Cerca

Ferrara show: "Pm, è un'inquisizione spagnola"

A Milano Teatro Dal Verme esaurito per l'evento pro-Berlusconi. Il direttore del Foglio: "Sto con Silvio perché ha contro i poteri forti. Questa è Sputtanopoli"

Ferrara show: "Pm, è un'inquisizione spagnola"
Un'inquisizione spagnola, da cui nasce non un'inchiesta, ma una Sputtanopoli. Più che una manifestazione in difesa di Silvio Berlusconi, quella organizzata dal direttore del Foglio  Giuliano Ferrara è soprattutto uno show scatenato, un attacco furibondo allo strapotere delle procure politicizzate e al moralismo dilagante.
'In mutande ma vivi - contro il neopuritanesimo ipocrita' ha registrato il tutto esaurito al Teatro Dal Verme di Milano, in una mattinata che dopo il presidio di ieri davanti al Palazzo di Giustizia deve rappresentare la risposta
all'evento di sabato scorso al Palasharp con Roberto Saviano.
Dalle 10.30 le circa 1.500 persone in platea hanno assistito agli interventi di Ferrara, l'editorialista del Corriere della Sera Piero Ostellino, il direttore del Giornale Alessandro Sallusti (entrambi accolti da un'ovazione) e Iva Zanicchi. Dietro i relatori sono stese alcune fila di mutande, per richiamare ironicamente il titolo della manifestazione: "Oggi consacriamo Milano al moralismo vero dopo la manifestazione del Palasharp", ha esordito Ferrara.

PM ALLA SPAGNOLA
- Poi via al fuoco di fila: "Certi metodi della magistratura sono tipici dell'inquisizione. Non di quella della Chiesa romana, ma spagnola. Sto con Berlusconi perché è fuori misura". Dal 1994 "vince le elezioni e i magistrati d'assalto e politicizzati iniziano a lavorarselo: mafia, corruzione ecc ecc. E ci provano fino a oggi con varianti pittoresche e tragiche. Poteri forti e frammentati che vogliono farlo fuori. E poi il ribaltone. Tra lo schiaffeggiatore di donne scollate Oscar Luigi Scalfaro e Berlusconi, gli italiani scelgono lui". Sui reati contestati dalla Procura milanese, Ferrara è categorico: "Sono tutti inventati. Concussione? Ma se sono state telefonate di cortesia!
Berlusconi fa una telefonata improvvida in Questura. Io gli voglio bene per questo, perché qualunque persona di potere avrebbe trovato 15 persone che avrebbero telefonato per lui. Invece ha telefonato di persona. Un errore che è stato utilizzato per una crociata. Dopo Tangentopoli, è arrivata Sputtanopoli...".
Il gran finale, a tutta gola, è un invito diretto a Berlusconi: "Rivogliamo quello del 1994, quello libertario, non è Breznev, deve tornare in tv e parlare di economia. Applaudite! Applaudite anche voi, La Russa, Santanchè, e diteglielo!".

LE FIRME ANTI MINETTI - La mattinata si era aperta con l'arrivo della giovane consigliera regionale del Pdl, Sara Giudice, che ha consegnato a Ferrara le 12mila firme raccolte per chiedere le dimissioni di Nicole Minetti. "Non bisogna fare battaglia contro la morale della politica, ma elevarne i valori", ha affermato la Giudice, secondo la quale la Minetti "rappresenta un modello di fare politica non più tollerabile. Non bisogna avere paura di chiedere alla politica il rispetto dei valori etici". La Giudice, però, è rimasta delusa: Ferrara non ha accettato il pacco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    05 Ottobre 2011 - 23:11

    Ti sbagli Ferrara: L'Inquisizione toglieva tutti gli averi all'inquisito. Tu ne hai troppi, il Cav, non parliamone. L'Inquisizione lasciava lungo tempo a pane e acqua l'inquisito. Ma con quella pancia non puoi proprio dirlo (neppure il cav.) Scegli altri paragoni, caro ex feroce comunista.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    05 Ottobre 2011 - 23:11

    Non potendo per legge avere un giornale piu' le TV, Don Silvio il furbetto, ne da' uno al fratello, e uno alla moglie (che ormai ha 'lasciato tutto') con Direttore Ferrara. Ferrara, non sai che dirigi un trucco - uno dei tanti - del Cav.? Ma allora appare palese il trucco: la moglie é per conto suo e non ceerto pro Silvio ma continua la proprietà pro Silvio? Altro che PM, ci vogliono i segugi e le sbarre. Si tratta giuridicamente di un contratto in frode alla legge, cioé se ne vogliono gli effetti utilizzando un' altra tipologia di contratto (manca la causa giuridica). Troppo buona la Magistratura: lascia fare.

    Report

    Rispondi

  • EXCALIBUR2000

    28 Febbraio 2011 - 18:06

    Si, confesso, come migliaia di Italiani sono andato con le prostitute , altre le ho portate a casa mia noleggiandole dagli annunci sui quotidiani, ho organizzato festini erotici, le ho pagate senza mai chiedere i loro documenti e sicuramente alcune erano molto giovani. Allora mi chiedo: se la legge è uguale per tutti e tutti i cittadini sono uguali davanti ad essa, e tenuto conto della tanto sbandierata "obbligatorietà dell'azione penale", come mai non sono stato spiato, inquisito, intercettato come il Premier?? Forse non è vero che siamo "tutti uguali" , che la legge è uguale per tutti ecc. Forse perchè io non sono impegnato politicamente? Caro Berlusca, al prossimo festino ricordati di invitare anche la Boccassini se vuoi evitare inchieste sulla tua braghetta!!

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    16 Febbraio 2011 - 21:09

    Per quanto riguarda il fritto misto , ho solo dei ricordi di mia madre , per cui prima mi documento meglio presso alcuni anziani del mio paesello e poi Le farò sapere.Cosa sono le flisse? Voleva scrivere frisse quelle simili alle grive? Per quanto riguarda la bagna cauda, vedo che non Le è successo come a S.Paolo :fogorato sulla via per Damasco. Non mi rimproveri: ho fatto un accostamento quasi blasfemo. Cordialità

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog