Cerca

La Russa: "Moratoria sui deputati Udc"

Il ministro della Difesa favorevole a un appoggio esterno dei centristi, ma avverte: "Non cerchiamo la loro adesione"

La Russa: "Moratoria sui deputati Udc"
Manovre di avvicinamento tra il Pdl di Silvio Berlusconi e l'Udc di Pier Ferdinando Casini. Oggi la proposta è del ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che suggerisce una "moratoria" nei confronti dell'Udc e dei suoi deputati, in attesa che l'offerta lanciata da Casini, che ieri ha parlato di patto di responsabilità e pacificazione, si concretizzi. Per il ministro "le parole di Casini possono portare, più che a una svolta, al chiarimento necessario che ci attendiamo".

QUOZIENTE FAMILIARE -
Tutto ciò, a patto che il leader dell'Udc faccia chiarezza su molti temi, dal caso Battisti, alle questioni etiche, alle priorità economiche. La Russa è favorevole ad una possibile apertura sul quoziente familiare, come chiesto da Casini, e afferma che "qualcosa cercheremo di fare", anche se non apprezza i "toni da opposizione disfattista" dell'esponente dell'Udc. La ricetta della "moratoria" di La Russa consiste nel "non cercare l'adesione o anche di rispondere ad eventuali offerte di collaborazione dei deputati dell'Udc". Mentre l'auspicio è che "l'appello lanciato da Casini si concretizzi, che la loro sostanziale offerta di appoggio esterno porti a risultati concreti e abbia - aggiunge il ministro - come logica conseguenza, in futuro, quello di un ingresso nel governo, perché non credo molto a Pier quando dice che le poltrone non gli interessano".

"PRUDENZA" - Il coordinatore del Pdl invita alla prudenza, poiché teme che Casini "voglia non solo tenersi le mani libere ma fare da ago della bilancia della legislatura e questo non potrebbe essere accettabile per noi. Per questo dobbiamo renderci autosufficienti nei numeri". Un primo segnale positivo dall'Udc, secondo La Russa, potrebbe essere l'astensione dell'Udc sulla mozione di sfiducia al ministro Bondi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tigrin della sassetta

    11 Gennaio 2011 - 17:05

    un terrore maledetto che cominci la grande fuga dalle sue file: ha sempre avuto un solo argomento per tener unita la sua truppa, la promessa di seggioloni, seggioline e strapuntini. Adesso ha tirato troppo la corda del finto disinteresse per gli incarichi che comportano la gestione di quattrini (seeeh, un democristo come lui, figuriamoci se qualcuno può credergli!) e sente scalpitare gli insoddisfatti. Quindi si contorce in definizioni sempre più comiche che vogliono dire solo una cosa: nooo, non voglio, non è possibile, no, io col culo per terra e senza prebende da distribuire no! Fidarsi di lui? Ma certo, come delle promesse di castità di un gatto in calore! Usare lui o, meglio ancora, qualcuno dei suoi famelici accoliti, per tenere la feccia rossa lontana dal potere decisionale, questo sì. Anima cattiva

    Report

    Rispondi

  • bidella volante

    11 Gennaio 2011 - 17:05

    Dalle parti mie, avasc alla strad che costeggia un camp d'aviazion, la russa è na certa Tatiana. Ieri oltre all'appoggio esterno ne ha avuto pure tanti interni. Oggi non si è vista. Nicola il mio manager l'ha mandata a Rimini. Meno male! U falegnam-magistrat a forz di stare sempre appress a sto coso di computer, nun fatig chiù e devo fare tutto io.

    Report

    Rispondi

  • Dream

    11 Gennaio 2011 - 15:03

    condivido, ora, di Casini non mi fido, e non ci credo manco morta che le poltrone non gli interessano!

    Report

    Rispondi

  • ubik

    11 Gennaio 2011 - 15:03

    ma cosa vuoi che glie ne freghi a casini... destra, sinistra non fa nessuna differenza, gli basta il papa :)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog