Cerca

Fini a orologeria: "Democrazia vera grazie ai pm"

Il presidente della Camera: "Libertà è un giudice che afferma principio di legalità". Non cita Silvio, ma... / VIDEO

Fini a orologeria: "Democrazia vera grazie ai pm"
"La democrazia italiana è più credibile" grazie all'"impegno dei magistrati". Sceglie il momento più 'caldo', Gianfranco Fini, per commentare il ruolo dei pm e il loro impatto sulla politica. Il presidente della Camera, intervenuto ad una manifestazione al palazzo di Giustizia di Messina, ricorda i "colpi" inferti al terrorismo e alla mafia, parlando di "martiriologio" delle toghe.
"La libertà - sottolinea - si basa su un giudice che afferma il principio della legalità, altrimenti non c'è la libertà ma il predominio dell'arbitrio".

"Se la qualità della democrazia è aumentata - ricorda Fini - lo si deve anche all'impegno di tanti servitori dello Stato, ma all'interno anche del martirologio dei servitori dello Stato il ruolo della magistratura è stato ed è di prim'ordine". Fini non ha fatto riferimenti al caso Ruby e all'inchiesta di Milano che vede indagato Berlusconi, ribadendo semplicemente (e genericamente) il l'importanza del "ruolo dei magistrati".

Quindi un invito ai partiti: per trovare una soluzione ai problemi della giustizia bisogna "lavorare insieme e non dividersi. E' necessario che maggioranza e opposizione indichino uno o due obiettivi strategici". Se non si insiste nel funzionamento della giustizia, ricorda Fini, "le riforme a costo zero non servono a nulla e sono foriere di altre complicazioni". Tra i guai del settore, per il leader di Futuro e Libertà, c'è la lunghezza dei processi: "In Spagna sono state riscontrate 11 violazioni e in Germania 54, 24 in Gran Bretagna, 278 in Francia - ha detto ancora Fini a proposito dei controlli della Corte europea - e pensate, ben 1.095 violazioni a carico dell'Italia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ileana47

    30 Marzo 2011 - 19:07

    Bene farebbe il Fini a tacere e dimettersi

    Report

    Rispondi

  • r.rennis

    10 Febbraio 2011 - 18:06

    Fini è normale che si rivolga genuflesso e prostrato al cospetto della magistratura. Per lui i giudici hanno dato notizia delle indagini su Tullianopoli solo alla chiusura delle stesse ,invece per Berlusconi si sono celebrati processi mediatici con in pasto ai giornali tutte le carte "segretate".

    Report

    Rispondi

  • marmolada

    03 Febbraio 2011 - 20:08

    Fini ci hai nauseato, vattene via. Quando ti vedo in TV giro canale, sei la classica serpe in seno.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    28 Gennaio 2011 - 11:11

    Dopo la mancata spallata Fini/Casini, dopo che la consulta ha dato il semi via libera al legittimo impedimento e la Procura di Milano si è mossa, regolarmente ad orologerie, tu sostieni che i Magistrati danno decoro al Paese? Non sai quel che ti dici.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog