Cerca

Sì a richiesta Pdl, processo breve calendarizzato

Bongiorno accoglie domanda di Costa: il ddl all'odg il 15 febbraio

Sì a richiesta Pdl, processo breve calendarizzato
Il presidente della Commissione Giustizia della Camera, Giulia Bongiorno, ha accolto la richiesta del capogruppo Pdl in Commissione, Enrico Costa, di rimettere all'ordine del giorno dei lavori il ddl sul processo breve. L'esame del testo riprenderà martedì 15 febbraio e ci sarà un'integrazione "delle audizioni già svolte". Nel dettaglio, riferendosi alla richiesta del capogruppo del Pd in Commissione, Donatella Ferranti, di ascoltare i 27 presidente delle Corti d'Appello, la Bongiorno ha chiesto che vengano indicate "solo le audizioni davvero indispensabili".

"La durata ragionevole dei processi è un obiettivo a cui non si può e non si deve rinunciare. Nel nostro Paese il processo penale costituisce una lunga e raffinata pena, spesso superiore alla stessa sentenza". E’ quanto aveva affermato in giornata il deputato del Pdl, Francesco Paolo Sisto, componente della Commissione Giustizia. "Se poi la decisione finale è di assoluzione, come accade di frequente", continua Sisto, "la frustrazione e il danno di chi ha subìto il processo è indicibile e intollerabile. Il ministro Alfano, con la razionalizzazione della durata del processo", conclude, "persegue un obiettivo perfettamente incastonato nell’interesse di ciascuno e di tutti ad una giustizia giusta. Sarebbe lodevole se Casson, recuperando la memoria, ne desse lealmente atto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • maxgarbo

    09 Febbraio 2011 - 11:11

    Va bene il processo breve ma una ridimensionata ai Magistrati, quando? Succederà mai che siano anche loro denunciabili, tirati in ballo come i medici, i pirmari, gli imprenditori, il popolino? E ancora, quali provvedimenti sono previsti per quei magistrati che toppano clamorosamente? Perchè deve essere lo stato (noi) a risarcire i danni? Non è previsto che i Magistrati dipendano dal Ministro della Giustizia? Se le finanze sono nelle mani di Tremonti, perchè la Giustizia non è amministrata dal Alfano? Stranezze tutte italiane..

    Report

    Rispondi

  • psiche_umana

    09 Febbraio 2011 - 10:10

    ci stiamo dimenticando che i giudici lavorano 4 ore a settimane e per la loro inefficenza mandano in prescrizione circa 400 fascicoli al giorno? per tutti i comunisti in blog mi sono tanto divertito quando la finocchiaro gridava è una porcata il processo breve intanto che leggeva angelino alfano poi alla fine si scopri che era proprio lei a proporre quel disegno di legge . anche per i processi in corso si applica sempre la legge più favorevole al reo. come dice il buon cicchitto creata la causa si crea l'effetto .. non vi sembra strano molto strano che venga stralciata la posizione del presidente berlusconi ............ abbiate la compiacenza di farvi un esame di coscienza invece di sproloquiare a vanvera mossi dal solo odio nei confronti di berlusconi e poi diciamocela chiaramente meglio un presidente sessualmente attivo che un governo fatto di trans, gay, facinorosi di ogni genere .... PROCESSO BREVE SUBITO

    Report

    Rispondi

  • robe

    09 Febbraio 2011 - 10:10

    La legge, cosi' come proposta, serve principalmente a Berlusconi. Vero!

    Report

    Rispondi

  • silvio40

    09 Febbraio 2011 - 09:09

    L'approvazione della legge sul processo breve e' ormai inderogabile per garantire agli italiani una giustizia efficiente che non e' garantita da quei giudici che invece di fare il suo dovere si occupa di politica e in particolare di perseguitare il Presidente Berlusconi nell'intento di rovesciare il responso democratico delle elezioni in cui milioni di italiani hanno votato il grande Presidente Berlusconi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog