Cerca

Maroni dice no all'election day: "Referendum 12/6"

"Amministrative il 15/16 maggio". Su nucleare, acqua e legittimo impedimento si voterà poi. IdV: "Spreco da 350 milioni"

Maroni dice no all'election day: "Referendum 12/6"
"No all'election day". Lo ha anticipato il ministro dell'Interno Roberto Maroni, che questa mattian ha reso note le date per le prossime amministrative.  Il primo turno si terrà domenica 15 e lunedì 16 maggio, mentre gli eventuali ballottaggi sono in programma per il 29 e il 30 dello stesso mese. Non sarà il 29 maggio, invece, il giorno per i referendum su legittimo impedimento, privatizzazione dell'acqua e nucleare. "Il Consiglio dei Ministri non ha ancora deciso una data - ha spiegato Maroni - ma io proporrò di svolgere il referendum domenica 12 giugno". "Il referendum - ha continuato il ministro - si può svolgere entro il 15 giugno e l'ultima data utile è domenica 12. Spetta al Cdm la decisione, io sono per il 12".
Immediata, e piccata la reazione dell'opposizione.
"Votare per il referendum il 12 giugno e non il 29 maggio insieme alle amministrative è uno spreco enorme di soldi pubblici, un furto di 350 milioni di euro agli italiani - sostiene Massimo Donadi, capogruppo IdV alla Camera -. Le parole di Maroni sono molto gravi ed evidenziano due cosa. La prima è la paura dei referendum, la seconda è l'irresponsabilità di chi, in piena crisi economica, sperpera denaro dei cittadini".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piogene

    05 Marzo 2011 - 17:05

    condivido..ciusto ..se le cose le propone .il governo.e alla sinistra non vanno bene vuol dire che sono ottime....

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    05 Marzo 2011 - 14:02

    Per stessa ammissione della Procura di Milano ,ci sono intercettazioni in cui è presente il Premier.Appena avuta cognizione , l'intercettazione è stata fermata.Queste bobine sono a disposizione del Tribunale ,dimmi come fai a sapere che ad Arcore non è stata fatta nessuna intercettazione?Già oggi si sà per certo che Berlusconi è stato sotto indagine molto tempo prima di Novembre 2010 e l'iscrizione nel registro degli indagati è stata posticipata per avere la possibilità di chiedere il rito immediato.Bello come trucco, eh?

    Report

    Rispondi

  • roberto291961

    04 Marzo 2011 - 12:12

    Perchè invece di spostarli al 12/06 non li anticipa ad aprile? E' la solita fregatura di questi politici da strapazzo che credono di avere a che fare con dei mentecatti.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    04 Marzo 2011 - 12:12

    e no, la differenza fra te e me è proprio questa, io non risparmio nessuno perchè non faccio riferimento a nessuno. Io parlo sempre al singolare. Tu parli sempre al plurale.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog