Cerca

Cicchitto: "Voto? Silvio candidato premier"

Il capogruppo Pdl: "Andiamo avanti, ma serve clima meno provocatorio". A Bossi: "Berlusconi non si riposa, pensa al federalismo"

16
Cicchitto: "Voto? Silvio candidato premier"
"Il governo vuole andare avanti, ma se rimarrà un clima così provocatorio andremo al voto anticipato. E Silvio Berlusconi sarà il candidato premier del centrodestra". Non ha dubbi Fabrizio Cicchitto, capogruppo alla Camera del Pdl. Ospite a Milano di un convegno organizzato dall'associazione Noi Riformatori, l'onorevole ha sottolineato le due condizioni per andare avanti: "avere una maggioranza in Parlamento" e un "clima generale senza eccesso di provocazione". Altrimenti, "l'unica strada sono le elezioni". Nessun "governo tecnico", dunque, anche perché se a Montecitorio il divario tra maggioranza e opposizione è esiguo, al Senato il governo può contare sull'appoggio consistente degli onorevoli del centrodestra, 30 parlamentari in più rispetto all'opposizione.

IL CAV ALLA GUIDA - La guida, ora e per un eventuale ritorno alle urne, sarà "certamente" il Cavaliere, che non ha la minima intenzione, secondo Cicchitto, di passare la mano o tantomeno 'riposarsi'. "Quella di Bossi è stata una battuta - spiega il capogruppo Pdl - Silvio Berlusconi non si riposa, ma guida il governo, impegnato a fare una cosa cui Bossi tiene molto, il federalismo fiscale".

FEDERALISMO - E proprio su questo capitolo, c'è da limare l'opposizione dei Comuni. "Si cercherà di venire incontro alle loro richieste - commenta Cicchitto -. C'è una pausa di riflessione di sette giorni. Non è una discussione sull'impostazione generale, ma riguarda alcune voci. È materia di merito, non di pregiudizio politico".

IL TAVOLO
- Un nuovo tavolo di confronto è previsto lunedì mattina, quando una delegazione dell'Anci incontrerà con il ministro dell'Economia Giulio Tremonti e quello per la Semplificazione normativa Roberto Calderoli il testo messo a punto dal governo, Il 4 febbraio è la data ultima per il varo definitivo del provvedimento.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    24 Gennaio 2011 - 18:06

    Se si vota NOìN voglio Berlusconi candidato premier. Anche nel centroDx si sente NECESSITA' di ricambio, e ci sono molte personalità in grado di assumere questa responsabilità, AL CONTRARIO CHE NELLA SX. Quindi se si vota voglio novità, e B. può ovviamente partecipare ma non come premier.

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    24 Gennaio 2011 - 13:01

    Grazie, Silvio ! E mentre l'indegnità monta e Napolitano e Papa Ratzinger sono "turbati", i papaveri del PD brillano per irrilevanza e il Bossi afferma : "Ci pensiamo noi, ma se facciamo il federalismo" lui dice : "Stavolta chi vince prende tutto. Ho 74 anni per me è la guerra finale. Se perdo ho le ville". Niente di più centrato. Tutto questo mentre a Lissone, nel Milanese,..."per contiguità", si è "tentato" di inaugurare una piazza dedicata a B. Craxi. Tempi duri per i Bigs governativi della Terra !! Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    24 Gennaio 2011 - 13:01

    Il coraggio dell'attuale Premier, che qualche tempo fa, in prima persona, per i futuri turisti, decantò le bellezze d'Italia, in uno spot TV...ma non ci diceva cosa ci stava effettivamente "preparando"...portando per il Pianeta questo "abbinamento" ? Leggo sul sito Wall Street Italia..."Provate a digitare le parole "sex scandal Berlusconi" su Google : avrete 871.000 risultati in 0,11 secondi (sic). Ecco questa è l'immagine dell'Italia nel mondo grazie al nostro primo ministro. Cioè : come infangare globalmente il lavoro di centinaia di aziende, migliaia di dipendenti e i migliori marchi italiani all'estero : Ferrari, Prada, Bulgari, Barilla, Ferrero, Pirelli, Gucci, Benetton. E di decine di milioni di Italiani seri. (segue) Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media