Cerca

Cicchitto: "Voto? Silvio candidato premier"

Il capogruppo Pdl: "Andiamo avanti, ma serve clima meno provocatorio". A Bossi: "Berlusconi non si riposa, pensa al federalismo"

Cicchitto: "Voto? Silvio candidato premier"
"Il governo vuole andare avanti, ma se rimarrà un clima così provocatorio andremo al voto anticipato. E Silvio Berlusconi sarà il candidato premier del centrodestra". Non ha dubbi Fabrizio Cicchitto, capogruppo alla Camera del Pdl. Ospite a Milano di un convegno organizzato dall'associazione Noi Riformatori, l'onorevole ha sottolineato le due condizioni per andare avanti: "avere una maggioranza in Parlamento" e un "clima generale senza eccesso di provocazione". Altrimenti, "l'unica strada sono le elezioni". Nessun "governo tecnico", dunque, anche perché se a Montecitorio il divario tra maggioranza e opposizione è esiguo, al Senato il governo può contare sull'appoggio consistente degli onorevoli del centrodestra, 30 parlamentari in più rispetto all'opposizione.

IL CAV ALLA GUIDA - La guida, ora e per un eventuale ritorno alle urne, sarà "certamente" il Cavaliere, che non ha la minima intenzione, secondo Cicchitto, di passare la mano o tantomeno 'riposarsi'. "Quella di Bossi è stata una battuta - spiega il capogruppo Pdl - Silvio Berlusconi non si riposa, ma guida il governo, impegnato a fare una cosa cui Bossi tiene molto, il federalismo fiscale".

FEDERALISMO - E proprio su questo capitolo, c'è da limare l'opposizione dei Comuni. "Si cercherà di venire incontro alle loro richieste - commenta Cicchitto -. C'è una pausa di riflessione di sette giorni. Non è una discussione sull'impostazione generale, ma riguarda alcune voci. È materia di merito, non di pregiudizio politico".

IL TAVOLO
- Un nuovo tavolo di confronto è previsto lunedì mattina, quando una delegazione dell'Anci incontrerà con il ministro dell'Economia Giulio Tremonti e quello per la Semplificazione normativa Roberto Calderoli il testo messo a punto dal governo, Il 4 febbraio è la data ultima per il varo definitivo del provvedimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    24 Gennaio 2011 - 18:06

    Se si vota NOìN voglio Berlusconi candidato premier. Anche nel centroDx si sente NECESSITA' di ricambio, e ci sono molte personalità in grado di assumere questa responsabilità, AL CONTRARIO CHE NELLA SX. Quindi se si vota voglio novità, e B. può ovviamente partecipare ma non come premier.

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    24 Gennaio 2011 - 13:01

    Grazie, Silvio ! E mentre l'indegnità monta e Napolitano e Papa Ratzinger sono "turbati", i papaveri del PD brillano per irrilevanza e il Bossi afferma : "Ci pensiamo noi, ma se facciamo il federalismo" lui dice : "Stavolta chi vince prende tutto. Ho 74 anni per me è la guerra finale. Se perdo ho le ville". Niente di più centrato. Tutto questo mentre a Lissone, nel Milanese,..."per contiguità", si è "tentato" di inaugurare una piazza dedicata a B. Craxi. Tempi duri per i Bigs governativi della Terra !! Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    24 Gennaio 2011 - 13:01

    Il coraggio dell'attuale Premier, che qualche tempo fa, in prima persona, per i futuri turisti, decantò le bellezze d'Italia, in uno spot TV...ma non ci diceva cosa ci stava effettivamente "preparando"...portando per il Pianeta questo "abbinamento" ? Leggo sul sito Wall Street Italia..."Provate a digitare le parole "sex scandal Berlusconi" su Google : avrete 871.000 risultati in 0,11 secondi (sic). Ecco questa è l'immagine dell'Italia nel mondo grazie al nostro primo ministro. Cioè : come infangare globalmente il lavoro di centinaia di aziende, migliaia di dipendenti e i migliori marchi italiani all'estero : Ferrari, Prada, Bulgari, Barilla, Ferrero, Pirelli, Gucci, Benetton. E di decine di milioni di Italiani seri. (segue) Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • jerrycapellone

    23 Gennaio 2011 - 22:10

    E' ormai chiaro a tutti il quadro politico che è maturato dopo lo scisma pidiellino alla fine dello scorso anno. Bossi ha tremendamente ragione nell'indicare la via dell'elezioni anticipate, se pensiamo che personaggi come i granada, i della vedova, i bocchino (ma che fino ha fatto la sua inchiesta in Campania?: da quando è iscritto nel registro è diventato simpatizzante delle toghe), potrebbero fare compagnia ai compagni comunisti che oggi sono fuori dal palazzo. Non diamo tempo alla terza gamba di riorganizzarsi, al senato non arriverebbero, credo, all'8%; il centrodestra vincerebbe con estrema facilità. Perchè dall'altra parte c'è il nulla. Vendola? basta illustrare i danni che ha provocato la sua leadership in Puglia per azzittire u'poeta. Quindi, caro Sivio, non preocuparti delle speculazioni sui mercati, perchè quello sarebbe il danno minore, se pensiamo in questi ultimi 30 anni i maestrini se sono succhiati la linfa di questa generazione e anche della prossima. Jerry Ratta

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog