Cerca

Federalismo, alla Camera sarà voto di fiducia

La Lega ottiene un inter 'blindato'. Bossi: "Dobbiamo essere sicuri". Verdetto domani alle 18

Federalismo, alla Camera sarà voto di fiducia
"Il governo chiederà la fiducia sul decreto sul fisco municipale perché bisogna essere sicuri": lo ha affermato il ministro per le Riforme Umberto Bossi, dopo aver partecipato alla conferenza dei capigruppo della Camera con Elio Vito, ministro per i Rapporti con il Parlamento. Da Bossi, dunque, giunge una conferma ufficiale alla voce che da giorni si era diffusa in Parlamento: nell'aula di Montecitorio, domani alle 18, il governo porrà la fiducia al voto di una delle riforme principali di questa legislatura. Al Senato era giunto il sì definitivo la scorsa settimana.

CALDEROLI: "FEDERALISMO UNISCE" -
Parlando a Montecitorio, il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli ha affermato che tramite il federalismo "nessuna ulteriore imposizione viene introdotta", perché "è fatto per unire non per dividere". Il ministro conclude affermando che il Governo "ha inteso assicurare nell’esercizio della delega un continuo dialogo con le autonomie e con tutte le forze politiche accogliendo nei limiti del possibile richieste, suggerimenti, correzioni. Il dibattito parlamentare", ha concluso Calderoli, "è stato ampio, apprfondito e aperto e ha visto l'accoglimento delle proposte delle autonomie locali e delle forze di opposizione. Anche perché avremmo potuto procedere alla delega anche senza parere".

DONADI: " SCHIAFFO A PARLAMENTO"
- Scontate le proteste dell'opposizione. "Questa ennesima fiducia è uno schiaffo al parlamento. Ed è anche la dimostrazione lampante che il governo è sempre più debole e diviso. Hanno il terrore del voto in Aula perché sanno di non essere maggioranza, né in Parlamento né nel Paese". Queste le parolae pronunciate da Massimo Donadi, il capogruppo Idv alla Camera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    02 Marzo 2011 - 11:11

    Sono d'accordo. Questo parlamento, al di là della sua bassa moralità, è ormai solo una accozzaglia di quasi mille schiaccia bottoni. Ascoltare gli interventi dei cosiddetti onorevoli è come sentire dei pappagalli che ripetono slogan che poi nessuno sente perchè si vota su decisione del partito. Tutta questa pantomima non serve e ci mettiamo anni per approvare una legge. C'è da cambiarlo del tutto questo cesso di parlamento, e non lo dico per mancanza di rispetto per l'istituzione ma SOLO per la cosicenxza di ciò che E' oggi.

    Report

    Rispondi

  • leonhardo

    01 Marzo 2011 - 19:07

    Se si volesse aspettare il lasciapassare delle opposizioni al Federalismo di questo Governo ... si potrebbe aspettare all'infinito. Si sa che le opposizioni non sono contro il Federalismo, ma contro Berlusconi. Lo hanno detto chiaramente in più di una occasione a Bossi...: "Se lasci Berlusconi, per il Federalismo non ci sono problemi "... Grandi ipocriti la Sinistra e le opposizioni in genere ... Si taglierebbero pure i cosiddetti, pur di far dispetto a ... Berlusconi.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    01 Marzo 2011 - 19:07

    Ma voi siete proprio sicuri che tutte le amministrazioni di CDX abbiano bilanci in ordine? Provate a chiedere alla Regione Veneto, da sempre in mano CDX! Una voragine!!!!

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    01 Marzo 2011 - 19:07

    Guarda che la fiducia viene messa per garantire che quelli della maggioranza non facciano scherzi: i famosi 309/316. Bocchino non mi sembra che attualmente rientri in quei numeri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog