Cerca

Renzi, spalla amica per Silvio: "Un uomo solo, non riesco a odiarlo"

Il sindaco 'rottamatore' del Pd tende la mano a Berlusconi: "A certi livelli, hai poche persone fidate intorno"

Renzi, spalla amica per Silvio: "Un uomo solo, non riesco a odiarlo"
Da miglior avversario a miglior amico. Matteo Renzi rischia di fare il grande salto e passare dalla parte di Silvio Berlusconi. Politicamente ancora no, umanamente quasi. A farlo intuire è lo stesso sindaco di Firenze che nel suo libro 'Fuori', presentato questa mattina a Roma, si lascia andare a riflessioni affettuose sul Cavaliere, incontrato a dicembre ad Arcore nella cena delle polemiche (della sinistra). "Berlusconi mi apparve come un ospite cordiale e disponibile, ma anche e soprattutto come un un uomo solo". Giudizio da lacrimuccia, cui si aggiungono altre parole di comprensione per le umane debolezze e giudiziari inciampi: "Quando arrivi a certi livelli, mi immagino, ti circondano ruffiani e mezze calze, nani e ballerine, ma solo pochi amici fidati che ti vogliono bene per quello che sei e non per quello che possono ottenere da te". Parole di Matteo Renzi, musica di Dario Baldan Bembo... L'affetto è quasi parentale. "Non riesco a odiarlo. Non è solo un problema di età. Facendo i conti scopro che ha appena sei anni meno di mia nonna Annamaria. E' anche e soprattutto la reazione a un atteggiamento di antiberlusconismo viscerale che giudico dannoso più che inutile". E se, come scherza il sindaco rottamatore del Pd, "forse alla fine butteranno 'Fuori' me", Renzi si troverà una spalla amica sull'altra sponda, a Villa San Martino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rickyork

    08 Novembre 2011 - 15:03

    Almeno uno che ragiona con la sua testa, a me piace un sacco!!!!

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    18 Febbraio 2011 - 12:12

    Questi dovrebbero essere i principi base a cui far riferimento per chi vuole affacciarsi e ben operare in politica e non di certo legarsi alla poltrona e da quel posto sputare su tutto e su tutti aggrappandosi alle cattiverie, all'astio ed all'odio da seminare a piene mani tramite la stampa e poteri istituzionali, amici solo per conservare visibilità e sottopotere. Andiamo sul sito "parlamento ", lì troviamo tutti gli argomenti da far girare la testa e le sfere; gente che sta lì da 5 o più legislature , che alterna il parlamento nazionale a quello europeo, che passa da regione a comune per tornare in parlamento, sarebbe arrivato il momento di mettere un punto a queste scempiaggini. Renzi interpreta questo disgusto italiano e si pone quale candidato importante per riformare il sistema. Il sindaco fiorentino, che subirà sicuramento ritorsioni dal suo partito del nulla, va seguito ed incoraggiato : è proprio quello indicato dallo stesso il nuovo corso politico.

    Report

    Rispondi

  • gian65

    18 Febbraio 2011 - 12:12

    renzi dopo aver INGANNATO chi sperava in un cambiamento del PD, e' pronto al salto verso Berlusconi. e' bastata una cena con promesse varie ed ora si da da fare per distruggere quello che rimane della sinistra. quello che parlava che oltre il politico , una volta terminato il mandato,ci sono tante cosa da fare: LUI L'HA TROVATA : mettersi comodamente alla corte del berlusconi e confondersi tra i suoi servi. e' una persona ambigua ed e' per questo che voi di libero e non solo lo corteggiate . ma per noi e' un nulla = zero!

    Report

    Rispondi

  • oreste__

    18 Febbraio 2011 - 09:09

    Ebbene, questo Renzi è ora davvero un uomo pericoloso per il centro destra. Uomo politico nuovo rispetto ai tanti sepolcri imbiancati, ex-comunisti riciclati, ancora in attività oggi per la pagnotta: questi ultimi ex-comunisti sono assurdi, non sono riusciti ad arrivare al governo totale di questa nostra Italia ai tempi del PCI imperante con la URSS che lo foraggiava alla grande, e ci vorrebbero provare ora con le manovrine alla dalema, sante alleanze e ca**ate varie, tentativi del bersani di sedurre la lega. Gli utili idioti non stanno nella lega, ma da tutt'altra parte. Il Renzi penso sia davvero il politico nuovo, se ne frega del cav, vuole imporre il suo partito come partito che vince come idee, programmi, insomma come vero partito. Ho sempre votato a destra, ma quest'uomo, questo Renzi, è importante.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog