Cerca

Bagnasco: "Con il premier incontro di prassi"

Il cardinale commenta il summit tra i vertici dello Stato e quelli della Santa Sede: "E' andato sostanzialmente bene"

Bagnasco: "Con il premier incontro di prassi"
Il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, commenta l'incontro tra i vertici dello Stato italiano e quellio della Santa Sede di venerdì sera. "Un incontro istituzionale, di prassi, che ha il suo valore simbolico e anche contenutistico sostanziale, quindi nella norma dell'incontro e del rapporto tra le istituzioni". Così Bagnasco ha inquadrato l'incontro per la ricorrenza della firma dei Patti Lateranensi.

A margine dell'inaugurazione dell'anno giudiziario ecclesiastico, il cardinale ha aggiunto che l'incontro è andato "come risulta, sostanzialmente bene, in maniera tranquilla, andiamo avanti". Bagnasco, insieme al segretario di Stato Tarcisio Bertone, ha incontrato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il premier Silvio Berlusconi, e i presidenti di Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cate08

    20 Febbraio 2011 - 14:02

    ... a meno che Bagnasco pensi che al bunga bunga...si recitasse il rosario!! qualcuno gli spieghi che alle ragazze non si regalava il rosario!!!!!

    Report

    Rispondi

  • GMTubini

    20 Febbraio 2011 - 13:01

    Se oltre al bignamino di "Repubblica" t'interessasse leggere qualcos'altro sull'argomento, ti segnalo questo articolo www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=960. Su questo interessante sito internet potrai trovare un punto di vista alternativo su molti degli argomenti solitamente usati dai "contaballe" professionisti dei quali ti sei dimostrato assiduo obbediente lettore. In ogni caso fai un po' come ti pare. Unicuique suum.

    Report

    Rispondi

  • GMTubini

    20 Febbraio 2011 - 13:01

    Codesta è esattamente la lezioncina imparata da Repubblica. Né più e né meno. L'ha recitata proprio bene! Bravo, 7+!

    Report

    Rispondi

  • alessio di benedetto

    20 Febbraio 2011 - 12:12

    Nel 1990, i fondamentalisti di Comunione e Liberazione applaudono a Rimini il loro storico cattolico Vittorio Messori che nega la legittimità del Risorgimento e dei movimenti popolari che hanno portato alla liberazione dai soprusi politici e segregazionisti della Santa Sede. Ma il governo clericofascista del PDL ha mostrato la sua vera faccia, quando il 20 settembre 2008, in occasione della ricorrenza nazionale “il Vice Sindaco di Roma, Cutrufo, ha celebrato la cerimonia a Porta Pia unitamente al Generale Antonino Torre, Consigliere Comunale e delegato del Sindaco (Alemanno) alla memoria storica, ricordando i caduti di uno stato straniero, in particolare i 19 zuavi pontifici caduti a Porta Pia, ignorando volutamente i 49 Bersaglieri Italiani caduti per l’unità d’Italia e per Roma Capitale (…) che è come commemorare i caduti austro-ungarici sul Piave ignorando gli Italiani in occasione del 4 novembre” . Forse la Lega ci sta pensando? Povera Italia,

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog