Cerca

14 ragazze anti Cavaliere ma Ruby smonta tutto

La marocchina: "Mai fatto sesso con Silvio". I pm: da Berlusconi regali e alloggio a ragazze in cambio di prestazioni sessuali /FOTO /CHI E' NICOLE MINETTI

14 ragazze anti Cavaliere ma Ruby smonta tutto
Potrebbe essere Ruby Rubacuori la più grande carta difensiva di Silvio Berlusconi. Proprio la 18enne marocchina al centro del sexgate che sta inguaiando il premier ribadisce, in un'intervista a Repubblica, che con il Cavaliere i rapporti sono stati limpidissimi: "Ma quale prostituzione, Silvio mi ha dato 7mila euro solo perché gli ho chiesto aiuto per trovare lavoro. Il resto sono balle e non mi ha regalato né la macchina, né il centro estetico". E' lei il pezzo forte nell'accusa dei pm della Procura di Milano, per lei ad ottobre è scoppiato il bubbone.  Feste e party sì, ma nulla di più. A quelle sere, ricorda Ruby, partecipavano sempre "una trentina" di ragazze, tra cui vip come Aida Yespica, Barbara Guerra, Maristel Polanco, Natalia Bush, Barbara D'Urso ("una volta"), Nicole Minetti.
Inoltre, parlando in serata a SkyTg24, la stessa Ruby è tornato a difendere il Premier: "Berlusconi non sapeva che fossi minorenne. Sapeva che avevo ventiquattro anni anche perchè dicevo a tutti questa cosa, non volevo che si sapesse che fossi minorenne. Il premier ha saputo la mia vera età nel corso della famosa notte del 27 maggio quando sono finita in Questura per la denuncia di furto".

Leggi il ritratto di Nicole Minetti, di Lorenzo Mottola.

I NODI DA SCIOGLIERE - Non solo Ruby, però, al centro dell'inchiesta. Sono 14 ragazze giovani, belle, e vivono tutte in appartamenti pagati da Berlusconi. Questo, secondo il Corriere della Sera, il nocciolo del 'caso Bunga Bunga' e la base su cui si poggiano le accuse della Procura di Milano di prostituzione minorile. A quanto scrive Fiorenza Sarzanini, le ragazze risiedono in "una sorta di quartiere generale" a Milano 2, in via Olgettina 65. "Appartamenti - scrive la cronista del Corriere - che Silvio Berlusconi ha ceduto in comodato d'uso alle ragazze che poi ospitava alle serate organizzate nella sua residenza di Arcore". Ragazze che, per i pm, venivano mantenute in cambio di prestazioni sessuali col premier.
Di loro si sarebbe occupata Nicole Minetti, consigliere regionale della Lombardia del Pdl, mentre a conti e spese pensava Giuseppe Spinelli, ragioniere di fiducia di Berlusconi il cui studio venerdì mattina è stato visitato dagli agenti (non perquisito, perché di proprietà di Berlusconi, serviva un'autorizzazione a procedere del Parlamento). Quattordici ragazze vicine allo spettacolo: chi ha partecipato a programmi Mediaset, dagli show ai reality.
I poliziotti hanno perquisito i loro appartamenti, trovando gadget erotici, gioielli, abiti e borse firmate. Ci sarebbero, sostiene il Corriere, anche le prove dei versamenti in contanti che oscillano tra 1.000 e 5.000 euro.

STAR E STARLETTE - In quattro interrogatori tra luglio e agosto 2010, Ruby Rubacuori avrebbe fatto nomi e cognomi e suggerito la presenza di Minetti, Emilio Fede e Lele Mora in varie serate dal Cav. Da qu all'attività di induzione e favoreggiamento della prostituzione di soggetti maggiorenni e della minore (parole che in pubblico Ruby, più volte intervistata, ha sempre smentito), il passo è lungo ed a farlo è stata la Procura milanese.
Nel gruppone i magistrati hanno individuato alcuni nomi più in vista. Iris Berardi, 18 anni, forlivese di origine brasiliana, Miss Rocchetta a Miss Italia 2009. Le sue vicine di casa sono Eleonora e Imma De Vivo, le gemelline napoletane dell'Isola dei Famosi e "amuleto" del presidente del Consiglio nelle sue sortite sotto il Vesuvio. E ancora: sotto indagine i contratti per gli appartamenti di Elisa Toti, Aris Espinoza, Barbara Guerra e Ioana Visan, nomi già emersi nell'inchiesta barese sulle ragazze reclutate dall'imprenditore Giampaolo Tarantini, durante il caso D'Addario. Spunta anche Marysthelle Garcia Polanco, soubrette a Colorado Cafè su Italia 1, che avrebbe accompagnato la Minetti in Questura nella famosa notte del fermo di Ruby, a Milano. Altre donne avrebbero partecipato alle feste del premier. Da Barbara Faggioli, valletta dello 'Show dei record' su Canale 5, Miriam Loddo (soubrette della scuderia di Lele Mora) già vist a 'Uomini e donne' su Canale 5, Alessandra Sorcinelli (modella tv per le dimostrazioni di medici in programmi mattutini e quindi protagonista al reality 'Uno, due, tre, stalla!'), Raissa Skorkina, ex ragazza immagine al 'Billionaire' di Briatore, Lisa Barizonte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • montecatria

    15 Marzo 2011 - 19:07

    se a B.basta dire "cerco lavoro" per ottenere almeno 7000 €.,forza,ragazzi e ragazze,precari e cassintegrati,disoccupati e sottoccupati:bussate e vi sarà aperto,chiedete e vi sarà dato...Ma il problema più grosso,secondo me,non è questo.Visto che,ormai,Karima è maggiorenne al di là di ogni ragionevole dubbio,perchè non la si espelle dal territorio nazionale italiano al pari di qualsiasi immigrato che,trovandosi senza lavoro,assurge al non ambìto rango di "clandestino"?a che titolo le si consente di restare in Italia?ce l'ha un contratto di lavoro?se non ce l'ha,la si imbarchi sul primo aereo in partenza per Rabat e ci si accerti che non ne scenda prima di essere atterrata in Marocco.Indi,non le si concedano visti,neppure turistici,da parte dell'Ambasciata Italiana in quel paese.Non ci serve un'allegra ragazzotta che le nostre adolescenti considerino degna di emulazione dati i successi mondani che va riscuotendo per il solo fatto delle "voci" che corrono sui suoi rapporti con B.

    Report

    Rispondi

  • minovitti27

    18 Gennaio 2011 - 19:07

    ma se berlusconi vuole imitare Gheddafi perchè non se ne va in libia?SICURAMENTE LI NON SAREBBE CONTESTATO DA NESSUNO

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    17 Gennaio 2011 - 17:05

    beh, duro; proprio duro, no!

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    17 Gennaio 2011 - 17:05

    La capisco. Neppure io mi sentivo rappresentato, ai tempi, da Prodi e Visco. Ma me li sono dovuti far piacere senza, però, doversene vergognare, come invece dobbiamo fare noi per il Berlusca. Si legga cosa hanno scritto il komunista Times, il sinistrorso The Guardian ed altra stampa comunista straniera

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog