Cerca

La Russa contro Lula: "Possibile il boicottaggio"

Il ministro della Difesa furente per il probabile no all'estradzione: "Porrò questione al governo. Nel paese di Lula ci sono assassini a piede libero"

La Russa contro Lula: "Possibile il boicottaggio"
Ignazio La Russa non ci sta: “Nessuno pensi che il no all’estradizione di Cesare Battisti sia senza conseguenze. Io lo riterrei una grande ferita nei rapporti bilaterali”. Così il ministro della Difesa in un'intervista al Corriere della Sera.

"PORRO' QUESTIONE AL GOVERNO" - "L'azione diplomatica", ha proseguito La Russa, "non compete a me. Però porrò una questione al governo. E almeno altri quattro ministri hanno la stessa intenzione: a partire da Giorgia Meloni, ministro della Gioventù e presidente della Giovane Italia. Per quanto mi riguarda poi io sono pronto a prendere altre iniziative”.

"ANCHE IL BOICOTTAGGIO" - “Smetterò di fare il pompiere come ho fatto finora con quei parlamentari - molti mi stanno chiamando in queste ore anche non del Pdl - che intendono scendere in piazza rispondendo all’appello di Alberto Torreggiani a cui Battisti ha ucciso il padre”, ha sottolineato La Russa. Quindi ha dichiarato di poter anche “appoggiare iniziative che arrivano al boicottaggio: sconsiglierei a chiunque di andare in un Paese dove gli assassini sono lasciati in libertà", ha continuato. "E molti non comprerebbero più i loro prodotti. Per altro la questione Battisti sta coinvolgendo anche ambienti dell’opposizione che, fosse solo per criticare il governo Berlusconi, sono pronti a mobilitarsi”.
  
ASSASSINI A PIEDE LIBERO - “Come minimo", ha concluso parlando di questioni che possono competere al suo Dicastero, "richiamerei i tre ufficiali che sono impegnati nel progetto di cooperazione relativo all’Amx, il bombardiere senza bombe. E chiederò loro se se la sentono di restare in un Paese dove in autobus potresti ritrovarti di fronte a un assassino”.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biemme

    06 Gennaio 2011 - 22:10

    Per carità ministro, non faccia più dichiarazioni del genere. Offre il fianco ai suoi detrattori. Quante sciocchezze. Ma dove vive? in Svizzera? Conosce i commenti dei Brasiliani e dei nostri che lavorano e partecipano allo sviluppo di questo grande paese che sarà tra i primi del mondo, su queste dichiarazioni e su quelle incredibili, purtroppo, di altri suoi colleghi? Questi proclami, per favore, li lasci ai progressisti che vorrebbero indietro l'assassino per farne un altro eroe. Vuole dei precedenti? S'informi ne scoprirà delle belle.

    Report

    Rispondi

  • sorciverdi

    03 Gennaio 2011 - 14:02

    I casi sono due: o Battisti è un criminale, oppure l'intero sistema giudiziario Italiano è criminale. Diamo per assodato che sia Battisti il criminale perché, dopo tutto, ha pur sempre ucciso due persone con le proprie mani ed è stato complice di altri due omicidi. Poi c'è il fatto che in qulunque Paese del mondo chi copre o protegge viene considerato un criminale pure lui. Ora, se uno più uno fa due mi pare ovvio che o il Brasile è uno stato complice di un criminale, oppure sia Lula che la sua cara Dilma sono un pochino fuori di testa. Quindi fa bene il Governo Italiano a proseguire sulla strada della fermezza e chi, con mille scuse risibili, non è d'accordo, per quanto mi riguarda, e solo un povero imbecille. Battisti lo vogliamo qui a scontare tutta la sua risibile pena: le sue vittime sono al cimitero o hanno avutola vita segnata mentre lui, per male che gli vada, passerà il resto della sua inutile vita in una comoda cella.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    02 Gennaio 2011 - 20:08

    Il dito indica la luna, un assasino con quattro ergastoli sulle corna, tu invece guardi il dito, La Russa che minaccia.Sei messo molto male.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    02 Gennaio 2011 - 19:07

    Non ricorda che se boicottiamo il Brasile, il Brasile se ne fotte.- Meglio che non sia il Brasile a boicottare noi, Che fa Larussa, se l'offesa fosse maggiore, andrebbe con i fucili '91 (con i quali ci difendevamo nella guerra mussoliniana) dichiariamo aperte le ostilità? Alla Toto': ma mi faccia il piacere. Che Ministri questo Governo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog