Cerca

Bossi ribadisce: "Federalismo o voto a marzo"

Il leader della Lega: "Tremonti non farebbe mai sgarbo a Berlusconi". Procura di Roma ascolterà personale Ministero su cimici

Bossi ribadisce: "Federalismo o voto a marzo"
"Con questo sole direi di no": risponde così Umberto Bossi. La domanda è ormai sempre la stessa, da qualche mese a questa parte: si andra a votare a marzo oppure no? I giornalisti intercettano il leader della Lega Nord a Calalzo di Cadore, vicino Belluno, e si dice "ottimista" sul futuro del governo. "In certi giorni c'è il sole, in certi altri ce n'è di meno. La politica è fatta di persone - dice - e io comunque sono ottimista di natura". Bossi torna a parlare di federalismo, momento fondamentale per l'attuale Governo nonché "storico" desiderio del Carroccio. La riforma federalista è fondamentale, deve essere portata a termine se ci sono i numeri per governare. "Se non ci sono i numeri - ha poi spiegato - preferisco le elezioni" a questa situazione di incertezza.

"CENA DEGLI OSSI" -
Bossi si trova nel paesino del bellunese dove martedì sera si terrà la tradizionale "cena degli ossi" con Giulio Tremonti, Roberto Calderoli e Roberto Castelli. Ed è proprio il Ministro dell'Economia uno degli altri punti del suo improvvisato intervento: "Tremonti non farebbe mai uno scherzo, uno sgarbo a Berlusconi", dice riferendosi alle voci su una presunta "promozione" del titolare del Tesoro a Premier: "E' vero che mi piacerebbe? L'avete detto voi - dice ai cronisti - Il Premier è Berlusconi. Dovete chiedere a Tremonti, ma lui non farebbe mai uno sgarbo a Belusconi". Il Senatùr, infine, esclude una partecipazione del Cavaliere alla cena: "Ci vedremo solo con Tremonti. Basta e avanza", scherza.

CIMICI CONTRO IL MINISTRO -
Fa ancora discutere, inoltre, il ritrovamento di cimici nell'abitazione e nell'ufficio del Ministro delle Riforme Bossi. Si è saputo che la Procura di Roma ascolterà nei prossimi giorni alcuni dipendenti del Ministero. Il procuratore di Roma Giovanni Ferrara ha affidato il fascicolo sulla vicenda ai sostituti Eugenio Albamonte e Giancarlo Amato. Verranno dunque ascoltati il personale del Gabinetto e la segretaria personale del Ministro, oltre agli operai della ditta privata che è stata chiamata a bonificare i locali: a questi gli inquirenti chiederanno se le cimici sono state distrutte dopo i controlli oppure se sono state solo rimosse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • valter29

    08 Gennaio 2011 - 21:09

    Non è bello vedere gli insulti reciproci! Cercate di darvi una calmata! Per quel che riguarda la ripetitività di Bossi è una logica conseguenza del fatto che al federalismo non ci si è ancora arrivati poichè molti di quelli che in questi ultimi anni dicono di essere federalisti in realtà non lo sono e riescono, in un modo o nell'altro, a far fallire l'obiettivo leghista. Questa sarà la volta buona? Il recente comportamento dei finiani mi fa dubitare. Come mai Fini e i suoi si son svegliati proprio adesso che il federalismo è in dirittura di arrivo? La risposta può trovarsi nel tentativo di perpetuare la Cassa del Mezzogiorno che tanto danno ha fatto all'intera nazione, meridione compreso, che ahcora non si è sviluppato e vive dei soccorsi statali. Fini e i suoi hanno il serbatoio di voti al sud ma dovrebbero ricordarsi che sono stati eletti con un programma che prevedeva il federalismo. Meno male che anche il Presidente Napolitano, che è di Napoli, vede di buon occhio il federalism!

    Report

    Rispondi

  • nlevis

    05 Gennaio 2011 - 17:05

    Ma a che cosa serve ospitare commenti di gente che, pare, voglia solo menar le mani e si accontenta di menar la lingua. Se desiderano insultarsi, picchiarsi, violentarsi vadano in un luogo adatto a soddisfare vicendevolmente le loro brame e non scoccino più la gente normale e di buon senso...... a meno che non si ritengano tutti scrittori, filosofi, intellettuali. A questo punto Dio ce ne scampi e liberi!

    Report

    Rispondi

  • pasquino69

    05 Gennaio 2011 - 15:03

    Sono un difensore incallito dei valori cristiani, a differenza di voi che se komunisti, siete tutti laici , miscredenti e atei. Così dice il vostro credo. Il mio dice dio, patria, famiglia. Non faccia tanto il santerello con me, buffoncello, lei, magari frequenta la chiesa e porta i figli al battesimo, comunione, cresima. magari si e' sposato in chiesa in pompa magna, e poi urla e manifesta in piazza sventolando la falce/martello, l'emblema dei soviet piu' farabutti esistenti. Poi, viene qui e si aggrega ai peggiori troll del sito e augurate morte e disperazione al Cav. Berlusconi e offendete Bossi per la malattia che lo ha colpito. A tutti voi dovrebbe capitare molto peggio. Mi hanno insegnato di porgere l'altra guancia, ma io mi sono stancato e di guance ne ho due, ora vi prendo a calci in ku@o e vi conviene starvene zitti. Vieni a trovarmi, anche con Osti, nelle baite in montagna abbiamo bisogno di spalare neve e di fare la guardia.Al maximo vi facciamo trainare la slitta con i cani

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    05 Gennaio 2011 - 12:12

    Non credo che ti convenga trovare Pasquino faccia a faccia.Penso che il tuo sia il classico coraggio da tastiera.Ps. un consiglio, mai dichiarare sul web ciò che non puoi dimostrare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog