Cerca

Il balletto di Luca: "Resto in Fli, vi ho preso in giro"

Barbareschi: "Non sono mai uscito dal partito, la mia una provocazione mediatica. Ma ora voglio le scuse di Fini"

Il balletto di Luca: "Resto in Fli, vi ho preso in giro"
Alla fine Luca Barbareschi ha parlato: "Resto in Futuro e Libertà, non ne sono mai uscito. Questa settimana ho messo in atto la più grande e più bella provocazione mediatica: senza aver detto nulla, perché non esiste alcuna mia dichiarazione in cui dico che lascio Fli".

"PAGLIACCIO" BALLERINO -Il "trasformista" Luca Barbareschi danza in equilibrio su una fune, e chiude la querelle iniziata la scorsa settimana riducendo a una beffa perpetrata nei confronti degli organi di stampa il suo balletto tra Fli e Pdl. Il deputato futurista ha parlato al programma Agorà su Rai Tre, e ha risposto alle polemiche sul suo eventuale passaggio al Pdl o ai Responsabili.  Ma Barbareschi, se giura fedeltà a Fini, chiede anche le sue scuse per le frasi che gli erano state attribuite, e nelle quali il leader futurista lo aveva accostato a "un pagliaccio che fa piangere, non solo ridere". Frasi al vetriolo sulle quali l'ex attore difficilmente riuscità a soprassedere.

"LA MIA GRANDE PROVOCAZIONE"
- "Se la politica diventa gossip o spettacolo", questo il monito di Barabareschi, "la politica non esiste più. La mia era una grande provocazione, non sono mai uscito dal Fli. L'unico momento di ambiguità me lo sono giocato giovedì col voto, astenendomi sull'autorizzazione a procedere per il caso Ruby". Barbareschi, con quest'ultima frase, sembra intento ad operare l'ennesimo cambio di direzione: in precedenza aveva affermato che l'astensione "era stata un errore", ma ora sembra dichiarare l'esatto opposto.

LA DANZA CONTINUA - Ma il balletto di Barbareschi continua: "Io non vorrei mai appartenere nel centrodestra a un gruppo di moralisti che pensano di vincere politicamente con le censure morali", e il riferimento pare tirare in ballo Gianfranco Fini. "non sono giustizialista, ma garantista e una voce liebra. Anche per questo", conclude il deputato di Fli, "però sono offeso per quello che mi ha detto Fini, perché pagliaccio non me lo dice nessuno". La danza, c'è da scommetterci, continuerà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robiem

    09 Febbraio 2011 - 08:08

    Il fatto stesso che continui a stare con Gianfry dimostra, per l'ennesima volta, che è solo ed esclusivamente un buffone, un giullare alla corte dei Monarchi di Sangue Blu del Regno dei Comunisti d'Italia. Ora si capisce perchè il Teatro ed il Cinema in Italia hanno problemi?

    Report

    Rispondi

  • bimbomix

    08 Febbraio 2011 - 08:08

    cambia spacciatore, credi a me.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    08 Febbraio 2011 - 01:01

    colti sul fatto si inventano la prima fandonia che passa per la mente, e gli altri bambini non ci credono, poi vanno a piangere dalla mamma. Queste sono cose da bambini, non ci crede nessuno che questo ha sbagliato a votare apposta: ha sbagliato a votare perche' e' un incapace, non sa neanche fare il traditore come un adulto: tradisce e poi non sa piu' chi ha tradito e perche'. via per una nuova avventura: e' tutto un gioco. se non osse che non ride nessuno, nemmeno gli altri traditori ridono, figuriamoci noi. che pena, perche' questo non e' un bambino: questo e' uno grande che si pappa un sacco di soldi pubblici per fare ste bambinate.

    Report

    Rispondi

  • G_ferrari

    07 Febbraio 2011 - 23:11

    Saltimbanchi di questo calibro non meritano la minima attenzione, non vanno votati ma inesorabilmente trombati!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog