Cerca

Assedio della procura, depositata richiesta giudizio immediato

Ruby, procedimento speciale contro Berlusconi sia per concussione sia per prostituzione minorile. Riparte processo Mills

Assedio della procura, depositata richiesta giudizio immediato
E' arrivato il momento della resa dei conti. Dopo il fuoco delle ultime settimane, il pool milanese passa all'attacco finale nei confronti del premier. La procura di Milano ha ufficialmente chiesto al Gip, Cristina Di Censo, il giudizio immediato per Silvio Berlusconi nell'ambito dell'inchiesta sul caso Ruby. La Di Censo avrà cinque giorni di tempo per decidere se accogliere la richiesta.

POSIZIONE STRALCIATA
- Nel pomeriggio di martedì la posizione di Silvio Berlusconi era stata stralciata dalla procura di Milano "in vista delle ulteriori determinazioni relative all'esercizio dell'azione penale".  In parole povere, significa che in attesa della richiesta di giudizio nei confronti del Cavaliere, la posizione del premier viene separata da quella degli altri indagati, tra i quali Nicole Minetti, Emilio Fede e Lele Mora. Questo passaggio tencnico - la creazione di un fascicolo autonomo che riguarda la posizione di Berlusconi - era stata la conferma definitiva al fatto che sarebbe arrivata la richiesta di rito immediato nei confronti del permier. Alla fine sembra ha prevalso la linea di tenere insieme le accuse a carico del premier, confidando nel fatto che il reato più grave, quello della concussione, "attragga" quello meno grave.

CAV: "VOGLIONO SOVVERTIRE VOTO POPOLARE"
- Il premier, Silvio Berlusconi, martedì ha ribadito a chi avuto modo di parlargli: "Mi difenderò in ogni luogo e con ogni mezzo, non è possibile permettere a dei pm di sovvertire il voto popolare, siamo alla resa dei conti, bisogna fermarli". Il Cavaliere si aspettava la decisione della procura di Milano di chiedere il rito immediato per entrambi i reati contestati e relativi allo "scandalo" di Arcore. Ma la notizia lo ha ugualmente irritato e indignato, riferisce chi lo ha incontrato. "E’ una violazione continua della legge e per farmi fuori sono disposti a tutto, ma non ci riusciranno", ha spiegato ai suoi interlocutori. "Io vado avanti", ha ribadito, "nell’interesse del Paese, pensiamo a lavorare e a portare a casa le riforme".

"VIOLATA LA COSTITUZIONE"
- "Me l'aspettavo sì, perché violano le norme della Costituzione", ha commentato Niccolò Ghedini, legale del premier, rispondendo alle domande dei giornalisti che gli chiedevano se si aspettasse la richiesta dei pm della procura milanese. Piero Longo, un altro degli avvocati di Silvio Berlusconi, ha commentato la decisione con toni meno duri: "E' una delle opzioni che aveva" il pool meneghino, "libero di scegliere quello che vuole nell'ambito del procedimento".

RIPARTE IL PROCESSO MILLS - Ma l'attacco dei pm nei confronti di Berlusconi prosegue anche su un altro fronte. Martedì è stato reso noto che ripartirà il caso Mills, calendarizzato per l'11 Marzo. Il dibattimento in cui è imputato il premier tornerà in aula dopo la sospensione avvenuta in attesa della decisione sul legittimo impedimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    10 Febbraio 2011 - 00:12

    Alias hussein, francoise marie, toscanorosso, ecc.ecc. A quando il nick di Fernandel ? Mi sembra che anche per assonanza ti si attagli meglio degli altri, visto che nessuno nel blog ti prende sul serio ma ride delle tue ridicolaggini. E poi continui anche fare il maestrino dalla penna rossa, ma và che sei solo una macchietta, tigrin ti ha ben dipinto come una "cotichina rossa". Un ultimo pensiero: prima ero convinto che ti facessi di chianti rosso, da qui il tuo nick, ma da quello che scrivi credo che oltre a quello ti faccia anche delle solenni sniffate.

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    09 Febbraio 2011 - 21:09

    I PM di Milano sono dei persecutori simili a quelli dei Tribunali della Santa Inquisizione. Loro vogliono solo annientare Berlusconi che come un macigno blocca l'avanzata dei manigoldi rossi. Sia chiaro che non potremmo tollerare la loro presa del potere di questi criminali e pertanto, nostro futuro e per il futuro di questo Paese, dobbiamo essere pronti a scatenare l'Inferno contro questi eversori e sovversivi.

    Report

    Rispondi

  • maurizio.io

    09 Febbraio 2011 - 18:06

    Stiamo assistendo ha un golpe messo in atto da magistrati (per fortuna non tutti) appoggiati da poteri forti della finanza,,imprenditoria in genere e potrolieri con il consenso,,aiuto e tanto tifo della politica (idv,pd,fli e tutto il restante guazzabuglio)..Tutti questi dovranno rendere conto ha noi tutti ITALIANI e magari rimborsarci dei danni.Comunque il coperchio di pandora è stato aperto ed ora AUGURI!!!!!Chiunque sarà il prossimo Premier (specialmente dell'area di sinistra),ministro e altro dovranno essere santi immacolati perchè "GIUSTAMENTE "il pdl e lega,almeno è quello che mi augoro io dovranno farli le pulci,,intercettarli,pedinarli,fotografarli e mandare qualche spia a pranzo o cena con loro....mamma mia ci sarà da piangere.Non si governera più..VI RINGRAZIO GIUDICI E POLITICI DI SINISTRA E FLI.

    Report

    Rispondi

  • giggino1977

    09 Febbraio 2011 - 18:06

    "una povera scartina / che si vanta d’esser asso" ...Complimenti sinceri, questo passaggio è un vero capolavoro !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog