Cerca

I processi a carico di Berlusconi

Sono tre i procedimenti in bilico dopo la parziale bocciatura del legittimo impedimento

I processi a carico di Berlusconi
Con la bocciatura parziale del legittimo impedimento potrebbero ripartire i tre procedimenti penali in cui è coinvolto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Si tratta di due processi e un'udienza preliminare sospesi nei mesi scorsi in attesa della pronuncia della Corte Costituzionale. Nel giro di alcuni mesi, i procedimenti potrebbero cadere in prescrizione.

CASO MILLS -  Il Premier è imputato davanti ai giudici della decima sezione penale di Milano per i reati di corruzione in atti giudiziari in concorso con l'avvocato inglese David Mills, già condannato a quattro anni e sei mesi in primo e secondo grado. La Cassazione, per il legale, ha dichiarato la prescrizione del reato. Il processo è stato sospeso dal collegio presieduto da Francesca Vitale il 16 aprile scorso. La Vitale, però, è passata alla Corte d'Appello, dunque se il processo riprendesse ripartirebbe da zero con la nuova presidente Antonella Lai.

CASO DIRITTI TV MEDIASET - La prima sezione penale di Milano deve giudicare se Berlusconi è colpevole di frode fiscale in relazione a presunte irregolarità commesse nella compravendita dei diritti televisivi da parte di Mediaset. Insieme a lui, sul banco degli imputati, ci sono altre undici persone, tra cui il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri. La sospensione del processo è stata stabilita lo scorso 19 aprile. Anche in questo caso il processo ripartirebbe da zero giacché il giudice Edoardo D'Avossa è stato trasferito al Tribunale di La Spezia.

CASO MEDIATRADE - Il Cavaliere è accusato di appropriazione indebita e frode fiscale nell'ambito dell'inchiesta Mediatrade-Rti su presunte irregolarità nella compravendita dei diritti televisivi per creare fondi neri. Il procedimento è stato sospeso lo scorso 24 giugno quando era in fase di udienza preliminare davanti al gup di Milano Marina Zelante. Berlusconi avrebbe evaso 8 milioni di euro e si sarebbe appropriato indebitamente di 34 milioni di dollari, tra Milano e Dublino, tra l'8 febbraio 2003 e il 30 novembre 2005. Nel procedimento sono imputati anche il figlio del Premier, Pier Silvio, e Fedele Confalonieri. Anche in questo caso, il gup Zelante è stata trasferita al Tribunale: l'udienza preliminare dovrebbe ripartire davanti al gup Maria Vicedomini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • amarte40

    13 Gennaio 2011 - 23:11

    Il popolo lo ha votato dalla sua discesa in campo, perchè non ne può più della macchinazione del PCI prima e dei DS poi e del PD ora. Basta con le ingerenze indebite della sinistra e di Palamara. E' sufficente ricordare la " scomunica di Feltri " per capire che in Italia c'è già uno stato "fascista-stalinista" che fa di tutto per portare il PCI al potere: e poi dicono che non c'è libertà di stampa! Se non fosse sceso Berlusconi a difenderci dalle sinistre, saremmo sotto il dominio dei rossi come la Romania, Cecoslovacchia, l'ungheria, e di conseguenza saremmo al loro livello economico, cioè poverissimi, mentre i vari D'alema, Veltroni ecc. ecc. non hanno mai lavorato un giorno e sono ricchissimi rispetto a tutti i lavoratori. Se applicassimo la tanto decantata bandiera rossa, chi sarebbero i pescicani da impiccare??? Napolitano? D'Alema? veltroni, Finocchiaro, che tanto parla ma che non è stata votata nemmeno dai suoi siciliani! Mi meraviglio di andreotti,Marini fioroni che li sost

    Report

    Rispondi

  • freeboard

    13 Gennaio 2011 - 18:06

    Non poteva essere diversamente. Figuriamoci. Elezioni subito o no? Anche qua scorrono fiumi di inchiostro, ma la verità è che stiamo scoprendo una Magistratura con un potere assoluto che può fare e dire tutto ed il contrario di tutto. Non vorrei essere nei panni di Berlusconi. Mi dispiace, ma questa è l'Italia.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    13 Gennaio 2011 - 18:06

    andranno in prescrizione ,naturalmente.Risultato ? Berlusconi rivincerà le elezioni, grazie a questi alti magistrati che hanno tolto ogni pretesto alla sinistra.

    Report

    Rispondi

blog