Cerca

Antitrust: premier "inopportuno" su incroci stampa-tv

Stop al milleproroghe da parte dell'Authority. Una dichiarazione simile era arrivata lo scorso 20 gennaio

Antitrust: premier "inopportuno" su incroci stampa-tv
"Attribuire al presidente del Consiglio il potere di prorogare o no il divieto di incroci proprietari tra giornali e tv successivamente al 31 marzo 2011, come prevede il cosiddetto decreto milleproroghe è inopportuno". Lo scrive l'Antitrust, alla luce della disciplina sul conflitto d'interessi, in una segnalazione inviata al premier Silvio Berlusconi e ai presidenti di Camera e Senato Gianfranco Fini e Renato Schifani,

LA LETTERA - L'auspicio, continua la lettera, è quello "che la disciplina del divieto di incroci sia sottratta alle competenze dell'attuale presidente del Consiglio. Senza una modifica in questa direzione della norma - prosegue l'Antitrust - l'adozione o la mancata adozione dell'atto di proroga, anche senza integrare automaticamente una fattispecie di conflitto di interessi, dovranno essere valutati dall'Antitrust, per verificare l'incidenza specifica e preferenziale sul patrimonio del presidente del Consiglio e il danno per l'interesse pubblico".

IL PRECEDENTE - L'Autorità già il 20 gennaio scorso aveva ricordato al Governo che "l'estensione della validità temporale del divieto, direttamente disposta dal decreto legge, era stata esplicitamente auspicata dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni per tutelare il pluralismo dell'informazione: per tale ragione, non poteva essere configurata come un vantaggio patrimoniale del presidente del Consiglio. Tuttavia la disciplina di un settore sensibile come quello editoriale, richiedeva un atteggiamento di precauzione che evitasse l'attribuzione di ogni potere discrezionale in capo al premier".
LA SODDISFAZIONE DELL'IDV - Riguardo alla decisione dell'Authority, non poteva certo mancare la gioia dell'Italia dei valori. "L'Antitrust ci ha dato ragione", ha commentato Leoluca Orlando, portavoce del partito di Di Pietro. "E0 inaccettabile attribuire al presidente del Consiglio, che è a capo di un conflitto d’interessi pericoloso per la democrazia, la possibilità di prorogare al 31 marzo 2011 il divieto di incroci proprietari tra giornali e tv. Per questo, l’Idv ha presentato una mozione per impegnare il governo a prorogare tale divieto fino al 31 dicembre 2011. Con un colpo di spugna e la solita misura ad personam inserita nel guazzabuglio del Milleproroghe, questa maggioranza ha cercato di favorire Berlusconi nel suo macroscopico abuso di potere mediatico". Orlando ha poi aggiunto: "Siamo di fronte all’ennesima conferma dello spirito eversivo del governo e di questo Parlamento, ormai trasformato in una dependance del presidente del Consiglio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • noncisiamo

    03 Marzo 2011 - 17:05

    hahahah in qualsiasi paese è assolutamente vietato fare il presidente del consiglio e avere giornali tv e altro intestati a parenti perchè non possono dire la verità è normale non puoi parlare male di chi te paga la pagnotta no? è come l andrangheta, non esistono in america se hai un qualsiasi tipo di azione di azienda te le vendono e ti gestiscono il ricavato ! capisci? un buon 50 percento si informa sul tg1 che è riuscito a dire che mils è stato assolto!!! senza parlare del tg 5-4 e studio aperto che può scoppiare la 3 guerra mondiale causata dall italia e te dice che tutto è apposto ma daiiiii fatevi i programmi, DOV è FINITO IL PROGRAMMA DI BELPIETRO? quello di ferrara che vergognosamente prenderà il posto di enzo biagi

    Report

    Rispondi

  • archimelenzo

    02 Marzo 2011 - 16:04

    Mi stupisco sempre di più, quando sento che chi è indifendibile come Berlusconi, che quando apre bocca, escono solo accuse per chi lo contraddice, e fesserie per accattivarsi i boccaloni, non basta neanche vedere che per fargli fare meno danni Letta lo ha bloccato per non fargli fare ancora commenti ridicoli

    Report

    Rispondi

  • jack1

    02 Marzo 2011 - 14:02

    perchè fate sempre più ridere ?????? Ancora con il conflitto di interessi .... vediamo quanti capzi di partigiani viaggiano nell'etere .... gruppo Sky (più grosso di Mediaset) internet (ormai più incisivo della televisione ) La7 altro canale di sinistrati per non parlare poi della Rai carrozzone pieno di m...da cioè di sinistrati ...Tra un pò una legge sul conflitto di interessi la dobbiamo fare noi ma nei vostri confronti decerebrati ...

    Report

    Rispondi

  • ed7

    02 Marzo 2011 - 11:11

    perdonano tutto vogliono coprire il loro presidente fino alla fine... poi lo tradiranno repentinamente come ha fatto il nano con gheddafi

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog