Cerca

Maiolo, che gaffe: "Rom peggio dei cani". E Fli la 'dimissiona'

Bufera sulla portavoce dei futuristi in Lombardia. Il partito si dissocia, lei si scusa e lascia / SONDAGGIO

Maiolo, che gaffe: "Rom peggio dei cani". E Fli la 'dimissiona'
"E' più facile educare un cane che un rom", firmato Tiziana Maiolo. La frase - pronunciata in un'intervista rilasciata martedì al programma La Zanzara su Radio 24 - ha scatenato un putiferio, che ha costretto la Maiolo a rassegnare le dimissioni dall'incarico di portavoce milanese di Futuro e Libertà. La squadra di Fini perde un altro pezzo, e non poteva essere altrimenti: Gianfranco da tempo è a favore della cittadinanza per gli immigrati, una posizione difficilmente conciliabile con la frase dell'ex vulcanica assessore del Comune di Milano.

L'INDIGAZIONE DI FLI - "I cagnolini e i bambini, se tu li educhi, dopo sono educati", ha spiegato la Maiolo. "Ma se nessuno li educa...ma se fanno la pipì sui muri! Neanche il mio cagnolino la fa sui muri, solo sugli alberi!", e il riferimento è per i rom. Le frasi hanno suscitato l'indignazione del coordinatore di Futuro e Libertà, Adolfo Urso, e di Mara Carfagna, ministro per le Pari Opportunità. Inizialmente la Maiolo ha provato a cavarsela con delle scuse scritte in una nota, ma poi ha dato le dimissioni.

"RIMETTO IL MANDATO"
- "Ho deciso, benché non mi sia stato chiesto né sollecitato, di rimettere il mio incarico di portavoce milanese di Fli nelle mani del coordinatore regionale della Lombardia, il Senatore Giuseppe Valditara", ha assicurato. "L'ho fatto con convinzione, per assumere le rersponsabilità di una mia leggerezza, di cui avrei dovuto valutare meglio le conseguenze e le possibili ambigue intrpretazione". Ma l'ho fatto anche perché", ha aggiunto nella nota, "voglio stare in un partito dove l'assunzione di responsabilità di ciascuno sia la regola e non l'eccezione".

L'ESCALATION DELLA MAIOLO - Durante l'intervista a Radio24, snocciolando le esperienze accumulate in cinque anni di assessorato a Palazzo Marino (con il sindaco Albertini), la Maiolo ha affermato: "Tutte le etnie sono integrabili tranne i rom". A Giuseppe Cruciani, che conduceva la trasmissione, ha spiegato: "Non vogliono lavorare, a noi ci odiano e pensano soltanto a sfruttarci, ci chiamano gaggi, gagè, non so, quella parola lì. Non hanno il senso dell'igiene, fanno bambini solo per mandarli a rubare e molto spesso li avviano alla prostituzione minorile". Quindi, al termine dell'inarrestabile ascesa, la frase che ha le è costata il posto di lavoro: il paragone con il suo "cagnolino", molto più "umano" dei rom.

"INACCETTABILE" -
La risposta di Futuro e Libertà non si era fatta attendere. Il coordinatore nazionale, Adolfo Urso, ha preso ufficialmente le distanze a nome del partito, che sposa posizioni totalmente divergenti. "La dichiarazione di Tiziana Maiolo sui rom è inaccettabile e da noi assolutamente non condivisa", ha spiegato. "Fli si fonda sui principi del pieno rispetto dei diritti umani e della dignità di ogni persona, si batte per una seria politica di integrazione e lotta contro ogni pregiudizio e discriminazione". Poi, puntuali, sono arrivate la dimissioni della Maiolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bimbomix

    11 Febbraio 2011 - 10:10

    .. la correttezza del pensiero della Maiolo, leggo la notizia di un rom che si è fulminato in una cabina Enel nel tentativo di rubare del rame. Ora,anche un pirla sa quanto sia pericoloso maneggiare la media tensione. I rom non l'hanno ancora capito e continuano a provocare danni diretti e indiretti alle cabine di distribuzione , con costi molto elevati ,che ciascuno di noi paga nella bolletta. Chissà se Enel si può proporre per l'educazione e l'integrazione di questi soggetti.....

    Report

    Rispondi

  • Bobirons

    11 Febbraio 2011 - 08:08

    Gli uni sono affettuosi e fedeli, gli altri sporchi e ladri. Gli uni ti amano a costo della loro vita, gli altri ti odiano tutta la loro vita. Ne ho tre in giardino che aspettanto pazienti che prepari la pappa, dal mio vicino ne sono passati due che hanno svaligiato la casa. Chi sono gli uni e gli altri ? Ai lettori l'ardua sentenza.

    Report

    Rispondi

  • valter29

    10 Febbraio 2011 - 18:06

    Rom e non solo. La Maiolo ha sbagliato a dire quel che ha detto ma una parte di verità ci sta tutta e cioè che vivono di espedienti, di elemosine, che i loro bimbi servono per impietosire la gente, ecce. Certo non si devono mettere al di sotto dei cani. I Rom hanno un grande senso della libertà e non sono servi di nessuno. In questo ci danno dei punti, ma solo in questo. Secondo me è inutile cercare di integrarli nel nostro sistema, non sarebbero più Rom e come persone vanno rispettati. Ciò non toglie che vadano condannati quando delinquono. Detto questo mi domando perchè mai Fini abbia voluto apporre la sua firma sulla legge Bossi-Fini. Un altro bel trasformismo.

    Report

    Rispondi

  • capire

    10 Febbraio 2011 - 18:06

    Se GIANFRI è da tempo è a favore della cittadinanza per gli immigrati, se li portasse tutti a casa sua e li mantenesse lui e non sempre a carico nostro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog