale".
Calderoli ricorda come Fini e Pd siano "i primi a non volere il voto anticipato": per questo dovrebbero impegnarsi a far passare in commissione Bilancio e in Bicamerale il quarto e il quinto decreto, federalismo municipale e autonomia impositiva. In caso contrario "sarà guerra". La possibile convergenza sulla nuova legge elettorale, per il papavero leghista, è possibile: "Qualcuno di importante del Pd si è già fatto avanti". Più dura con Casini e l'Udc: "Se i centristi confermano anche stavolta il loro no (al federalismo, ndr) non c'è la minima possibilità di avviare con loro un dialogo sui temi più generali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • PALTE

    31 Dicembre 2010 - 12:12

    DUE MODIFICHE ALLA LEGGE ELETTORALE ....IL RIMBORSO ELETTORALE EFETTIVO NON MAGGIORATO E SOPRATUTTO DATO ALLA FINE DEI CINQUE ANNI (azzeramento del premio anche se si fa un giorno in meno)

    Report

    Rispondi

  • robe

    30 Dicembre 2010 - 16:04

    Bersani ha risposto, non negativamente e Calderoli lo ha invitato ad un tavolo di discussione comune. Possibili intetessanti sviluppi.

    Report

    Rispondi

  • robe

    30 Dicembre 2010 - 16:04

    Luigi Magni e' un regista romano (Tosca, Nell'anno del signore, ecc.). Vedo che non ha apprezzato l'ironia, l'ha trasformata in insulto. Questo conferma la verita' e l'applicabilita' della frase

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    30 Dicembre 2010 - 15:03

    Hai capito cosa ti consiglia il "nostro" robe ? Di visitare tutto il sud, soprattutto andare a Napoli e..poi muori.. per la puzza di immondizia. E magari vuole anche essere ringraziato del consiglio disinteressato (?).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog