Cerca

'Scudo' alla prova Consulta: tutte le ipotesi

Cinque possibili verdetti al legittimo impedimento: dal rigetto dei ricorsi alla bocciatura. Ma quello più probabile è una mediazione

'Scudo' alla prova Consulta: tutte le ipotesi
L'ipotesi della mediazione tra accettazione e bocciatura della legge è quella privilegiata dai 15 giudici della Consulta. Un'opera di equilibrismo per rendere il provvedimento costituzionale senza troppe forzature. Sono comunque cinque le ipotesi di verdetto.

COMPROMESSO SU ILLEGITTIMITÀ PARZIALE - La Corte fa cadere alcuni punti della legge. I più 'indiziati' sono l’estensione dell’impedimento alle attività "preparatorie o conseguenti nonché di ogni attività comunque coessenziale alle funzioni di governo" (articolo 1, comma 1 ). A rischio pure il comma 4: l’autocertificazione della presidenza del consiglio e l’obbligo per il giudice di rinviare l’udienza non oltre sei mesi. In caso di bocciatura parziale e di ammissibilità del referendum, sarebbe l’ufficio centrale della Cassazione a decidere se la consultazione popolare si terrà o meno.
Percentuale: 50%

INTERPRETATIVA DI RIGETTO - I ricorsi vengono respinti a patto però che ci sia una verifica del giudice caso per caso. In questo modo, il referendum si terrebbe ugualmente.
Percentuale: 20%

RICORSI ACCOLTI, LEGGE BOCCIATA - Per la Corte il 'legittimo impedimento' richiede una copertura con legge costituzionale e potrebbe bocciarla in toto anche per un irragionevole sbilanciamento tra le esigenze di giurisdizione e quelle della difesa.
Percentuale: 20%

RIGETTO RICORSI PER INAMMISSIBILITÀ -  I tre ricorsi dei magistrati di Milano non sono discussi nel merito e dunque respinti. L’esame si ferma prima perché le questioni sono state mal poste. E' la tesi dei giudici vicini al Pdl.
Percentuale: 5%

RIGETTO PER INFONDATEZZA - I ricorsi sono esaminati nel merito e respinti.
Percentuale: 5%

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog