Cerca

Moffa chiama Fli: "Diventate... 'Reponsabili'"

Il deputato di 'Iniziativa responsabile': "Finiani hanno sbagliato tutto, verranno da noi. Aiutiamo governo, non ci interessano posti"

Moffa chiama Fli: "Diventate... 'Reponsabili'"
Si è formato ufficialmente 'Iniziativa responsabile', il gruppo che coi propri voti ha salvato il governo Berlusconi il 14 dicembre. "Responsabile perché sa che l'obiettivo più importante e fare andare avanti il governo", spiega il deputato Silvano Moffa, ospite del direttore di Libero Maurizio Belpietro a 'La telefonata' su Canale 5.

Onorevole Moffa, cos'è questa Iniziativa responsabile? Raggruppa diverse esperienze, da Alleanza Nazionale agli ex Dc, fino addirittura all'opposizione.
"E' un gruppo etereogeneo ma con un elemento cocmune: la responsabilità per far andare avanti il governo, finire legislatura e fare le riforme. Non siamo una stampella al governo, abbiamo una nostra dignità politica, ma siamo certamente nel perimetro del centrodestra".
Alcuni di questi epsonenti, però, vengono dalla sinistra. Cosa c'entrano con il centrodestra?
"Al di là del gruppo c'è un'area di responsabilità più vasta, parlamentari che hanno a cuore il destino del Paese: meno ideologia e più concretezza. Oggi c'è il rischo oggettivo di una crisi al buio cbhe metterebbe in pericolo i conti e la stabilità. C'è insomma l'urgenza di riformne strutturali per uscire dalla crisi e fare quello che chiede la Marcegaglia: iniziare una nuova fase di sviluppo per le famiglie e le imprese".
Secondo molti vi attendono ruoli da ministro o sottosegretariati. Entrerete nel governo?
"A me non risulta. C'è però la necessità di completare la squadra di governo ma deciderà Berlusconi. Noi non ne facciamo questione di vita o di morte".
Che sucederà a Futuro e libertà?
"Questo nostro gruppo potrà essere molto attrattivo per i loro deputati, la sfida è sulla qualità della proposta politica. Futuro e libertà è già venuto meno alla sua ragion d'essere: era nato nel centrodestra per esere di stimolo, oggi percorre una strada velleitaria, e i suoi voti sono addirittura associati spesso a quelli del centrosinistra".
E' convinto che questa maggioranza ce la farà?
"Io me lo auguro, oggi il governo si è ulteriormente rafforzato. E c'è un'area di responsabilità più vasta, basta pensare alla giustizia con la relazione del ministro Alfano, quando la maggioranza ha avuto 20 voti in più".
Può resistere il governo all'offensiva giudiziaria?
"Sarebbe un danno per il Paese se la politica continuasse a vedere la sua gente aggredita dalle procure. Serve una riforma chiara e definitiva, la giustizia è spesso politicizzata e condizionante".
Si pensa di reintrodurre l'art 68 della Costituzione, esistito fino al 1993, quello sull'immunità...
"Io stesso ho presentato una proposta di legge in questo senso. Di quell'articolo si è abusato in passato, ma solo per le procedure di ammissibilità. Tra l'altro c'è una disparità di trattamento: l'immunità vale per i parlamentari europei ma non per queli italiani. E' inaccettabile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • leobacqui

    28 Gennaio 2011 - 22:10

    Ma a chi vuoi far credere che ciò che dice e ha fatto è tutto per l'Italia. Un arrivista che conosciamo bene. Le origini ci dicono che non è una colomba ma un falco. Aspettate che metta gli artigli sulla probabile preda e poi vedrete. Non si accontenta della destra di Berlusconi è ancora troppo legato alle idee di Rauti

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    22 Gennaio 2011 - 12:12

    Dice l'ineffabile Moffa:" abbiamo una dignità politica....", alla domanda :"se si aspettano incarichi di governo" nobilmente risponde :"non ne faremo una questione di vita o di morte, deciderà Berlusconi, c'è però la necessità di completare la squadra di governo......!" Ma chi crede di prendere per i fondelli? Quanta meschinità nella politica italiana, da qualunque parte la si guardi!

    Report

    Rispondi

  • valter29

    22 Gennaio 2011 - 00:12

    Lo vedremo presto poichè il banco di prova è il federalismo. Bossi non scherza di sicuro quando dice: "o il federalismo o il voto" E' giusto che sia così. In passato di federalista c'era solo la Lega. Oggi son tutti federalisti. Vuol dire che aveva ragione la Lega. Però quando si arriva alla realizzaione di un'Italia federale chissà perchè succedono fatti per cui va tutto a gambe per aria e si deve ricominciare. La stessa cosa succede oggi: Fini che si sgancia, Lombardo che va col centrosinistra, la magistratura con Ruby, Chiamparino che getta l'amo chiedendo a Bossi di mollare il Berlusca in cambio di un federalismo che poi non darà. Ma Bossi non è fesso e non abboccherà. A questo punto diventano determinanti i "responsabili" Vedremo se lo saranno davvero o se anche loro vorranno continuare la famigerata Cassa del Mezzogiorno sanguissuga mafiosa

    Report

    Rispondi

  • jack1

    21 Gennaio 2011 - 15:03

    forse ti è sfuggito che i primi a non voler le elezioni sono quelli di sinistra..soprattutto a riguardo della tua tesi ...(mutui e prebende) I poracci siete VOI non noi...fattene una ragione Ciao Bello

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog