Cerca

Rosy attacca Cav e Lega: "Estranei a cultura Paese"

La 'candidata premier' di Nichi Vendola contro il governo. Su riforma della giustizia: "Lega le mani ai magistrati"

Rosy attacca Cav e Lega: "Estranei a cultura Paese"
Rosy Bindi è candidata premier. Lo ha proposto Nichi Vendola, creando non pochi mal di pancia nel Partito Democratico. E così la presidente del Pd, le cui quotazioni all'interno del partito sembrano essere in ascesa, prende parola per attaccare il governo. "Berlusconi, per un conto, la Lega, per un altro", questa la sentenza di Rosy, "sono estranei alla vera cultura del Paese", ha sostenuto parlando a margine della prima conferenza delle donne democratiche.

CONTRO CALDEROLI - Secondo l'ex democristiana, festeggiare i 150 anni dell'Unità d'Italia "non è un valore astratto", ma "si basa su valori condivisi di questo Paese". Insomma, prosegue Rosy, le affermazioni del ministro Roberto Calderoli sulla festa del primo maggio sono "coerenti" con la "contrarietà della Lega a celebrare l'Unità", e chi ne nega l'importanza "finisce per negare l'importanza per la festa del mondo del lavoro e della Resistenza". Tutto ciò, questo il verdetto, "la dice lunga su chi ci governa".

SULLE RIFORME - Poi la Bindi parla di riforme. Prima, la giustizia: "Una riforma che serve solo a blindare l'impunità del presidente del Consiglio, a stravolgere la Carta Costituzionale e a mortificare i magistrati. Certo non a risolvere i problemi della giustizia". Quindi quella che definisce la "legge bavaglio" che "lega le mani ai magistrati e nega ai cittadini di conoscere la verità sul potere politico". Il riferimento è alla stretta sulle intercettazioni telefoniche che l'esecutivo, anche alla luce della sconcertante fuga di indiscrezioni relative al Caso Ruby, vorrebbe rimettere in pista.

LE URNE - Non poteva, infine, mancare un accenno all'ipotesi di tornare alle urne della presidente del Pd. "L'opposizione chiede le elezioni", spiega, "e nel momento delle elezioni sarà unita per sconfiggere Berlusconi e per costruire un'Italia nuova".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eureka.mi

    17 Luglio 2011 - 16:04

    Non vale neanche la pena di leggere gli argomenti che la riguardano. E' capace solo di criticare a prescindere pur di rimanere a galla ed è irritante da ascoltare. Ma ha fatto qualcosa di buono durante la sua vita politica????

    Report

    Rispondi

  • totareo

    25 Marzo 2011 - 12:12

    come può un paese come l'Italia aspirare al ruolo che le spetta con questa zavorra

    Report

    Rispondi

  • nlevis

    18 Marzo 2011 - 16:04

    che li hanno votati e rivotati: hanno avuto la maggioranza . Ma perchè la Bindi ha una faccia così di "tolla" per sconfessare l'evidenza? Il Pc ,Margherita, Pds Pd da tempo perde e non vuole accettare la sconfitta. Ma che razza di opposizione è quella che invece di proporre piani alternativi critica, insulta e filosofeggia? A che cosa serve una siffatta opposizione? E' un'opposizione talmente estranea al paese che non sa perchè perde i pezzi e le elezioni.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    18 Marzo 2011 - 15:03

    la cultura la Bindi la compra al mercato insieme all'insalata, ai fagioli: poveretta. non capisce che dà a noi di destra degli imbecilli!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog